Salute del cuore: rivestimento stent con la vitamina C potrebbe ridurre i rischi di coagulazione

Aprile 10, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Ogni anno, oltre 1 milione di persone negli Stati Uniti che hanno subito attacchi di cuore o dolore al petto da arterie bloccate hanno tubi piccoli maglia chiamati stent inseriti nei loro vasi sanguigni per sostenere aperte. La procedura ha salvato molte vite, ma ha ancora negativi potenzialmente mortali. Ora gli scienziati stanno segnalando in ACS rivista Langmuir che gli stent di rivestimento con la vitamina C potrebbe ridurre ulteriormente i rischi degli impianti.

Eagappanath Thiruppathi e Gopinath Mani notare che gli stent di oggi hanno percorso una lunga strada fin dalla loro prima introduzione. Oggi, vengono rivestiti con farmaci che possono prevenire le arterie colpite da reclogging. Il problema è che circa 10.000 a 50.000 persone che ricevono questi stent medicati sviluppare qualcosa chiamato "stent trombosi tardiva" (LST), una complicazione potenzialmente mortale che si verifica quando i coaguli si formano e ri-blocco delle arterie. Anche se i farmaci sulla stent sono utili nella maggior parte dei casi, potrebbero essere responsabili di problemi di altri. I composti prevengono la crescita di cellule muscolari lisce che possono ostruire la zona interessata, ma possono anche prevenire la crescita di cellule endoteliali utili che, in aggiunta ai farmaci, sono fondamentali per prevenire LST. Thiruppathi e Mani hanno cercato di trovare un modo per affrontare questo problema.

Precedenti ricerche hanno dimostrato che la vitamina C potrebbe essere una buona alternativa o aggiunta ai farmaci attualmente utilizzati per stent cappotto. Il nutriente essenziale inibisce cellule muscolari lisce e incoraggia cellule endoteliali - solo i tratti gli scienziati stavano cercando. Così hanno trovato un modo per successo cappotto un materiale stent comune con la vitamina C in modo che avrebbe rilasciato il nutriente lentamente nel tempo. Essi hanno concluso che questa tecnica potrebbe essere utile per fare stent e altri dispositivi medici impiantabili più sicuri.




(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha