Scienziati scoprono proteina che contrasta invasione tumorale

Marzo 18, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

"Più in basso la linea potremmo creare un farmaco che avrebbe portato i livelli di proteina COMMD1 nuovo al normale, o addirittura superiore al normale, nel tumore di influenzare spera invasione delle cellule di cancro", ha detto il dottor Ezra Burstein, assistente professore di medicina interna e di biologia molecolare e autore senior dello studio che appare nel numero di giugno del Journal of Clinical Investigation. "Se le cellule tumorali hanno già iniziato a invadere altri organi, forse un'ulteriore invasione sarebbe stata interrotta o addirittura regredita."

Dr. Burstein è un membro di un gruppo di ricerca che anni fa ha scoperto la famiglia COMMD delle proteine ​​e le sue capacità. Hanno scoperto che una di queste proteine, COMMD1, inibisce NF-kB, un fattore chiave che attiva i geni coinvolti nell'infiammazione e che è spesso coinvolto nell'aiutare le cellule tumorali sopravvivono. COMMD1 regola anche una proteina chiamata HIF, che svolge un ruolo nella sopravvivenza delle cellule in aree a bassa ossigeno, una caratteristica comune di cancro. Ad esempio, l'attività HIF maggiore è associata con la crescita del tumore, metastasi e poveri risultati clinici per i pazienti affetti da cancro.




Perché COMMD1 ha questo duplice ruolo nella regolazione sia NF-kB e HIF, i ricercatori hanno pensato che COMMD1 potrebbe essere inattivato o repressa nei tumori. Questo studio dimostra che la loro ipotesi, come gli scienziati hanno trovato diminuito quantità di questa proteina in una varietà di tumori umani e la ridotta espressione di COMMD1 inoltre è stata associata con i tumori più invasivi.

Soppressione COMMD1 nelle cellule tumorali porta a una maggiore attività sia NF-kB e HIF, un uno-due che rende il tumore più invasivo, il dottor Burstein ha detto.

In una revisione di 63 pazienti con tumore dell'endometrio, i ricercatori hanno stabilito che coloro i cui tumori avevano i livelli più bassi di COMMD1 avevano i peggiori risultati clinici.

Utilizzando topi, è stato anche scoperto che le cellule COMMD1-deficit erano più invasiva quando impiantato. I ricercatori hanno poi generato le cellule del mouse melanoma che hanno prodotto una sovrabbondanza di COMMD1, e iniettato le cellule di nuovo in topi sani. Il numero di tumori polmonari metastatici che hanno portato è stato notevolmente ridotto quando le cellule hanno espresso maggiori livelli di COMMD1.

Questi risultati indicano che COMMD1 frena il potenziale metastatico di una linea di cellule di cancro invasivo, il dottor Burstein ha detto.

"Questo è il primo studio che collega chiaramente COMMD1 di malattie umane e sostanzia quello che ci abbiamo atteso sulla base del precedente lavoro che abbiamo fatto in questa proteina", ha detto. "COMMD1 è ancora un altro giocatore nel processo di invasione tumore molto importante e complicato."

Il passo successivo, il dottor Burstein ha detto, sarà quello di indagare quali cambiamenti nell'ambiente tumore può essere responsabile per la riduzione dei livelli di COMMD1 in cellule tumorali.

Dr. Xicheng Mao, istruttore in medicina interna a UT Southwestern, è stato un autore co-first. I ricercatori dell'Università del Michigan Medical School, presso University Medical Center di Utrecht, University Medical Center di Groningen, e Maastricht University Medical Center in Olanda anche partecipato allo studio.

Lo studio è stato finanziato dal DOCS del UT Southwestern (Disease-Oriented Scholars clinici) Programma; Dutch Cancer Society; Borsa di studio AEGON International in Oncologia; Paesi Bassi Organizzazione per la ricerca scientifica; il Maurits Anna de Fondazione Kock; e la Fondazione -Morra Nijbakker.

(0)
(0)
Articolo successivo The Wave Web Design

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha