Rischio autismo macchiato alla nascita in placente anormali

Aprile 1, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Uno su 50 bambini sono diagnosticati con un disturbo dello spettro autistico negli Stati Uniti ogni anno, secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), ma la diagnosi è di solito fatta quando questi bambini sono da 3 a 4 anni di età o più anziani . A quel punto le migliori opportunità di intervento sono stati persi perché il cervello è più sensibile al trattamento nel primo anno di vita.

Senior autore Dr Harvey Kliman, ricercatore presso il Dipartimento di Ostetricia, Ginecologia e Scienze della Riproduzione presso la Yale School of Medicine, e collaboratori di ricerca presso l'Istituto MIND presso la University of California, Davis, hanno scoperto che le pieghe placentare anomala e anormale delle cellule escrescenze chiamati inclusioni trofoblasto sono indicatori chiave per identificare i neonati che sono a rischio per l'autismo.




Kliman e il suo team hanno esaminato 117 placente da bambini di famiglie a rischio, quelle con uno o più figli precedenti con autismo. Queste famiglie sono state partecipando a uno studio denominato marcatori di rischio autismo nei bambini - Learning primi segni. Kliman confrontato questi placente a rischio a 100 placente di controllo raccolti dai ricercatori UC Davis della stessa area geografica.

Le placente a rischio ha avuto ben 15 inclusioni trofoblasto, mentre nessuna delle placente di controllo ha avuto più di due inclusioni trofoblasto. Kliman ha detto una placenta con quattro o più inclusioni trofoblasto prevede conservativamente un neonato con una probabilità 96,7% di essere a rischio di autismo.

Attualmente, il miglior marcatore precoce del rischio di autismo è storia di famiglia. Coppie con un bambino con autismo sono nove volte più probabilità di avere un altro bambino con autismo. Kliman ha detto che quando queste famiglie a rischio sono i bambini successivi potrebbero impiegare strategie di intervento precoce per migliorare i risultati. "Purtroppo le coppie senza noto suscettibilità genetica devono fare affidamento sulla identificazione dei primi segnali o indicatori che possono non apertamente manifestano prima secondo o terzo anno di vita del bambino", ha detto Kliman.

"Spero che la diagnosi il rischio di sviluppare autismo esaminando la placenta alla nascita diventerà di routine, e che i bambini che è provato che siano aumentati i numeri di inclusioni trofoblasto avranno interventi precoci e una migliore qualità della vita a causa di questo test "Kliman aggiunto.

Altri autori dello studio includono Kaitlin Anderson, Kristin Milano, e Saier Ye della Yale University; e Cheryl Walker, Daniel Tancredi, Isaac Pessah, e Irva Hertz-Picciotto della UC Davis.

Questo lavoro è stato sostenuto dal National Institutes of Health (1 P01 ES11269 e R01 ES 015359), la US Environmental Protection Agency attraverso la scienza di ottenere risultati di programma (STAR) (R829388 e R833292), l'Istituto MIND presso la University of California, Davis, e l'Università di Yale riproduttivo e placentare Unità di Ricerca.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha