Salute delle donne anziane nei paesi sviluppati continua a migliorare: Gap con i paesi in via di sviluppo cresce

Aprile 17, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Le misure adottate nei paesi sviluppati a ridurre le malattie non trasmissibili - le principali cause di morte a livello mondiale - hanno migliorato l'aspettativa di vita delle donne dai 50 anni di età nel corso degli ultimi 20 o 30 anni. Ma, secondo uno studio che sarà pubblicato nel Bollettino dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, il 2 settembre, il divario nell'aspettativa di vita tra queste donne nei paesi ricchi e poveri sta crescendo.

Lo studio dell'OMS, uno di una raccolta di articoli in un numero speciale della rivista dedicato alla salute delle donne al di là di riproduzione, ha rilevato che le principali cause di morte delle donne tra i 50 anni e più di tutto il mondo sono le malattie cardiovascolari (malattie cardiache e ictus) e tumori , ma che nei paesi in via di sviluppo queste morti si verificano in età precoce che nel mondo ricco.

Lo studio è uno dei primi ad analizzare le cause di morte delle donne tra i 50 anni e più da una vasta gamma di paesi. I suoi risultati suggeriscono che la prevenzione, l'individuazione e il trattamento delle malattie non trasmissibili sono attualmente inadeguati in molti paesi.




"Data la sostanziale riduzione della mortalità materna e l'aumento del numero di donne anziane negli ultimi 10 anni, i sistemi sanitari nei paesi a basso e medio reddito deve regolare di conseguenza, altrimenti questa tendenza continuerà ad aumentare", ha detto il dottor John Beard , direttore (OMS) Department of Ageing and Life Course dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e uno degli autori dello studio.

"Cambiare le esposizioni delle donne nelle fasi precedenti della loro vita, in particolare in relazione alla salute sessuale, il tabacco e il consumo nocivo di alcol, è essenziale per invertire l'epidemia di malattie croniche", ha detto Beard.

Ci sono modi noti e convenienti per affrontare queste malattie non trasmissibili comuni, tra cui la prevenzione, la diagnosi precoce e la gestione della pressione alta, obesità e colesterolo alto e lo screening e il trattamento per i tumori.

"Il modo migliore per affrontare queste condizioni nei paesi a basso e medio reddito è quello di costruire sui servizi sanitari esistenti, in modo che possano essere individuati presto e gestiti con trattamento efficace", ha detto Beard. "Così, per esempio, i servizi di assistenza sanitaria materna in grado di fornire la corretta rilevazione e gestione del diabete gestazionale per aiutare a prevenire le madri di diventare sovrappeso o diabetici più tardi nella vita."

I paesi sviluppati hanno adottato misure per affrontare queste condizioni nel corso degli ultimi 20 o 30 anni ed i risultati mostrano. Secondo lo studio dell'OMS, un minor numero di donne tra i 50 anni e più in questi paesi stanno morendo di malattie cardiache, ictus e diabete di 30 anni fa e questi miglioramenti di salute hanno contribuito più di aumentare l'aspettativa di vita delle donne all'età di 50.

A 50 anni, le donne in Germania e Giappone hanno guadagnato 3,5 anni nella speranza di vita - grazie ai miglioramenti in queste aree di salute - e possono aspettarsi di vivere oggi, rispettivamente, a 84 e 88 anni.

In Francia, il Regno Unito e il Cile, l'aspettativa di vita di 50 anni, le donne è aumentato di circa 2,5 anni a 36,7, 34,4 e 34,3 anni, in modo che essi possono aspettarsi di vivere fino a 83 o 84 anni, grazie ai miglioramenti in queste salute aree, lo studio ha mostrato.

Nel frattempo, in Messico e la Federazione russa, l'aspettativa di vita di 50 anni, le donne è aumentata più lentamente, di 2,4 e 1,2 anni, in modo che possano aspettarsi di vivere fino all'età di 80 e 78 anni, che ha dimostrato.

Mentre l'incidenza del cancro al seno sia complessivamente aumentato durante lo stesso periodo di 30 anni, ci sono stati meno al seno e il cancro del collo dell'utero decessi tra le donne dai 50 anni di età a causa della fornitura di una diagnosi precoce e trattamento tempestivo.

Tra il 1970 e il 2010, i decessi femminili in questa fascia di età da malattie cardiovascolari e diabete sono diminuiti in media del 66% in 11 paesi ricchi: Cile, Francia, Germania, Grecia, Giappone, Nuova Zelanda, Messico, Polonia, Federazione Russa, gli Emirati Unito e Stati Uniti d'America, lo studio ha mostrato.

CHI è 194 Stati membri hanno concordato un piano d'azione globale per la prevenzione e il controllo delle malattie non trasmissibili (NCD) presso l'Assemblea Mondiale della Sanità nel mese di maggio. Il piano propone misure che i paesi possono adottare per affrontare queste malattie nel corso dei prossimi sette anni.

"Sappiamo che le misure proposte nel Piano Globale dell'OMS NCD azione 2013-2020 sono efficaci nel ridurre il bilancio di morti e malattie da malattie non trasmissibili. Questo studio sottolinea quanto sia importante per tutti i paesi ad abbracciare il piano d'azione globale dell'OMS e put in pratica ", ha detto il dottor Oleg Chestnov, Assistente del Direttore Generale per le malattie non trasmissibili e la salute mentale.

"Gli obiettivi del piano d'azione, tra cui una riduzione relativa del 25% della mortalità complessiva di uomini e donne di età compresa tra i 30 ei 70 anni a causa di malattie cardiovascolari, il cancro, il diabete o le malattie respiratorie croniche, dovrebbe essere una priorità per tutti i partner di sanità pubblica e di sviluppo, "Chestnov detto.

I paesi si sono riuniti in occasione dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite nel settembre 2011 ha accettato di intervenire per affrontare le malattie non trasmissibili in una dichiarazione politica della riunione ad alto livello dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite sulla prevenzione e il controllo delle malattie non trasmissibili.

Oggi, ci sono circa 280 milioni di donne di età compresa tra 50 anni e vivere più anziani nelle regioni sviluppate e circa 550 milioni di loro nei paesi in via di sviluppo. Ma, nel 2050, quasi un quinto (19%) della popolazione mondiale sarà donne tra i 50 anni e più, con 379 milioni di queste donne che vivono in regioni sviluppate e 1,5 miliardi dei quali nelle regioni meno sviluppate, lo studio mostra.

"Il fatto che le malattie non trasmissibili colpiscono queste donne in età più precoce nei paesi meno sviluppati ha importanti implicazioni, come queste morti sono devastanti per gli individui, le famiglie e le società", ha detto Beard.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha