Risultati positivi per i pazienti sottoposti a trapianto di epatite C

Maggio 24, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Una nuova ricerca ha annunciato al fegato internazionale CongressTM 2014 oggi prevede una nuova speranza per il notoriamente difficile-to-treat popolazione di pazienti sottoposti a trapianto di fegato con ricorrenti dell'epatite C (HCV).

Come parte di un programma di uso compassionevole, 104 pazienti sottoposti a trapianto di fegato con post-HCV ricorrenti che avevano esaurito tutte le opzioni di trattamento e aveva poveri prognosi clinica, Sofosbuvir (SOF) e ribavirina (RBV) con interferone pegilato (PEG) ricevuti inclusi in medici ' discrezionalità per un massimo di 48 settimane. Tra i pazienti i cui risultati clinici sono stati riportati, il 62% ha raggiunto SVR12. Inoltre, il 62% dei pazienti ha avuto miglioramenti nelle condizioni cliniche associate a scompenso epatico (ad esempio, ascite ed encefalopatia) e/o miglioramento nei test di funzionalità epatica. SOF + RBV ± PEG è stato ben tollerato e ha portato ad alti tassi di soppressione virologica.

Assessore politica europea della EASL Professore Patrizia Burra dell'Unità Trapianti Multiviscerale, Padova University Hospital, Padova, Italia ha detto: "Non ci sono opzioni di trattamento efficace per questo gruppo di pazienti, tuttavia, questo nuovo processo che coinvolge la Sofosbuvir inibitore nucleotidico della polimerasi (SOF) ha. dimostrato risultati promettenti, fornendo un'ulteriore prova del suo potenziale clinico. "




"Per i pazienti con epatite C malattia epatica avanzata, il trapianto di fegato offrono una seconda possibilità", ha continuato il professor Burra ", e per coloro che continuano a soffrire post-intervento chirurgico, è importante per noi mantenere seguito tutte le vie possibili per migliorare la loro qualità di la vita. "

Altre ricerche rivelato presso l'International Liver CongressTM 2014 ha dimostrato che la maggior parte dei pazienti con epatite C da lieve ricorrenza diagnosticato un anno dopo il trapianto di fegato ha ottimi risultati a lungo termine.

Nel secondo studio, 172 pazienti che sono stati diagnosticati con epatite C da lieve recidiva un anno dopo l'intervento chirurgico di trapianto di fegato tra il 1999 e il 2012 sono stati seguiti per sei anni e mezzo, con tutte le variabili, donatori e riceventi trapianto rilevanti connesse registrati. La probabilità cumulativa di rigetto HCV cinque e 10 anni dopo trapianto di fegato erano 3% e 10%, rispettivamente.

Tuttavia un terzo di questi pazienti sono ancora a rischio di andare a sviluppare cirrosi, dimostrando ulteriormente la necessità di antivirale pre terapia o post-trapianto.

L'infezione da epatite C è una causa comune di trapianto di fegato, con patologie legati ai virus che comprende il 40% delle indicazioni principali per il trapianto di fegato in Europa tra i pazienti con cirrosi.

Più di 5.500 trapianti di fegato sono attualmente svolti in Europa ogni anno.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha