Senescenza: New visione di un processo erroneamente associato con l'invecchiamento

Marzo 23, 2016 Admin Salute 0 32
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Per la Reale Accademia di Spagna, senescente è colui che «comincia ad invecchiare." Ma i risultati di laboratorio di biologia sono in contraddizione il dizionario: non solo è la senescenza non è un sinonimo di invecchiamento, non è anche intrinsecamente negativo per l'organismo. Senescenza cellulare è un processo fisiologico male chiamato tale che chi fa ricerca in questo settore pensano che bisogno di un altro nome. Questo è il caso di Manuel Serrano, dal National Cancer Research Centre spagnolo (CNIO), uno dei maggiori esperti mondiali di senescenza, che ha appena pubblicato una recensione su questo argomento. Senza in realtà ridenominazione senescenza, questa edizione di Nature Reviews promuove un cambio di paradigma: la senescenza è, prima di tutto, "un meccanismo per eliminare le cellule indesiderate", che termina con la ristrutturazione dei tessuti. E può essere qualcosa di un doppio - taglio spada corpo.

Più di cinque anni fa, Leonard Hayflick e Paul Moorhead hanno scoperto che le cellule umane sane crescono in coltura fermano proliferazione dopo un certo numero di divisioni. Hanno chiamato il fenomeno senescenza cellulare e postulato che potrebbe essere la causa dell'invecchiamento nel corpo. Ma la ricerca più recente, condotto in gran parte da Serrano e il suo gruppo - Daniel Muсoz-Espнn è co-autore della revisione in corso - ha dimostrato che questa osservazione pionieristico raccontato solo una parte della storia.

Oggi sappiamo che il rapporto tra senescenza e all'invecchiamento assomiglia a quella tra vigili del fuoco e il fuoco: anche se ci sono molti pompieri in un incendio, non sono la causa del fuoco, ma piuttosto un tentativo di mettere fuori. In modo simile, Serrano e Muсoz-Espнn propongono che la senescenza si attiva quando vi è un danno a una cella, per evitare la propagazione o addirittura di riparare il tessuto colpito. Negli organismi invecchiamento, ciò che accade è che il processo si ferma a metà con un grande numero di cellule senescenti presenti nei tessuti.




Gli autori parlano di una sequenza di eventi: "La senescenza - spazio --regeneration."Recenti scoperte stanno ridefinendo la nostra visione della senescenza cellulare", che scrivono. Per raggiungere il loro obiettivo: "le cellule senescenti inibiscono la loro proliferazione, indurre il loro eliminazione attirando le cellule del sistema immunitario e, infine, promuovere la rigenerazione dei tessuti." In tessuti invecchiati o con alcune malattie, però: "questa sequenza non è stata completata, e le cellule senescenti un ccumulate."

Ecco perché: "senescenza può diventare parte del problema con l'invecchiamento, invece della soluzione", scrivono gli autori.

Oggi è noto che le cellule iniziano il loro programma senescenza in risposta agli stimolanti come l'attivazione di diversi oncogeni - cancerogene geni; il malfunzionamento absenceor di geni anti-cancro; o l'accorciamento dei telomeri, le strutture di proteine ​​che proteggono le estremità dei cromosomi. Tutti questi stimolanti danneggiare le cellule e senescenza funziona quindi come un meccanismo di protezione.

Inoltre, Serrano e Muсoz-Espнn hanno recentemente scoperto che la senescenza interviene in un altro processo chiave per l'organismo, in una fase molto lontana da invecchiamento: sviluppo. Come l'embrione cresce, ha bisogno di sbarazzarsi di o ridisegnare strutture fisiologiche, e gli ordini genetici che utilizza a tal fine sono quelli legati alla senescenza.

Questa scoperta ha permesso questi ricercatori di completare la loro visione di senescenza come un meccanismo che è veramente là: "eliminare le cellule indesiderate" e finiscono per rigenerare il tessuto, anche con un diverso da quello che aveva in precedenza.

In questa nuova visione, quindi, senescenza è solo un meccanismo fisiologico. La domanda è: dovremmo stimolarlo, per combattere il cancro, per esempio, o dovremmo evitare che, per fermare l'invecchiamento? Entrambi, dicono i ricercatori.

La revisione presenta un elenco di patologie in cui senescenza può avere un effetto benefico o dannoso. In vari tipi di cancro, per esempio, senescenza arresta l'avanzamento della malattia; in malattie cardiovascolari, si limita la formazione di ateromi; è utile anche contro diversi tipi di fibrosi. Con l'obesità e diabete, tuttavia, favorisce lo sviluppo della malattia, aumentando la resistenza all'insulina e l'infiammazione.

La ricerca clinica riflette anche le due facce di senescenza, dato che entrambe le terapie basate sulla promozione esso - in particolare contro il cancro e rene e fibrosi epatica - e fermarlo sono allo studio. Gli autori sottolineano il successo negli studi di cancro al seno di un nuovo farmaco che stimola senescenza: palbociclib.

Ma lasciano un mistero irrisolto: talpe. Oggi sappiamo che le talpe sono raccolte di cellule senescenti che non sono stati eliminati. Perché? Continua.

(0)
(0)
Articolo precedente RIP. Buell Motorcycles
Articolo successivo I gatti non vogliono

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha