Sesso non protetto più probabile in gravi relazioni omosessuali, la ricerca suggerisce

Aprile 27, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Gay giovani in relazioni serie sono sei volte più probabilità di avere rapporti sessuali non protetti rispetto a quelli che collegare con partner occasionali, secondo una nuova ricerca Northwestern Medicine.

I risultati forniscono una nuova direzione per gli sforzi di prevenzione in questa popolazione, che rappresentano quasi il 70 per cento di tutte le nuove diagnosi di HIV/AIDS in adolescenti e giovani adulti negli Stati Uniti e che hanno anche il più alto incremento di nuove infezioni.

"Essere in una relazione seria fornisce una serie di benefici per la salute mentale e fisica, ma aumenta anche i comportamenti che mettono a rischio di trasmissione di HIV", ha dichiarato Brian Mustanski, professore associato in scienze sociali mediche presso la Northwestern University Feinberg School of Medicine e piombo autore di un articolo sulla ricerca, pubblicata online sulla rivista Psychology Salute. "Gli uomini che credono un rapporto è serio pensano erroneamente che non hanno bisogno di proteggere se stessi."




Circa l'80 per cento dei gay giovani che sono HIV positivi non lo sanno, perché non sono in fase di test abbastanza di frequente, ha osservato. "Non è sufficiente chiedere il vostro partner il suo status HIV", ha detto Mustanski. "Invece, entrambe le persone in un serio, rapporto di coppia monogama dovrebbero andare e ricevere almeno due test HIV prima di decidere di smettere di usare il preservativo."

La nuova ricerca mostra Northwestern programmi di prevenzione HIV dovrebbero essere diretti verso rapporti seri, piuttosto che l'attuale attenzione sugli individui che agganciare in rapporti occasionali.

"Abbiamo bisogno di fare una maggiore sensibilizzazione alle giovani coppie di sesso maschile", ha detto Mustanski, che ha condotto la ricerca, quando era alla University of Illinois a Chicago. "Questa è una popolazione che è stata davvero lasciato alle spalle. Dovremmo essere concentrandosi su relazioni serie."

Per aiutare a raggiungere questo gruppo, Mustanski prevede di produrre due video per i giovani gay di questa estate che discutono avere rapporti sani e la prevenzione dell'HIV. I video saranno disponibili sul www.impactprogram.org.

I risultati dello studio a coda di rondine con le recenti Centers for Disease Control di dati che mostrano la maggior parte delle trasmissioni di HIV si verifica in rapporti seri. Essere in una relazione impegnata influenzata maggiormente se un uomo gay ha avuto rapporti sessuali non protetti rispetto all'utilizzo di farmaci con un partner, quest'ultima raddoppiando il rischio. Un nuovo passaggio a concentrare la ricerca sulle coppie omosessuali commessi è in parte il risultato del nascente movimento matrimonio omosessuale, Mustanski detto.

Lo studio della Northwestern esaminato i comportamenti di una popolazione diversificata di 122 giovani (da 16 a 20 anni, quando ha iniziato lo studio) in due anni a Chicago e la periferia. Gli uomini sono un sottoinsieme di partecipanti in studio longitudinale corso di Mustanski sulla salute sessuale e mentale delle persone lesbiche, gay, bisessuali e transgender (LGBT) giovani. Lo studio, denominato Progetto Q2, è il più lungo studio longitudinale in esecuzione di giovani LGBT mai condotto.

Studiare la salute delle minoranze sessuali e di genere è diventata una nuova priorità per il governo federale. Nel mese di marzo, l'Istituto di Medicina ha pubblicato un rapporto affermando ricercatori devono impegnarsi popolazioni LGBT in studi sulla salute.

Per raggiungere questo obiettivo, Northwestern ha appena siglato una partnership con il Centro sulla Halsted, il più grande centro di servizio sociale nel Midwest per la comunità LGBT. Programma di ricerca di Mustanski sulla salute sessuale e fisica delle minoranze sessuali - chiamato IMPACT Program-- ora risiedono nel Centro in Halsted, che ha un grande programma di test e la gioventù programma HIV. La mossa faciliterà la ricerca con la comunità LGBT.

"Questa collaborazione ci dà la possibilità di imparare da parte del personale del Centro sui problemi emergenti nella comunità, in modo che possiamo fare questi problemi una priorità di ricerca", ha detto Mustanski. "E possiamo condividere le nostre ultime scoperte in materia di prevenzione e di relazioni sane con il personale, in modo che possiamo applicare subito che ai loro servizi. C'è molto che possiamo imparare gli uni dagli altri."

"Siamo entusiasti di avere il programma IMPACT a Center Halsted," ha detto Modesto Tico Valle, l'amministratore delegato del Centro. "Le persone LGBT sono spesso escluse dai grandi sforzi di ricerca, e la messa a fuoco di impatto sulla salute e lo sviluppo della nostra comunità è di vitale importanza. Di per sé l'incorporamento nel Centro, IMPACT avrà accesso in prima persona a una gamma diversificata di persone LGBT di informare le loro ricerche. Noi, in loro volta, hanno una preziosa occasione per mettere i risultati della ricerca di IMPACT in pratica, migliorare i nostri programmi per soddisfare al meglio le esigenze dei nostri clienti ".

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha