RNA insoliti legati alla cronica Leucemia, può aiutare trattarla

Aprile 14, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

CLL colpisce alcune 9.700 americani ogni anno, il che rende la leucemia adulta più comune nel mondo.

Thestudy trovato che la perdita di due geni per la produzione di piccoli moleculesknown come microRNA permette alle cellule danneggiate di sopravvivere, piuttosto thannormally autodistruggersi prima che diventino cancerose.




"Ourfindings mostrano che i geni microRNA sono coinvolti nello sviluppo ofCLL", spiega il ricercatore principale Carlo M. Croce, professore e presidente del Dipartimento di Virologia Molecolare, Immunologia e Genetica Medica atOhio Stato, e direttore del Programma di Genetica Umana Cancer theOSU Comprehensive Cancer Center. "Hanno anche suggeriscono fortemente thatmicroRNAs potrebbero essere utilizzate terapeuticamente per CLL e probabilmente othercancers."

La ricerca è pubblicata on-line, in questo numero degli Atti della National Academy of Science.

Thetwo geni microRNA sono conosciute come miR-15 e miR-16. Lavori precedenti ha portato byCroce mostrato che circa il 65 per cento dei pazienti affetti da LLC ha il cancro cellsthat mostrano la perdita o il danneggiamento di questi geni.

Questo studyshows che le due microRNA interagiscono strettamente con una proteina nota asBcl-2. Che la proteina si ferma cellule da autodistruzione attraverso un naturalprocess noto come apoptosi. (Nel 1984, Croce ha guidato la ricerca thatdiscovered il gene Bcl-2.)

Nelle cellule CLL e cellule da otherkinds di cancro, la proteina Bcl-2 è presente in highlevels anormalmente. Questo impedisce alle cellule maligne da autodistruzione come theyshould e porta alla crescita tumorale. In circa il 95 per cento dei casi di LLC, gli scienziati non sapevano perché Bcl-2 era presente a livelli elevati. Thecurrent carta ora risponde a questa.

Croce e la sua colleaguesdiscovered che i miR-15 e miR-16 microRNA svolgono un rolein importante controllare Bcl-2 livelli, normalmente tenerli bassi. Quando i geni twomicroRNA sono persi - come spesso accade in CLL - i livelli di Bcl-2rise, le cellule non autodistruzione come si deve, permettendo tooccur cancro.

Croce ed i suoi colleghi hanno esplorato il rapporto tra miR-15 e miR-16 in diversi esperimenti.

Peresempio, i ricercatori hanno confrontato le cellule di 26 pazienti affetti da LLC withcells da quattro individui sani. Le cellule normali mostravano highlevels dei due microRNA e bassi livelli della proteina Bcl-2; cellule theCLL mostrato proprio il contrario: bassi livelli di due microRNA andhigh livelli della proteina Bcl-2.

In un altro esperimento, theresearchers utilizzate cellule leucemiche coltivate in laboratorio che avevano perso i twomicroRNAs. Queste cellule hanno mostrato alti livelli di Bcl-2.

Forse mostimportantly, quando i ricercatori hanno poi messo i geni per miR-15 e miR-16into le cellule, i livelli di Bcl-2 è sceso e le cellule hanno cominciato toself-distruzione attraverso l'apoptosi.

"Questa scoperta è significativa, e suggerisce anche che miR-15 e miR-16 forniscono un effectivetherapy per i tumori che iperesprimono Bcl-2", dice Croce. "È alsosuggests che la perdita di miR-15 e miR-16, e la resultingover-espressione di Bcl-2, è il meccanismo principale di CLLdevelopment umana in una grande frazione dei casi."

Finanziamento da NationalCancer Institute, il Ministero della Salute Pubblica italiana, la ItalianMinistry di ricerca universitaria, l'Associazione Italiana di CancerResearch e un premio Kimmel Scholar sostenuto questa ricerca.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha