Screening del cancro al seno può ridurre la mortalità e malattia in India

Marzo 18, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Lo screening regolare delle donne di età compresa tra 40 e 59 tra potrebbe ridurre notevolmente la mortalità per cancro al seno in India, secondo uno studio del 9 settembre rilascio on line del Journal of National Cancer Institute.

Programmi di screening del cancro al seno sono regolarmente utilizzati nei paesi sviluppati dove l'incidenza di cancro al seno è più alto, e un ampio sistema di assistenza sanitaria è a posto. Il valore e la praticità di tali programmi di screening nel mondo in via di sviluppo è meno chiaro. Anche se il mondo in via di sviluppo ha un tasso di incidenza del cancro al seno in basso, le donne tendono ad avere la malattia più avanzata al momento della diagnosi e un maggior rischio di morire a causa della malattia.

Per stimare la capacità di proiezione in un paese in via di sviluppo per ridurre il numero di morti e lo stadio della malattia al momento della diagnosi, Harry J. de Koning, MD, Ph.D., di Erasmus Medical Center di Rotterdam, Paesi Bassi, e colleghi hanno utilizzato un modello di analisi di microsimulazione screening per valutare l'impatto dello screening con esami clinico del seno o mammografia in India. I ricercatori hanno stimato il costo-efficacia, che è il costo dello screening per anno di vita guadagnato, per ogni approccio di screening in dollari internazionali (Int $), che vengono utilizzati dall'Organizzazione Mondiale della Sanità e ha lo stesso potere d'acquisto in India come un US dollaro fa negli Stati Uniti.




Un esame clinico del seno solo per le donne a 50 anni è stata stimata per ridurre la mortalità per cancro al seno del 2 per cento a un costo-efficacia di Int 793 dollari per anno di vita guadagnato. Se le donne avessero esami clinico del seno ogni cinque anni di età compresa tra 40 e 60 tra, la riduzione della mortalità salirebbe al 8,2 per cento e il rapporto costo-efficacia sarebbe cresciuto a Int $ l, L35 per anno di vita guadagnato. I ricercatori hanno stimato che lo screening annuale con esami clinico del seno porterebbe a quasi la stessa riduzione della mortalità, come lo screening mammografico biennale, ma a metà del costo netto.

"I nostri risultati indicano che ogni-5-anni, biennali, e [esami clinico del seno] annuali per le donne di età compresa tra 40-60 tutti portare a notevoli riduzioni della mortalità e un alto numero di anni di vita guadagnati," scrivono gli autori. Tuttavia, l'India e altri paesi in via di sviluppo hanno notevoli esigenze in competizione per le loro risorse sanitarie. Pertanto, anche se il tasso di cancro al seno aumenta sostanzialmente in via di sviluppo, l'attuazione di un programma di screening potrebbe essere difficile.

In un editoriale di accompagnamento, Sue Moss, Ph.D., dell'Istituto di ricerca sul cancro in Surrey, UK, avverte che, anche se gli studi dimostrano che lo screening mammografico può ridurre la mortalità per cancro al seno, tali dati non esiste per esami clinico del seno. "I potenziali barriere screening efficace includono anche la mancanza di infrastrutture necessarie e le influenze socio-culturali su compli¬ance", scrive. "Per lo screening per avere successo, un elevato livello di conformità è neces¬sary, non solo con lo screening iniziale, ma anche con riferimento per ulteriori indagini in quelle screening positivo, e con treat¬ment in quelli con diagnosi confermata." Prove in via di sviluppo indicano che questo può essere difficile.

Uno dei principali vantaggi di un programma di screening può essere per migliorare la qualità delle cure, secondo l'editorialista, "ma se lo screening è il modo migliore per raggiungere questi importanti obiettivi necessitano ulteriori esplorazioni."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha