Sarà La Healthcare lavoratori vanno a lavorare durante i disastri?

Aprile 5, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

In caso di catastrofe, ottenere cure alle vittime è in cima alla attenzione di tutti. Ma chi fornirà che la cura "In due studi da presentare al 2007 Society for Academic Emergency Medicine (SAEM) Annual Meeting, i ricercatori hanno esaminato i fattori che possono influire sia gli operatori sanitari e personale di supporto dovrebbero presentarsi al lavoro durante un disastro.

Linda Kruus, PhD, del Dipartimento di Medicina di Emergenza della Temple University Medical School, in collaborazione con il Centro Temple University di preparazione ricerca, istruzione e pratica e il Sistema Sanitario Response & Emergency Preparedness Institute Temple University, operatori sanitari intervistati da cinque ospedali urbani che avevano visto i video e le presentazioni scritte di tre scenari ipotetici: un tripudio del pubblico, un focolaio di malattie infettive e di un calo di tensione regionale.

I lavoratori erano più disposti a lavorare quando hanno ritenuto che il loro ruolo in un disastro era importante, e che potrebbero essere efficaci in quel ruolo. Erano anche più propensi a lavorare quando si sentivano viaggiare sicuri al lavoro e nei luoghi di lavoro, credevano contrarre una malattia sarebbe improbabile, erano meno preoccupati per esporre i familiari di una malattia, e si sono sentiti sostenuti dalla famiglia nella loro decisione di lavorare. Dal momento che il personale di supporto e gli amministratori forniscono servizi essenziali in caso di disastri, liberando i medici e gli infermieri per esigenze mediche, questa indagine è stato importante per scoprire i fattori che potrebbero tenere molti tipi di operatori sanitari chiave a casa. Secondo Kruus, "I lavoratori vogliono sapere che il loro ruolo sarà significativo. E, se si mettono là fuori per il bene degli altri, che la loro istituzione, a sua volta, prenderà cura di loro e le loro famiglie."




Charlene Irvin, MD, della John Hospital St. e Medical Center, Wayne State University School of Medicine, hanno esaminato quasi 200 infermieri, medici e altri operatori ospedalieri in merito a una epidemia di influenza aviaria ipotetico. Solo il 50% dei lavoratori ha detto "Sì," avrebbero presentarsi al lavoro, con il 42% risponde "Forse", e un altro 8% risponde "No, anche se io avrei perso il mio lavoro." L'autore ritiene che questo possa ancora rappresentare una sovrastima del numero di persone che rispondono a lavorare come molti lavoratori potrebbero sentirsi obbligati su un sondaggio di rispondere "Sì". Tuttavia, in una vera e propria pandemia, con i vicini di morire, possono sentirsi costretti a rimanere a casa con le loro famiglie. I lavoratori devono credere che saranno protetti e devono essere fornite informazioni precise sulle misure in atto per evitare che venga infettato.

Battage mediatico ha aumentato il fattore paura relativa pandemie influenzali con i rapporti di mortalità di quasi il 50%, ma molti esperti ritengono il tasso di mortalità reale può essere più vicino alla pandemia del 1918 a meno del 5%. La mancanza di informazioni accurate può causare molti più lavoratori di rimanere a casa. "Se la paura e l'incertezza sono autorizzati a prendere in consegna, molti più lavoratori stare lontano, e il personale pandemia risulteranno insufficienti, complicando il disastro ancora più", afferma Dr Irvin.

La prima presentazione di cui sopra è intitolato "Personale sanitario risposta alle catastrofi Conditions" di Linda K Kruus, PhD, David J Karras, MD, Brenda Seals, PhD, MPH, Chad Thomas, MPH, e Gerald Wydro, MD. Sarà presentato al SAEM Annual Meeting, 16-19 Maggio 2007, Chicago, IL il Sabato 19 maggio 2007, nella sessione poster con inizio alle 13:00 nel fiume Exhibition Halls A & B del Sheraton Chicago Hotel & Towers. Questo progetto è finanziato, in parte, in una sovvenzione con il Dipartimento della Salute della Pennsylvania. Il Dipartimento declina qualsiasi responsabilità per eventuali analisi, interpretazioni o conclusioni.

La seconda presentazione di cui sopra è "Survey of Response Hospital Health Care Professionals 'Durante una potenziale pandemia di influenza aviaria: saliranno al lavoro"di Charlene Irvin, MD, Lauren Cindrich, William Patterson, e Anthony Southall, MD Sarà. presentato il Mercoledì, 16 maggio in occasione della sessione Disaster inizio alle 15:30 in sala A del Michigan Sheraton Chicago Hotel & Towers. Abstracts dei documenti presentati sono pubblicati nel Volume 14, Issue 5S, il supplemento di maggio 2007 del ufficiale giornale della SAEM, Academic Emergency Medicine.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha