Sangue del cordone ombelicale non è adatto per la valutazione del rischio di allergia

Giugno 2, 2016 Admin Salute 0 6
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Per anni, gli ospedali ed i ricercatori hanno testato i campioni di sangue dal cordone ombelicale dei neonati per valutare il rischio di allergia. Ora uno studio ha rivelato che il biomarker nel sangue che indica il fattore di rischio per l'allergia viene spesso dalla madre piuttosto che il suo bambino.

Sangue del cordone è stato utilizzato per indicare il rischio di allergia

Le allergie si verificano quando i meccanismi di difesa del malfunzionamento del sistema immunitario e delle sostanze normali riconosciuto male di entrare nel corpo come invasori patogeni. Gli anticorpi sono parte del nostro arsenale biochimico per la lotta contro virus, batteri, parassiti e altre sostanze estranee, ma durante una reazione allergica l'anticorpo, noto come IgE, è diretto contro le sostanze normalmente innocui, come l'erba polline, noci, animali o uova. Asma e allergie sono malattie croniche che riducono la qualità della vita e rappresentano un onere economico per la società.




I nuovi genitori hanno quindi già stato chiesto se vorrebbero ospedali per valutare il rischio dei loro bambini correre di sviluppare allergie nell'infanzia. Ospedali Test rischio misurando la quantità di IgE nel sangue del cordone ombelicale. I risultati sono quindi utilizzati per determinare la necessità per la profilassi allergia, ad esempio se i bambini hanno bisogno di una speciale anallergici succedanei del latte.

Il Biomarker nasce dalla madre

Tuttavia, i ricercatori di COPSAC (Copenhagen Studies on Asthma in Childhood) presso la Facoltà di Scienze della Salute, Università di Copenhagen recentemente scoperto indicazioni che IgE nel sangue del cordone ombelicale potrebbe provenire dalla madre, e ha deciso di condurre uno studio focalizzato su questo .

Hanno misurato l'importo totale se IgE nel sangue del cordone ombelicale in 243 neonati. I ricercatori successivamente determinate quante IgE originato dalla madre utilizzando analisi ipersensibili di IgE nel sangue del cordone ombelicale, sangue dalla madre, e il sangue dal bambino sei mesi dopo la nascita.

"Abbiamo scoperto che circa la metà dei test con aumento dei livelli di IgE nel sangue ombelicale erano dovuti IgE dalla madre," Dr. Klaus Bшnnelykke, PhD, dice. "Questo potrebbe spiegare perché molti studi hanno dimostrato scarsi risultati l'uso di cordone ombelicale IgE. In futuro, se vogliamo usare il sangue dal cordone ombelicale per valutare il rischio di sviluppare l'asma infantile o allergia dobbiamo prendere il trasferimento di IgE dalla madre in considerazione. O ci sarà bisogno di trovare un altro metodo. "

La scoperta è stata pubblicata nel Journal of Allergy e Immunologia Clinica.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha