Sei vecchio come quello che si mangia? I ricercatori imparano a ringiovanire invecchiamento cellule immunitarie

Marzo 14, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori della UCL (University College London) hanno dimostrato come un gioco tra alimentazione, il metabolismo e l'immunità è coinvolto nel processo di invecchiamento.

I due nuovi studi, supportati dalla Biotecnologia e Scienze Biologiche Research Council (BBSRC), potrebbero contribuire a migliorare la nostra immunità alla malattia attraverso l'intervento dietetico e contribuire a rendere le terapie del sistema immunitario esistenti più efficaci.

Con l'avanzare dell'età il nostro sistema immunitario declino. Le persone anziane soffrono di una maggiore incidenza e la gravità di entrambe le infezioni e cancro. Inoltre, la vaccinazione diventa meno efficace con l'età.




In precedenti lavori finanziati BBSRC, gruppo del professor Arne Akbar a UCL ha dimostrato che l'invecchiamento in cellule del sistema immunitario note come 'linfociti T' è stato controllato da una molecola chiamata 'p38 MAPK' che agisce come un freno per evitare che alcune funzioni cellulari.

Essi hanno scoperto che questa azione frenante potrebbe essere invertita mediante un inibitore p38 MAPK, suggerendo la possibilità di vecchie cellule T rigeneranti utilizzando trattamento farmacologico.

In un nuovo studio pubblicato su Nature Immunology gruppo mostra che p38 MAPK è attivato da livelli bassi nutrienti, accoppiate con segnali associati con l'età, o senescenza, all'interno della cella.

È stato sospettato per lungo tempo che la nutrizione, il metabolismo e l'immunità sono collegati e questo documento fornisce un meccanismo prototipo come nutrienti e segnali senescenza convergono per regolare la funzione dei linfociti T.

Lo studio suggerisce anche che la funzione di vecchi linfociti T può essere ricostituito bloccando una delle diverse molecole coinvolte nel processo. La ricerca è stata condotta presso UCL fianco colleghi Complejo Hospitalario de Navarra, Pamplona, ​​Spagna.

Il secondo articolo, pubblicato su The Journal of Clinical Investigation, ha dimostrato che il blocco p38 MAPK potenziato l'idoneità di cellule che avevano mostrato segni di invecchiamento; migliorare la funzione dei mitocondri (batterie cellulari) e migliorare la loro capacità di dividersi.

Energia supplementare per la cella di divisione è stata generata dal riciclaggio di molecole intracellulari, un processo noto come autofagia. Ciò evidenzia la presenza di un percorso di segnalazione comune vecchi linfociti senescenti/T che controlla la funzione immunitaria e metabolismo, sottolineando ulteriormente l'intima associazione tra invecchiamento e metabolismo di T linfociti.

Questo studio è stato condotto da ricercatori di UCL, Cancer Research UK, Università di Oxford e dell'Università di Tor Vergata, Roma, Italia.

Il professor Arne Akbar, ha dichiarato: "La nostra speranza di vita alla nascita è ora due volte più a lungo come era 150 anni fa e le nostre durata della vita sono in aumento dei costi sanitari connessi con l'invecchiamento sono immense e ci sarà un numero crescente di persone anziane nella nostra popolazione. che avrà una minore qualità della vita dovuto in parte alla riduzione immunitario. È pertanto essenziale comprendere ragioni immunità diminuisce e se è possibile contrastare alcuni di questi cambiamenti.

"Una questione importante è se questa conoscenza può essere utilizzato per migliorare l'immunità durante l'invecchiamento. Molte aziende farmaceutiche hanno già sviluppato inibitori p38 nel tentativo di curare le malattie infiammatorie. Una nuova possibilità per il loro uso è che questi composti potrebbero essere utilizzati per migliorare l'immunità in anziani soggetti. Un'altra possibilità è che la dieta, invece di un intervento di droga potrebbero essere utilizzati per migliorare l'immunità dal metabolismo e senescenza sono due facce della stessa medaglia. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha