Rischio di arresto cardiaco dipende da dove si vive: studio mette a confronto 'cardio-tossicità' di quartieri Toronto-zona

Giugno 16, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Le vostre probabilità di avere un arresto cardiaco improvviso può dipendere da dove si vive, hanno avvertito il Dr. Paul Dorian al Canadian Cardiovascular Congress 2012 a Toronto il 30 ottobre, co-ospitato dalla Heart and Stroke Foundation e la Canadian Cardiovascular Society.

Il suo studio di Greater Toronto Area (GTA) quartieri con tassi alti e bassi di arresti cardiaci scoperto che i fattori che causano un aumento del rischio sono complessi. "Le ragioni sono più sfaccettature di quanto spiegazioni tradizionali di reddito, status economico sociale e livello di istruzione," dice il Dott Dorian, che è un ricercatore e cardiologo presso il Centro di Ricerca Kennan di Toronto, Ospedale di San Michele. "E 'importante capire queste differenze per sostenere migliori risultati di salute."

Dice che il suo team sta studiando comportamenti cuore-sani, fattori culturali ed etnici come possibili altri fattori che possono spiegare le grandi differenze nei tassi di arresto cardiaco tra quartieri.




La ricerca, guidata da Katherine Allan, dottorando, rispetto a 20 quartieri GTA con l'incidenza più alta e più bassa di arresti cardiaci che avvengono in casa o in luoghi pubblici.

Le caratteristiche demografiche, sociali ed economiche dei quartieri sono stati confrontati per individuare somiglianze o differenze, tra cui l'età, il sesso, i livelli di reddito, l'istruzione e l'inclusione sociale. Tassi di diabete e pressione alta sono stati confrontati.

"Quartieri cardio-tossici", un termine coniato per descrivere le comunità con una maggiore incidenza di arresti cardiaci, hanno tre a cinque volte superiore tassi di arresti cardiaci. Quartieri cardiotossico tendevano a comprendere le persone anziane con tassi leggermente più elevati di diabete e pressione alta. Nessun singolo fattore spiega la variabilità tra i quartieri.

Lo studio ha esaminato oltre 5.500 arresti cardiaci in GTA tra il 2006 e il 2010. Il indirizzo di residenza di ogni paziente arresto cardiaco fuori dall'ospedale è stato spazialmente mappati ad uno dei 140 quartieri di Toronto.

Sono stati individuati i 10 quartieri con i più alti tassi di arresto cardiaco (cardiotossici) e il 10 con il più basso tasso (cardiosafe). Quartieri cardiotossico tendevano a comprendere le persone anziane con tassi leggermente più elevati di diabete e pressione alta.

"La linea di fondo è che dove si vive fa influenzare il rischio di arresto cardiaco. La nostra ricerca suggerisce ricchezza, istruzione e inclusione sociale sono fattori importanti, ma solo spiegare una parte del puzzle," dice il Dott Dorian.

Il legame tra la nostra salute e dove viviamo è ben consolidata, dice Heart and Stroke Foundation portavoce Dr. Beth Abramson. "Con alti tassi di inattività fisica e obesità del Canada, è più importante che mai per costruire comunità che incoraggiano attivi, stili di vita sani."

Dice strategie di progettazione di comunità sana - come buon trasporto pubblico, parchi ben curati, e sicuri, reti efficienti piedi e in bicicletta - rendono più facile per ottenere l'attività fisica canadesi hanno bisogno di promuovere la salute del cuore e di mantenere uno stile di vita sano.

Abramson raccomanda che i governi municipali, progettisti e sviluppatori della comunità lavorano insieme per creare comunità che sostengono attivo, sano vivere in Canada.

L'arresto cardiaco è un'emergenza medica che si verifica quando il cuore si ferma improvvisamente e inaspettatamente battere. Ogni 12 minuti che qualcuno in Canada ha un arresto cardiaco improvviso. Fino a 40.000 si verificano ogni anno in Canada.

Fino al 85 per cento accadere nelle case e nei luoghi pubblici come centri commerciali, stadi di hockey o posti di lavoro - e la metà sono assistito da uno spettatore, come un membro della famiglia, un collega o un amico. Il tasso di sopravvivenza (al di fuori di un ospedale) è di circa il cinque per cento.

Mentre continuiamo a sostenere per le comunità salutari per il cuore, il dottor Abramson dice che dobbiamo fare tutto il possibile per migliorare i tassi di sopravvivenza. "La Fondazione sta lavorando nelle comunità in tutto il Canada per sostenere per il collocamento dei defibrillatori automatici esterni (DAE) nei luoghi pubblici e per addestrare i canadesi come utilizzare farmaci antiepilettici in combinazione con CPR."

Fa notare che ogni minuto è prezioso: uno spettatore che sa come rispondere a un arresto cardiaco può aumentare le probabilità di sopravvivenza e di recupero del 30 per cento o più.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha