Risultati a lungo termine della prova per i pazienti con metastasi epatiche da cancro del colon-retto

Maggio 3, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Risultati a lungo termine del randomizzato di fase III studio EORTC 40983 intergruppo sono stati recentemente segnalati in The Lancet Oncology. L'osservata differenza del 4,1% in termini di sopravvivenza globale a cinque anni per i pazienti con metastasi epatiche inizialmente resecabili da carcinoma del colon-retto non è stato significativo per la chemioterapia perioperatoria con FOLFOX4 (acido folico, fluorouracile e oxaliplatino) rispetto alla sola chirurgia. Risultati precedenti di questo stesso studio hanno mostrato che la chemioterapia perioperatoria con FOLFOX4 aumenta la sopravvivenza libera da progressione (endpoint primario) rispetto alla sola chirurgia per questi pazienti. La sopravvivenza globale era un endpoint secondario, e il processo non è stato inizialmente alimentato per confrontare la sopravvivenza complessiva nei due gruppi. Di conseguenza, gli autori concludono che la chemioterapia perioperatoria con FOLFOX4 dovrebbe rimanere il trattamento di riferimento per questa popolazione di pazienti.

Prof. Bernard Nordlinger del Centre Hospitalier Universitaire Ambroise Parй, Assistance Publique-Hфpitaux de Paris, Universitй de Versailles, Boulogne- Billancourt, Francia, e membro del tratto Cancer Group EORTC gastrointestinale dice: "La chirurgia è attualmente l'unico trattamento potenzialmente curativo per metastasi epatiche resecabili, ma solo il 15-20% dei pazienti con metastasi epatiche inizialmente sono ammissibili per un trattamento chirurgico radicale. Inoltre, meno della metà dei pazienti che ricevono tale trattamento raggiungere sopravvivenza a 5 anni dopo resezione. Ciò è probabilmente dovuto al la presenza di malattia residua, così si è pensato che la chemioterapia adiuvante potrebbe aiutare questi pazienti ".

EORTC studio intergruppo 40.983 reclutati 364 pazienti di età compresa tra 18-80 anni con tumore del colon-retto e fino a quattro metastasi epatiche. I pazienti sono stati assegnati in modo casuale a uno FOLFOX4 perioperatorio, 182 pazienti, o la sola chirurgia, 182 pazienti. Di questi, undici pazienti per gruppo sono stati considerati ammissibili.




Ad un follow-up di 8,5 anni (range interquartile 7 • 6 anni-9 • 5 anni), il 59% di tutti i pazienti randomizzati nel gruppo chemioterapia perioperatoria era morto a fronte del 63% nel gruppo solo intervento chirurgico (Hazard ratio 0.88 , 95% intervallo di confidenza (IC) 0 • 68-1 • 14; p = 0 • 34). Sopravvivenza generale mediana è stata 61,3 mesi (95% CI 51,0-83,4) nei pazienti sottoposti a chemioterapia perioperatoria e 54,3 mesi (95% CI 41,9-79,4) per quelli che hanno ricevuto la sola chirurgia, mentre la sopravvivenza globale a 5 anni è pari al 51,2% (95% CI 43,6-58,3) nel gruppo chemioterapia perioperatoria e 47,8% (95% CI 40,3-55,0) nel gruppo sola chirurgia. Nei pazienti eleggibili (171 per gruppo), previsto per il 5 anni la sopravvivenza globale è stata del 52,4% nel gruppo chemioterapia perioperatoria rispetto al 48,3% nel gruppo solo intervento chirurgico.

Cinque pazienti (due pazienti nel gruppo chemioterapia perioperatoria e tre nella chirurgia unico gruppo) è deceduto a causa di complicazioni di un intervento chirurgico. Una morte supplementare nel gruppo chemioterapia perioperatoria era forse il risultato della tossicità del trattamento protocollo.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha