Scarico automatico legato alla ispessimento delle arterie, possibile aumento del rischio di attacco di cuore

Maggio 15, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Swiss, California e ricercatori spagnoli hanno scoperto che le particelle di gas di scarico di auto possono portare alla ispessimento delle pareti delle arterie, eventualmente aumentando le probabilità di un attacco di cuore e ictus.

In uno studio riportato questa settimana sulla rivista PLoS ONE, i ricercatori hanno utilizzato ultrasuoni per misurare lo spessore della parete carotidea arteria di 1.483 persone che vivevano vicino autostrade nella zona di Los Angeles. I ricercatori hanno preso queste misurazioni ogni sei mesi per circa tre anni, e correlati con le stime dei livelli di particolato all'aperto a casa i partecipanti allo studio.

Essi hanno scoperto che lo spessore della parete dell'arteria tra coloro che vivono nel raggio di 100 metri (328 piedi) di una strada sono aumentate di 5,5 micrometri - un ventesimo dello spessore di un capello umano - ogni anno, o più del doppio la progressione media osservata nei partecipanti allo studio.




"Per la prima volta, abbiamo dimostrato che l'inquinamento atmosferico contribuisce alla formazione precoce di malattie cardiache, nota come l'aterosclerosi, che è collegato a quasi la metà dei morti in società occidentali e di una parte crescente di decessi nelle nazioni in rapida industrializzazione dell'Asia e l'America Latina ", ha detto il co-autore Michael Jerrett, UC Berkeley, professore associato di scienze della salute ambientale. "Le implicazioni sono che controllando l'inquinamento atmosferico da traffico, potremmo vedere i benefici molto più grandi per la salute pubblica di quanto pensassimo in precedenza."

"Questo studio colma un vuoto importante tra gli studi che collegano la mortalità per inquinamento atmosferico e quelli che hanno riportato cambiamenti a breve termine della pressione sanguigna", ha aggiunto.

Co-autori del Jerrett includono Nino Kuenzli, vice-direttore del Tropical svizzero e Public Health Institute di Basilea, e Howard Hodis, direttore dell'Unità di Ricerca Atherosclerosis presso la Keck School of Medicine presso l'University of Southern California.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha