Scoperta della memoria epigenetica durante il cancro al seno

Aprile 9, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori della Boston University School of Medicine (BUSM) hanno stabilito come la via di segnalazione TGFβ-Smad, che è più attivo nei tumori in fase avanzata, è responsabile per la "memoria epigenetica" che mantiene i modelli unici di metilazione del DNA regolamentare causando silenziamento di geni critici che facilitano la progressione del cancro al seno.

I risultati, che appaiono in linea in Cancer Research, potrebbero portare allo sviluppo di nuove strategie terapeutiche per il seno fase tardiva e di altri tumori.

Secondo i ricercatori, sta diventando sempre più accettato che i cambiamenti che non influenzano il modello genetico o la sequenza di DNA, noto come il paesaggio epigenetico, svolgono un ruolo importante nella definizione delle proprietà di normale così come le cellule tumorali. Mentre specifiche alterazioni epigenetiche sono stati associati con la progressione del cancro, i mediatori molecolari che assicurano la trasmissione di queste alterazioni reversibili alle cellule tumorali successive è stato sfuggente.




I ricercatori hanno scoperto che BUSM l'interruzione del segnale TGFβ causato una corrispondente diminuzione della attività di legame del promotore DNA di DNA metiltransferasi 1 che porta a demetilazione passiva del DNA di nuova sintesi con conseguente espressione di geni che sono messi a tacere durante la progressione del cancro al seno.

"La ri-espressione di geni che promuovono l'adesione cellulare nelle cellule tumorali sulla inibizione della via di segnalazione Smad provoca l'inversione di proprietà tumorigenici e mette un freno alla progressione del cancro", ha detto il ricercatore principale, Sam Thiagalingam, PhD, professore associato di medicina e patologia e membro del centro di ricerca sul cancro a BUSM. "Questo studio potrebbe aprire la strada alla scoperta di altri percorsi e rete di eventi che sono responsabili per sostenere la memoria epigenetica in cellule tumorali e staminali del cancro e potrebbe portare alla dipanarsi di obiettivi efficaci per l'eradicazione di cellule tumorali e le cellule tumorali di apertura," ha aggiunto.

"Mentre il targeting dei recettori TGFβ e TGFβ sono stati attivamente perseguita per la terapia del cancro, la scoperta attuale può introdurre una nuova rotazione sul volante e portare allo sviluppo di nuove strategie terapeutiche per il seno fase tardiva e altri tumori dalla perturbazione diretta del Smad percorso di segnalazione ", ha spiegato l'autore principale Panos Papageorgis, PhD, un borsista post-dottorato nel programma di genetica a BUSM.

Finanziamento per questo studio è stato fornito dal Susan G. Komen per la cura e il National Institutes of Health.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha