Scoprire Le vie segrete di HIV: La proteina HIV Nef compromette lo sviluppo Globulo

Marzo 22, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

La generazione e la funzione di tutti i tipi di cellule del sangue sono alterate in individui con infezione da HIV. HIV è pensato di provocare questo problema interrompendo la funzione di cellule che sono i precursori di tutte le cellule del sangue; queste cellule sono conosciute come cellule progenitrici ematopoietiche.

Esattamente come l'HIV colpisce le cellule progenitrici ematopoietiche non è stata determinata, anche se sembra essere un effetto indiretto come le cellule non sono essi stessi infetti con l'HIV. Nuovi dati, generati da Stйphane Prost e colleghi, presso l'Istituto di Malattie emergenti e terapie innovative, CEA, Francia, ora hanno indicato che la proteina Nef HIV distrugge la funzione delle cellule progenitrici ematopoietiche.

Nello studio, la produzione della proteina Nef stato dimostrato essere essenziale per la forma della scimmia di HIV (SIV) per interrompere la funzione delle cellule progenitrici ematopoietiche in vivo ed ex vivo. La capacità di entrambi SIV e HIV Nef a causare questo problema dipendeva dalle cellule progenitrici ematopoietiche che esprimono la proteina PPAR-gamma. Inoltre, quando gli agonisti PPAR-gamma sono stati somministrati a macachi sono compromesse la funzione delle cellule progenitrici emopoietiche.




Turbativa della funzione delle cellule progenitrici emopoietiche da entrambi agonisti PPAR-gamma e SIV e HIV Nef è stato associato con downregulation della molecole di segnalazione STAT5A e STAT5B, indicando che Nef è idonea a limitare lo sviluppo delle cellule del sangue di mira una via di segnalazione PPAR-gamma/STAT5. Gli autori hanno quindi suggerito che gli antagonisti PPAR-gamma potrebbe essere di beneficio per entrambi gli individui con infezione da HIV e quelli con sangue cellulare - disturbi da carenza.

Come notato dagli autori e, in un commento di accompagnare, Frank Kirchhoff e Guido Silvestri, questi dati hanno implicazioni anche per agonisti PPAR-gamma, che sono attualmente utilizzati per il trattamento di persone con diabete di tipo 2.

Riferimento Journal: virus dell'immunodeficienza umana e scimmieschi deregolamentare presto emopoiesi attraverso un Nef/PPAR-gamma/STAT5 percorso di segnalazione nei macachi. Journal of Clinical Investigation. 22 aprile 2008.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha