Rivaccinazione potrebbe beneficiare i bambini affetti da HIV, revisione suggerisce

Maggio 18, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Bambini HIV-infetti sottoposti a terapia antiretrovirale altamente attiva (HAART) possono richiedere rivaccinazione per mantenere l'immunità contro le malattie prevenibili. Rimane nessuna raccomandazione standard o ufficiale in rivaccinazione dei bambini che ricevono HAART, un intervento efficace nel ridurre la morbilità e la mortalità nei bambini con infezione da HIV. I ricercatori della Bloomberg School of Public Health Johns Hopkins reviewed pubblicato i dati per valutare la risposta immunitaria di questi bambini a vaccini e ha scoperto che la maggior parte dei bambini trattati con HAART rimasti sensibili alle malattie prevenibili con i vaccini, ma hanno risposto bene a rivaccinazione.

Il loro commento è stato pubblicato nel numero di settembre di The Lancet Infectious Diseases.

"La maggior parte dei bambini in terapia antiretrovirale risposto a rivaccinazione, anche se la ricostituzione immunitaria non è stato sufficiente a garantire l'immunità a lungo termine per alcuni bambini", ha detto William Moss, MD, MPH, autore senior della rivista e professore associato con il Dipartimento di Epidemiologia della Bloomberg School . "A causa degli effetti progressivi di infezione da HIV sulla capacità del sistema immunitario di montare una risposta efficace, molti bambini infetti hanno risposte più poveri ai vaccini di quanto non facciano i bambini non infetti. Inoltre, un minor numero di bambini infettati da HIV raggiungere l'immunità protettiva, e quelli che non potrebbe sperimentare una maggiore e più rapido declino dell'immunità. Questi risultati suggeriscono che i bambini in terapia antiretrovirale beneficerebbero di rivaccinazione, ma i livelli di immunità protettiva potrebbero avere bisogno di essere monitorati e alcuni bambini possono avere bisogno di ulteriori dosi di vaccino per garantire l'immunità protettiva ".




Ricercatori recensione 38 studi pubblicati per stabilire se i bambini con infezione da HIV in terapia antiretrovirale hanno immunità protettiva per malattie prevenibili con i vaccini e per valutare le risposte immunitarie a breve e lungo termine per la vaccinazione dei bambini dato HAART. A breve termine è stato definito come inferiore o uguale a 3 mesi, e lungo termine è stato definito come superiore a 3 mesi. Essi hanno scoperto che HAART partire nell'infanzia, prima del ricevimento di vaccini di routine, potrebbe conservare l'immunità alle malattie prevenibili con i vaccini. Attualmente, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) raccomanda di dare maggior parte dei vaccini di routine dell'infanzia per i bambini con infezione da HIV, ma non fa raccomandazioni su rivaccinazione.

"Occorre un impegno costante per identificare e curare i bambini affetti da HIV in giovane età e in fasi precedenti della malattia", ha detto Catherine Sutcliffe, PhD, autore principale della rivista e un socio di ricerca con il Dipartimento di Epidemiologia della Scuola di Bloomberg. "Le politiche e le strategie di vaccinazione per i bambini affetti da HIV in HAART dovrebbero essere sviluppate in regioni di alta prevalenza di HIV al fine di garantire un adeguato individuale e immunità della popolazione. Senza tali raccomandazioni, come i programmi di trattamento scala e più bambini ricevono HAART e vivono in adolescenza e l'età adulta, una quota maggiore di questi bambini potrebbero essere suscettibili alle malattie infantili. "

"I bambini con infezione da HIV trattati con HAART devono essere rivaccinati?" è stato scritto da Catherine e William Sutcliffe Moss.

Questa recensione è stata sostenuta dal Canadian Institutes of Health Research e il National Institute of Allergy e Malattie infettive.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha