Scienziati trovano ambiente midollo osseo che aiuta a produrre cellule T e B che combattono le infezioni

Maggio 9, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I bambini Medical Center Research Institute presso UT Southwestern ha approfondito la comprensione del contesto all'interno del midollo osseo che nutre le cellule staminali, questa volta identificando l'impostazione biologica per le cellule che formano il sangue specializzate che producono i globuli bianchi che combattono le infezioni conosciute come cellule T e cellule B.

La ricerca ha scoperto che le cellule chiamate primi progenitori linfoidi, che sono responsabili della produzione di cellule T e B, prosperano in un ambiente conosciuto come una nicchia osteoblastico. L'indagine, pubblicata online il 24 febbraio a Nature e guidato dal Dr. Sean Morrison, stabilisce anche un approccio promettente per gli scienziati di mappare l'intero sistema emopoietico.

Gli scienziati sanno già come per la produzione di grandi quantità di cellule staminali che danno origine al sistema nervoso, la pelle, e altri tessuti. Ma sono stati in grado di rendere le cellule staminali che formano il sangue in un laboratorio, in parte a causa di una mancanza di comprensione circa la nicchia in cui le cellule staminali che formano il sangue e le altre cellule progenitrici risiedono nel corpo.




"Crediamo che questa ricerca ci si sposta un passo più vicino verso lo sviluppo di terapie cellulari nel sistema che formano il sangue che non esistono oggi", ha detto il dottor Morrison, direttore dell'Istituto e professore di Pediatria presso UT Southwestern Medical Center. "Per comprendere gli ambienti per le cellule staminali che formano il sangue e quelli di diversi tipi di cellule progenitrici, siamo in grado di lavorare per riprodurre quegli ambienti in laboratorio e cellule che possono essere trapiantate per trattare una serie di condizioni mediche in crescita."

Questi risultati potrebbero eventualmente contribuire ad aumentare la sicurezza e l'efficacia dei trapianti di midollo osseo, come quelli necessari dopo osseo sano è distrutto da radiazioni o chemioterapia trattamenti per la leucemia infantile, Dr. Morrison ha detto. I risultati possono anche avere implicazioni per il trattamento di malattie associate con perdita di cellule che combattono le infezioni, come l'HIV e immunodeficienza combinata grave, meglio conosciuta come la malattia bubble boy.

Lo studio Nature aumenta precedente lavoro del Dr. Morrison e la sua squadra che ha mostrato le cellule endoteliali e cellule perivascolari che rivestono i vasi sanguigni nel midollo osseo di creare l'ambiente che mantiene le cellule staminali ematopoietiche, che producono miliardi di nuove cellule del sangue ogni giorno. L'ultimo studio dimostra che le cellule ossee creano l'ambiente che mantiene primi progenitori linfoidi.

"I nostri documenti di ricerca che ci sono diverse nicchie, o microambienti, per le cellule staminali che formano il sangue e progenitori ristretti nel midollo osseo", ha detto il dottor Morrison. "Un modo che il midollo osseo rende diversi tipi di cellule che formano il sangue è per loro una compartimentazione in diversi quartieri all'interno del midollo."

I ricercatori nicchie per le cellule staminali e progenitori linfoidi identificati da determinare quali cellule sono le fonti di un fattore di crescita (CXCL12) necessari per la proliferazione di queste due popolazioni di cellule che formano il sangue. Prendendo lo stesso approccio per altri fattori di crescita del midollo osseo, i ricercatori dovrebbero essere in grado di mappare le nicchie per ogni tipo di cellule progenitrici del sangue che formano nel midollo osseo, il Dr. Morrison ha detto.

Primo autore del paper UTSW è il Dr. Lei Ding, un ex ricercatore post-dottorato presso i bambini Research Institute e del Howard Hughes Medical Institute (HHMI) presso UT Southwestern. Dr. Ding è ora un assistente professore alla Columbia University.

Sostegno alla ricerca è venuto dal HHMI e National Heart, Lung, and Blood Institute.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha