Sciroppo di fruttosio legate alla cicatrizzazione del fegato, la ricerca suggerisce

Maggio 17, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Sciroppo di fruttosio, che alcuni studi hanno collegato all'obesità, può anche essere dannoso per il fegato, secondo una ricerca della Duke University Medical Center.

"Abbiamo scoperto che l'aumento del consumo di sciroppo di fruttosio è stato associato con cicatrici nel fegato, o fibrosi, tra i pazienti con non-alcolica steatosi epatica (NAFLD)," ha detto Manal Abdelmalek, MD, MPH, professore associato di medicina nella Divisione di Gastroenterologia/Epatologia presso la Duke University Medical Center.

Il suo team di ricercatori della Duke, uno degli otto centri clinici della steatoepatite non alcolica Clinical Research Network, ha esaminato 427 adulti iscritti al network. Hanno analizzato i questionari dietetici raccolti entro tre mesi biopsie epatiche degli adulti per determinare il loro alto fruttosio assunzione sciroppo di mais e la sua associazione con cicatrici al fegato.




I ricercatori hanno trovato solo il 19 per cento degli adulti con NAFLD segnalato senza assunzione di bevande contenenti fruttosio, mentre il 52 per cento consumato tra uno e sei porzioni alla settimana e il 29 per cento consumato bevande contenenti fruttosio su base giornaliera.

Un aumento del consumo di fruttosio sembrava essere correlato ad un aumento della fibrosi epatica in pazienti con NAFLD.

"Abbiamo identificato un fattore di rischio ambientale che possono contribuire alla sindrome metabolica di insulino-resistenza e le complicazioni della sindrome metabolica, tra cui danni al fegato", ha detto Abdelmalek.

Ricerca Abdelmalek pubblicato sul Journal of Hepatology nel 2008 ha dimostrato che, all'interno di un piccolo sottogruppo di pazienti, sciroppo di fruttosio è stato associato con NAFLD. La sua ultima ricerca, pubblicato online in Hepatology, va un passo oltre e collega sciroppo di fruttosio per la progressione del danno epatico.

"Malattia del fegato grasso non-alcolica è presente nel 30 per cento degli adulti negli Stati Uniti", ha detto Abdelmalek. "Anche se solo una minoranza di pazienti progredire a cirrosi, questi pazienti sono ad aumentato rischio di insufficienza epatica, cancro del fegato, e la necessità di trapianto di fegato", ha spiegato.

"Purtroppo, non esiste una terapia per la malattia del fegato grasso non-alcolica," ha detto. "La mia speranza è di vedere se siamo in grado di trovare un fattore, come ad esempio l'aumento del consumo di sciroppo di mais ad alto fruttosio, che, se modificato, può ridurre il rischio di malattia epatica."

L'idea è simile a quello che i cardiologi hanno fatto per i pazienti cardiaci, Abdelmalek spiegato. Hanno scoperto che le diete ricche di grassi sono un male per il tuo cuore, in modo che hanno promosso le diete a basso contenuto di grassi per ridurre il rischio di malattie cardiache, ha detto.

"Non abbiamo fatto così lontano con malattia epatica ancora", ha detto Abdelmalek. "Sappiamo che l'alcol non è un bene per il fegato, e quindi incoraggiare i pazienti a limitare il consumo di alcol. Ma cosa fare quando le persone hanno malattie epatiche non-alcolica?"

"I nostri risultati suggeriscono che potremmo aver bisogno di tornare a diete più sane che sono più olistico", ha detto Abdelmalek. "Sciroppo di mais ad alto fruttosio, che è prevalentemente in bibite e alimenti trasformati, potrebbe non essere così benigna come si pensasse in precedenza."

Il consumo di fruttosio è aumentato esponenzialmente a partire dai primi anni 1970, e con questo aumento, un aumento di obesità e le complicanze dell'obesità sono state osservate, Abdelmalek detto.

"C'è una crescente quantità di dati che suggeriscono sciroppo di fruttosio sta alimentando il fuoco della epidemia di obesità, ma fino ad ora nessuno ha mai suggerito che contribuisce alla malattia epatica e/o danno epatico." Abdelmalek ha detto che il prossimo passo è più studi che i meccanismi di danno epatico.

"Abbiamo bisogno di fare studi formali che valutano l'influenza di limitare o interrompere completamente sciroppo di fruttosio dalla propria dieta e vedere se ci sono benefici per la salute di farlo", ha detto.

Altri autori dello studio includono Ayako Suzuki, Cynthia Guy, Anna Mae Diehl, tutti Duke; Aynur Unalp-Arida e Ryan Colvin di John Hopkins; e Richard Johnson della University of Colorado.

Nota del redattore: In risposta allo studio di cui sopra, il mais Refiners Association ha rilasciato una dichiarazione dal titolo "difetti nella dichiarazione Duke University su High sciroppo di mais fruttosio" (http://www.corn.org/press/newsroom/duke -Riaffermazione-difetti /). Questo collegamento è previsto solo informazioni - nessun avallo editoriale è implicito.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha