Risultati promettenti di sperimentazione diabete Fase I

Marzo 20, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Risultati promettenti della fase I di sperimentazione clinica del farmaco generico BCG (bacillo di Calmette-Guerin) per il trattamento del diabete di tipo avanzato I sono stati annunciati 26 giugno alle sessioni scientifiche dell'American Diabetes Association a San Diego. Un gruppo di ricerca guidato da Denise Faustman, MD, PhD, direttore del Massachusetts General Hospital (MGH) Immunobiology Laboratorio presenta due abstract (No. 2240-PO e n 0057-LB) - la prima che descrive la riproduzione apparente pazienti umani del meccanismo che ha invertito il diabete di tipo 1 in un modello di topo e il secondo propone che la mancanza di una parte fondamentale di tale meccanismo può spiegare perché recenti studi di una terapia del diabete a base di anticorpi non hanno avuto successo. La Fondazione Iacocca è stato il principale sostenitore di questo lavoro.

"Abbiamo scoperto che anche basse dosi di BCG potrebbe transitoriamente invertire il diabete di tipo 1 in pazienti umani", spiega Faustman. "Uno dei componenti chiave di questo studio è stato il nostro sviluppo di un modo per misurare la morte delle cellule T autoreattive che distruggono la capacità del pancreas di produrre insulina. Non solo abbiamo osserviamo e misuriamo la morte di questi auto-targeting immune cellule, ma abbiamo anche visto la prova di ripristino della produzione di insulina anche in pazienti che hanno avuto il diabete di tipo 1 per più di un decennio. "

Un farmaco generico con 90 anni di dati di sicurezza, BCG è attualmente approvato dalla FDA statunitense per la vaccinazione contro la tubercolosi e per il trattamento del cancro della vescica. BCG è noto per elevare i livelli di modulatore immunitario fattore di necrosi tumorale (TNF), che precedenti lavori nel laboratorio del Faustman mostrato in grado di eliminare temporaneamente le anomali globuli bianchi responsabili diabete di tipo 1 in entrambi gli esseri umani e topi. La fase I in doppio cieco studio clinico ha arruolato sei pazienti affetti da diabete di tipo 1-lungo termine, con diagnosi per una media di 15 anni. I partecipanti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere due iniezioni di entrambi BCG o un placebo distanziati di quattro settimane.




I campioni di sangue da parte dei partecipanti con diabete sono stati confrontati con campioni provenienti da sei partecipanti non diabetici e con campioni di riferimento da 75 altri individui con diabete e 15 senza. Quattro misurazioni sono stati analizzati per ciascun campione - livelli di cellule T autoreattive; livelli delle cellule T regolatrici che aiutano a controllare la risposta immunitaria; livelli di autoanticorpi GAD, che sono un indicatore di attività del pancreas; e livelli di C-peptide, un marker di secrezione di insulina.

La maggior parte dei partecipanti trattati con BCG mostrato incrementi sia la morte delle cellule T autoreattive e dei livelli delle cellule T regolatrici protettivi. Una elevazione temporanea ma statisticamente significativo nei livelli di C-peptide, suggerendo un ripristino della produzione di insulina, è stato osservato anche nei pazienti trattati con BCG. Inaspettatamente, le stesse risposte sono state osservate in uno dei pazienti trattati con placebo, che, dopo l'iscrizione nello studio, coincidenza sviluppato l'infezione con il virus di Epstein-Barr, che è noto per indurre l'espressione di TNF.

"Questi dati supportano la nostra ipotesi che BCG può beneficiare diabete umano di tipo 1, stimolando i livelli di TNF", afferma Faustman. "I dati del paziente con infezione da EBV mostrano che l'induzione dell'espressione TNF da fonti diverse può essere stato un elemento mancante in due recenti, di fase III di sperimentazione riuscita che testato gli anticorpi contro la molecola immunitaria CD3 in tipo 1 pazienti diabetici. Queste prove sono state specificamente al fine di evitare la riattivazione qualsiasi infezione da EBV latente, ma il blocco di attivazione EBV potrebbe anche bloccare espressione TNF. "

Oltre a fornire un finanziamento importante per la studio di Fase I ormai completata, la Fondazione Iacocca è impegnata in un ruolo di leadership nella sperimentazione clinica di fase II che è stato avviato in MGH all'inizio di questo mese. Attualmente 8,5 milioni dollari sono stati raccolti su un totale di $ 25 milioni necessari per condurre lo studio di Fase II nel corso dei prossimi tre anni.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha