Scansione per il cancro della pelle: sistema a infrarossi cerca il melanoma mortale

Maggio 23, 2016 Admin Salute 0 15
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Il prototipo di sistema funziona, cercando per la piccola differenza di temperatura tra tessuto sano e un tumore in crescita.

I ricercatori hanno iniziato uno studio pilota di 50 pazienti della Johns Hopkins per determinare how specifico e sensibile il dispositivo è nella valutazione melanomi e lesioni precancerose. Ulteriori test paziente e la raffinatezza della tecnologia sono necessari, ma se il sistema funziona come immaginato, potrebbe aiutare i medici affrontare un grave problema di salute: Il National Cancer Institute ha stimato che 68.720 nuovi casi di melanoma sono stati segnalati negli Stati Uniti nel 2009; ha attribuito 8.650 morti per la malattia.




Per scongiurare tali decessi, i medici devono individuare una talpa che può essere il melanoma in una fase iniziale, fase curabile. Per fare questo, i medici ora cercano indizi soggettivi, come la dimensione, la forma e la colorazione di una talpa, ma il processo non è perfetto.

"Il problema con diagnosi di melanoma nel 2010 è che non abbiamo alcun modo obiettivo per diagnosticare questa malattia", ha detto Rhoda Alani, professore aggiunto presso la Johns Hopkins Kimmel Cancer Center e professore e presidente della dermatologia all'università scuola di Boston di Medicina. "Il nostro obiettivo è quello di dare una misura oggettiva se una lesione può essere maligna. Si potrebbe prendere molto del congetture di screening dei pazienti per il cancro della pelle."

Con questo obiettivo in mente, Alani ha collaborato con esperti di trasferimento di calore Cila Herman, professore di ingegneria meccanica in Johns Hopkins 'Whiting Facoltà di Ingegneria. Tre anni fa, Herman ha ottenuto una borsa di 300 mila dollari National Science Foundation per sviluppare nuovi modi per rilevare variazioni di temperatura del sottosuolo. Lavorare con Muge Pirtini, uno studente di dottorato di ingegneria meccanica, Herman rivolto la sua ricerca a misurare le differenze di calore appena sotto la superficie della pelle.

Poiché le cellule tumorali si dividono più rapidamente rispetto alle cellule normali, in genere generano più l'attività metabolica e rilasciare più energia sotto forma di calore. Per rilevare questo, Herman utilizza una telecamera a infrarossi altamente sensibile in prestito dalla Johns Hopkins Applied Physics Laboratory. Normalmente, la differenza di temperatura tra le cellule cancerose pelli e sani è estremamente piccolo, così Herman e Pirtini ideato un modo per fare la differenza spiccano. Innanzitutto, si raffreddano la pelle di un paziente con un burst innocuo un minuto di aria compressa. Quando il raffreddamento viene interrotta, registrano immediatamente immagini infrarosse della zona bersaglio pelle per due o tre minuti. Le cellule tumorali tipicamente riscaldare più rapidamente rispetto al tessuto sano circostante, e questa differenza può essere catturato dalla telecamera a infrarossi e visualizzati attraverso l'elaborazione di immagini sofisticate.

"Il sistema è in realtà molto semplice", ha detto Herman. "L'immagine infrarossa è simile alle immagini viste attraverso occhiali a infrarossi In questa applicazione medica, la tecnologia stessa è invasiva;. L'unico inconveniente per il paziente è il raffreddamento."

Lo studio pilota, è stato progettato per determinare quanto la tecnologia in grado di rilevare il melanoma. Per provarlo, lesioni dermatologo identificati subiscono scansione termica con il nuovo sistema, e quindi una biopsia viene eseguita per determinare se il melanoma è effettivamente presente.

"Ovviamente, c'è un sacco di lavoro da fare", ha detto Herman. "Abbiamo bisogno di mettere a punto lo strumento - il sistema di scansione e il software -. E sviluppare criteri diagnostici per lesioni cancerose Quando la ricerca e la raffinatezza sono fatto, speriamo di essere in grado di dimostrare che il nostro sistema può trovare il melanoma in una fase iniziale prima che si diffonde e diventa pericolosa per il paziente. "

Alani, l'esperto di cancro della pelle, è anche cautamente ottimista. "Noi, a questo punto, non siamo in grado di dire che questo strumento è in grado di sostituire il giudizio clinico di un dermatologo, ma prevediamo che questo sarà utile come strumento per aiutare a diagnosticare in fase precoce del melanoma", ha detto Alani. "Siamo molto incoraggiati circa la promessa di questa tecnologia per migliorare la nostra capacità di impedire alle persone di realtà morire di melanoma."

I ricercatori prevedono un sistema di scansione portatile che dermatologi potrebbero utilizzare per valutare talpe sospetti. La tecnologia potrebbe anche essere incorporato in un sistema full-body-scanning per i pazienti con un elevato numero di lesioni pigmentate, hanno detto.

Il sistema di scansione cancro della pelle è protetta sotto una domanda di brevetto internazionale presentata dall'ufficio di trasferimento Johns Hopkins Tecnologia, con Herman, Alani e Pirtini elencati come gli inventori. È stato raggiunto alcun accordo di commercializzazione, ma il personale di trasferimento tecnologico si è impegnata in trattative con gli investitori e le imprese in materia di dispositivi medici possibili accordi di licenza. Eventuali accordi commerciali che coinvolgono gli inventori sarebbero gestiti dalla Johns Hopkins University in conformità con le sue politiche di conflitto di interesse.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha