Seno di screening del cancro con la risonanza magnetica benefici donne con storia radioterapia

Marzo 24, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Seno screening del cancro con la risonanza magnetica in grado di rilevare i tumori invasivi perse sul mammografia nelle donne che hanno subito irradiazione petto per altre malattie, secondo un nuovo studio pubblicato online e nell'aprile versione stampata di Radiologia.

Le donne che ricevono la radioterapia, come bambini e giovani adulti per malattie come il linfoma di Hodgkin affrontano un rischio significativamente maggiore di cancro al seno nel corso della vita. L'incidenza di cancro al seno aumenta di circa otto anni dopo l'irradiazione del torace, e il 13 per cento al 20 per cento delle donne trattate con moderato di alte dosi di irradiazione del torace per un tumore pediatrico saranno con diagnosi di cancro al seno del 40 anni a 45. In confronto, l'incidenza cumulativa di tumore al seno invasivo da 45 anni tra le donne nella popolazione generale è solo l'1 per cento.

"Efficacia di MRI in aggiunta alla mammografia in screening di donne ad alto rischio a causa della mutazione genetica o familiare è stato stabilito", ha detto l'autore principale dello studio Janice S. Sung, MD, radiologo al Memorial Sloan-Kettering Cancer Center (MSKCC) in New York City. "Tuttavia, non ci sono segnalazioni in letteratura circa l'utilità dello screening MRI in donne che sono ad alto rischio in particolare a causa di precedente irradiazione petto."




Nello studio, il dottor Sung e colleghi hanno esaminato MRI del seno di screening eseguiti presso MSKCC tra gennaio 1999 e dicembre 2008, su donne con una storia di irradiazione del torace. Hanno esaminato i dati provenienti da MRI del seno 247 di screening in 91 donne, con particolare attenzione al numero di tumori diagnosticati, il metodo di rilevazione e le caratteristiche del tumore.

Dei 10 tumori individuati nel corso del periodo di studio, quattro sono stati rilevati con la risonanza magnetica da solo, tre con risonanza magnetica e mammografia, e tre con la sola mammografia. I quattro tumori individuati con la risonanza magnetica da sola erano invasive, mentre i tre tumori individuati con la mammografia solo erano nelle loro prime fasi.

L'aggiunta di risonanza magnetica per il processo di screening ha determinato un tasso di individuazione del cancro incrementale 4,4 per cento. Una combinazione di risonanza magnetica e mammografia ha prodotto la più alta sensibilità per rilevare tumori al seno.

"I nostri risultati supportano le raccomandazioni esistenti per MRI screening annuale in aggiunta alla mammografia annuale nelle donne con una storia di irradiazione del torace", ha detto il dottor Sung.

Nonostante una chiara evidenza di benefici di MRI, la ricerca precedente collega e coautore dello studio del Dr. Sung Kevin Oeffinger, MD, hanno dimostrato che pochissime donne di età da 40 a 50 con una storia di irradiazione del torace erano stati sottoposti a risonanza magnetica di screening del seno. La mancanza di consapevolezza e di copertura assicurativa limitata sono possibili ragioni, secondo il dottor Sung. La RM è molto più costoso di mammografia.

"Ci auguriamo che il nostro studio e altre attività di ricerca porterà più l'attenzione sul fatto che la risonanza magnetica consente di rilevare più tipi di cancro", ha detto il dottor Sung. "Vorremmo vedere più pazienti ad alto rischio sottoposti a screening MRI."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha