Screening di routine per il cancro endometriale necessario per gli utenti Tamoxifen

Marzo 13, 2016 Admin Salute 0 20
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

NEW YORK, 15 ottobre 2000 - Le donne che assumono tamoxifene per prevenire il cancro al seno ricevono alcun beneficio da screening di routine per il cancro endometriale, un rischio noto associato al farmaco. In uno studio di otto anni condotto al Memorial Sloan-Kettering Cancer Center, 111 pazienti con carcinoma mammario sono stati esaminati con una biopsia endometriale (EMB) all'inizio del trattamento con tamoxifene con biopsie aggiuntivi per un periodo di cinque anni. I ricercatori hanno segnalato alcun beneficio per lo screening di routine nel loro studio pubblicato nel 15 ottobre 2000 Journal of Clinical Oncology.

"Le donne con cancro al seno che assumono tamoxifene devono essere informati che biopsie uterine regolari non sono più efficaci a individuare il cancro dell'endometrio precoce che è la presenza di sanguinamento vaginale anormale," ha dichiarato Richard Barakat, MD, capo associato del Servizio Ginecologia al Memorial Sloan ricercatore -Kettering e principale dello studio. "Questo dovrebbe evitare che le centinaia di migliaia di donne ormai sulla droga e le 80.000 donne che iniziano ad usarlo ogni anno in fase di inutili, test invasivi per rilevare questo raro tumore."

Tamoxifen è segnalato per causare il cancro endometriale al ritmo di due per ogni 1.000 donne per anno con un tasso di mortalità del 15 per cento. La questione sollevata è il modo migliore per passare al vaglio le pazienti con carcinoma mammario trattate con questo farmaco. "A causa del rischio di sviluppare il cancro dell'endometrio causa tamoxifene è piccolo e questo tipo di tumore è altamente curabile se diagnosticato precocemente, abbiamo cercato di vedere se potevamo migliorare su questi bassi tassi attraverso screening efficace", ha detto il dottor Barakat. "Abbiamo scoperto che quando il tumore non sviluppare, i pazienti in grado di rilevare a causa di emorragie. Lo screening con biopsie uterini aggiunto nulla."




Per valutare se la biopsia endometriale è stato il metodo di screening più efficace, 159 donne che cominciavano la terapia con tamoxifene per cancro al seno confinato al seno e dei linfonodi ascellari sono stati inseriti in uno studio prospettico tra l'ottobre 1991 e il settembre 1998 Memorial Sloan-Kettering. La loro età media era di 50. Un ufficio biopsia endometriale è stato ottenuto quando è stato avviato il tamoxifene e ad intervalli di sei mesi per un periodo di due anni. Tre successive EMB del annuali sono stati registrati per ogni paziente per un totale di sorveglianza di cinque anni. La 111 che erano poi eleggibili per lo studio ha ricevuto un totale di 635 EMB di con un tempo di sorveglianza mediana di 36 mesi. Quattordici pazienti (12,6 per cento) sono stati sottoposti a dilatazione e raschiamento (D & C) per anomalie sospette, ma nessuno di questi pazienti sono stati trovati ad avere il cancro.

"Malati di cancro al seno sono preoccupati per il modo migliore per essere sottoposti a screening per il basso rischio di sviluppare il cancro dell'endometrio, un effetto collaterale noto di terapia con tamoxifene", ha detto Teresa Gilewski, MD, un oncologo con il Servizio seno al Memorial Sloan-Kettering e uno dei gli autori dello studio. "I pazienti che assumono tamoxifene devono essere attentamente seguiti dal medico e istruiti a segnalare qualsiasi episodio di sanguinamento vaginale anomalo immediatamente. Se essi sviluppano emorragie, sarebbero sottoposti a una biopsia con un'ulteriore valutazione, se necessario. In questo momento, però, non ci sono prove sostenere chiaramente biopsie endometriali di routine per lo screening dei pazienti asintomatici. "

Specialisti del cancro al seno sono d'accordo che il rischio annuale di 0.2 per cento di sviluppare il cancro dell'endometrio non dovrebbe impedire ai pazienti di cancro al seno di prendere tamoxifene. "Questo studio ci rassicura che lo screening per un evento raro come il cancro uterino non è utile", ha detto Clifford Hudis, MD, capo del Servizio seno al Memorial Sloan-Kettering. "Pertanto, le donne con carcinoma mammario invasivo che prendono il tamoxifene, un farmaco testato nel tempo che è responsabile per il salvataggio di centinaia di migliaia di vite, non devono sentirsi obbligati a sottoporsi a test di eccessiva ricerca di cancro dell'endometrio."

Memorial Sloan-Kettering Cancer Center è il più antico e più grande istituzione privata del mondo dedicato alla prevenzione, cura, la ricerca e la formazione nel cancro. Nel corso della sua lunga storia illustre, il Centro ha svolto un ruolo di leadership nella definizione lo standard di cura per i pazienti con cancro.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha