Ruolo dello stress ossidativo nelle malattie deve essere rivalutata: la detenzione preventiva per gli agenti ossidanti

Giugno 20, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Cancro, di Alzheimer, arteriosclerosi - l'elenco delle malattie che sono stati collegati allo stress ossidativo è lunga e comprende anche il molto processo di invecchiamento. Lo stress ossidativo è causato dai cosiddetti composti ossigenati reattivi, tra cui il famigerato "radicali liberi". Se una cella viene esposto a composti ossigenati più reattivi di quanto può immediatamente degradare, è sotto stress ossidativo. Di conseguenza, componenti importanti come proteine, DNA e lipidi sono ossidati e quindi danneggiarsi.

Per determinare se una cella è sotto stress ossidativo, scienziati spesso analizzare lo stato di ossidazione del glutatione. Il glutatione è una piccola molecola che viene ossidato per proteggere la cella da composti reattivi dell'ossigeno. In teoria, la quantità di glutatione ossidato dovrebbe pertanto indicare se una cellula è sana o sotto stress ossidativo. Tuttavia, i ricercatori nella squadra di professore (PD) Dr. Tobias Dick hanno dimostrato che questa ipotesi, che è alla base di un gran numero di studi scientifici, è ingannevole.




"Fino ad ora, è stato necessario distruggere le cellule al fine di misurare la quantità di glutatione ossidato," spiega Tobias Dick. "Tuttavia, questo significa che qualsiasi risoluzione spaziale è perso." Pertanto, praticamente nulla si sapeva dove esattamente glutatione ossidato si trova nelle cellule. Gli scienziati hanno presunto che rimane nel citoplasma, in cui si forma.

Per saperne di più circa il luogo di glutatione nella cellula, Tobias Dick e collaboratori hanno sviluppato biosensori che indicano lo stato di ossidazione del glutatione in cellule intatte rilasciando segnali luminosi. In cellule di lievito, i ricercatori potevano, per la prima volta, di seguire il percorso di glutatione ossidato attraverso la cellula vivente in tempo reale. Furono sorpresi di scoprire che, invece di rimanere nel citoplasma, prontamente viene rinchiuso in un deposito sicuro, il vacuolo.

Il citoplasma, dove tutti i più importanti processi metabolici cellulari accadere, è quindi affidabile protetto dal danno ossidativo. Cellule che sarebbero stati considerati sotto stress ossidativo utilizzando il metodo convenzionale apparivano tutto sana nel loro citoplasma. Tobias Dick e la sua squadra potrebbe successivamente dimostrano che questo è vero non solo per le cellule di lievito, ma anche per varie cellule di mammifero e anche per le cellule tumorali.

Questi risultati indicano che - contrariamente alle idee precedentemente sostenute - il livello di glutatione ossidativo non indica se una cella è sotto stress ossidativo. "Pertanto, è importante rivalutare studi precedenti che hanno stabilito un legame tra stress ossidativo e varie malattie sulla base del metodo convenzionale."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha