Scienziati scoprono nuovi meccanismi per le vie aeree di relax con degustazione di sostanze amare

Agosto 20, 2015 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Che cavolo e melone amaro che si sta mangiando un giorno potrebbe salvare la vita. Un team interdisciplinare di scienziati della University of Massachusetts Medical School hanno fatto un passo avanti nella comprensione di come le sostanze che danno alcuni alimenti il ​​loro sapore amaro agiscono anche per invertire la contrazione delle cellule delle vie aeree, un processo noto come broncodilatazione. Questo effetto può un giorno essere sfruttata per fornire trattamenti migliorati per malattie ostruttive delle vie respiratorie come l'asma e broncopneumopatia cronica ostruttiva.

I risultati sono stati pubblicati il ​​5 marzo nella rivista ad accesso libero PLoS Biology.

"Sono entusiasta che un giorno, con più ricerca, ci può essere una nuova classe di broncodilatatori che sono in grado di invertire un attacco d'asma più rapido e con minori effetti collaterali rispetto è attualmente disponibile per i pazienti", ha detto Ronghua Zhuge, PhD, professore associato di microbiologia e sistemi fisiologici e autore senior dello studio.




Il senso del gusto è mediata dalle cellule recettori gusto bundle nelle nostre papille gustative. La maggior parte degli esseri umani sperimentano cinque tipi di sapori: dolce, salato, acido, amaro e salato. Recettori del gusto amaro molto probabilmente si sono evoluti per contribuire ad avvertire il corpo di alimenti potenzialmente nocivi che hanno rovinato o sono tossici. I recettori sono stati a lungo pensato di esistere solo in alcune cellule presenti nella lingua. Negli ultimi anni, tuttavia, gli scienziati si sono resi conto che questi recettori sono presenti in molte altre cellule in tutto il corpo. In particolare, i recettori del gusto amaro sulle cellule muscolari lisce nelle vie aeree agiscono per rilassarsi alle cellule quando esposte a sostanze gusto amaro.

Un tratto distintivo di un attacco d'asma è eccessiva contrazione delle cellule muscolari lisce, che provoca il restringimento delle vie aeree e conseguenti difficoltà respiratorie. Il fatto che le sostanze amare possono rilassarsi queste cellule muscolari lisce suggerisce che essi possono avere la possibilità di fermare gli attacchi di asma e di fatto potrebbe anche essere un miglioramento rispetto alle terapie attuali poiché gli effetti di rilassamento sono molto veloci. Infatti, esperimenti in topi suggeriscono che gli effetti sono più forti.

Tuttavia, i meccanismi attraverso i quali l'attivazione del recettore sapore amaro provoca una cella per rilassarsi erano sconosciuti. Per contribuire a svelare questi meccanismi, il dottor Zhuge e colleghi hanno esaminato l'effetto di sostanze amare sulla contrazione delle vie aeree e in singole cellule isolate.

Durante un attacco d'asma, i canali sulla membrana delle cellule muscolari lisce delle vie respiratorie aperte. Questo permette di calcio di fluire nella cellula, provocandone la contrazione. Quando il contratto cellule, le vie aeree si restringe e rende più difficile la respirazione. Dr. Zhuge e colleghi hanno determinato che le sostanze amare agiscono chiudendo i canali del calcio, consentendo broncodilatazione.

Recettori del gusto amaro, come la maggior parte i recettori, abbracciano la membrana plasmatica della cellula. Parte del recettore è fuori della cellula, in grado di legare (e quindi "sense") sostanze amare all'esterno della cellula. Quando un composto amara si lega ad un recettore sapore amaro, il recettore rilascia una proteina G, che poi si divide in due parti: una subunità alfa e G G beta-gamma dimero. "E 'beta-gamma dimero G che probabilmente agisce per chiudere i canali del calcio sulla membrana plasmatica," ha dichiarato Kevin Fogarty, direttore del gruppo di imaging biomedico nel programma in medicina molecolare a UMMS, e un co-autore dello studio . "Una volta che i canali sono chiusi, il livello di calcio torna alla normalità e le relaxs cellule," ha detto. "Questo termina l'attacco d'asma."

"Con questa nuova comprensione di come le sostanze amare sono in grado di rilassarsi vie respiratorie, possiamo focalizzare la nostra attenzione sullo studio di questi recettori e sulla ricerca anche composti amari più potenti con il potenziale per essere usato terapeuticamente per porre fine agli attacchi di asma", ha detto il dottor Zhuge.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha