Sepsi e polmonite causata da infezioni nosocomiali uccidere 48.000 pazienti, costano 8,1 miliardi dollari per curare

Maggio 31, 2016 Admin Salute 0 13
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Due condizioni comuni causate da infezioni nosocomiali (HAI) hanno ucciso 48.000 persone e dilagato costi sanitari da 8,1 miliardi dollari nel solo 2006, secondo uno studio pubblicato in Archives of Internal Medicine.

Questo è il più grande studio rappresentativo a livello nazionale per la data del pedaggio presa da sepsi e polmonite, due condizioni spesso causati da microbi mortali, tra cui i batteri resistenti agli antibiotici MRSA. Tali infezioni possono portare a ricoveri più lunghi, gravi complicazioni e anche la morte.

"In molti casi, queste condizioni avrebbero potuto essere evitate con una migliore controllo delle infezioni negli ospedali", ha detto Ramanan Laxminarayan, Ph.D., ricercatore principale per estensione the Cure, un progetto esaminando la resistenza agli antibiotici in base al Washington, DC think-tank Resources per il futuro.




"Le infezioni che si acquisiscono nel corso di una degenza in ospedale costano agli Stati Uniti una quantità impressionante in termini di vite perse e costi sanitari", ha detto. "Gli ospedali e gli altri operatori sanitari devono agire ora per proteggere i pazienti da questa minaccia crescente."

Laxminarayan ei suoi colleghi hanno analizzato 69 milioni di schede di dimissione dagli ospedali in 40 stati e identificati due condizioni causate da infezioni correlate all'assistenza: sepsi, una risposta sistemica potenzialmente letale per l'infezione e la polmonite, un'infezione dei polmoni e delle vie respiratorie.

I ricercatori hanno esaminato le infezioni che si sono sviluppate dopo il ricovero. Essi azzerati in su infezioni che spesso prevenibili, come una grave infezione sangue che si verifica a causa di una disattenzione tecnica sterile durante l'intervento chirurgico, e hanno scoperto che il costo di tali infezioni può essere molto elevato: Per esempio, persone che hanno sviluppato sepsi dopo la chirurgia alloggiato in ospedale 11 giorni più lunghi e le infezioni costano un extra di $ 33.000 per il trattamento a persona.

Ancora peggio, il team ha scoperto che quasi il 20 per cento delle persone che hanno sviluppato sepsi dopo l'intervento chirurgico è morto a causa dell'infezione. "Questa è la tragedia di questi casi", ha detto Anup Malani, uno studio co-autore, ricercatore ad estendere la Cure, e professore presso l'Università di Chicago. "In alcuni casi, le persone relativamente sane controllare in ospedale per un intervento chirurgico di routine Essi sviluppano sepsi a causa di un calo di controllo delle infezioni -.. E possono morire"

Il team ha anche esaminato la polmonite, un'infezione che può impostare in se un microbo che causa la malattia arriva nei polmoni - in alcuni casi, quando viene utilizzato un tubo di ventilazione sporca. Essi hanno scoperto che le persone che hanno sviluppato la polmonite dopo l'intervento chirurgico, che è anche pensato per essere prevenibili, rimasti in ospedale un extra di 14 giorni. Tali casi costano un extra di $ 46.000 a persona per il trattamento. In 11 percento dei casi, il paziente muore a causa dell'infezione polmonite.

Secondo gli autori, HAI spesso sono causati da microbi che sfidano il trattamento con antibiotici comuni. "Questi superbatteri sono sempre più difficili da trattare e, in alcuni casi, provocare infezioni che causano in definitiva gli organi del corpo a chiudere", ha detto Malani.

Nel 2002, i Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie stima che tutte le infezioni nosocomiali sono stati associati con 99.000 morti l'anno. Mentre l'estensione dello studio Cure guardato solo due delle condizioni più comuni e gravi causate da queste infezioni, ma anche calcolato le morti in realtà causati da, e non solo associato, infezioni pazienti ottenere in ospedale.

Sulla base della loro ricerca, gli autori dello studio sono stati in grado di stimare il numero annuale di decessi e costi sanitari a causa di sepsi e polmonite che in realtà è prevenibile.

"La nazione ha urgente bisogno di un approccio globale per ridurre il rischio associato a queste infezioni mortali", ha aggiunto. "Migliorare il controllo delle infezioni è un modo chiaro sia per migliorare i risultati dei pazienti e ridurre i costi di assistenza sanitaria."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha