Set di molecole trovato per collegare la resistenza all'insulina nel cervello al diabete

Maggio 6, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un meccanismo chiave dietro il diabete può iniziare nel cervello, con i primi segni della malattia rilevabile attraverso crescenti livelli di molecole non precedentemente legati alla segnalazione dell'insulina, secondo uno studio condotto da ricercatori della Scuola Icahn di Medicina Mount Sinai pubblicato oggi in rivista Cell Metabolism.

Studi precedenti avevano scoperto che i livelli di un set di chiavi di blocchi di proteine, a catena ramificata aminoacidi (BCAA), sono più alti in pazienti obesi e diabetici, e che questo aumento si verifica molti anni prima che qualcuno si sviluppa il diabete. Perché e come ripartizione BCAA può essere compromessa nel diabete e obesità è rimasta poco chiara di andare in studio.

"I nostri risultati dello studio dimostrano per la prima volta che l'insulina segnalazione nel cervello dei mammiferi regola i livelli di BCAA, aumentando rottura BCAA nel fegato", ha detto il dottor Christoph Buettner, MD, PhD, Professore Associato di Medicina presso la Facoltà di Medicina e Icahn anziano autore del nuovo studio. "Questo suggerisce che BCAA plasmatiche sono un riflesso di compromissione segnalazione dell'insulina cervello in individui obesi e diabetici."




"La cosa importante è che i roditori con insulina ridotta segnalazione esclusivamente nel cervello hanno elevati livelli plasmatici di BCAA e ridotta ripartizione BCAA nel fegato", ha detto il dottor Andrew C. Shin, PhD, un istruttore di Medicina presso la Facoltà di Medicina Icahn a Mount Sinai e il primo autore dello studio. "Dal momento interrotto segnalazione dell'insulina cervello può causare il precoce ascesa di BCAA visto in persone che poi sviluppano il diabete, l'insulino-resistenza che porta al diabete può effettivamente iniziare nel cervello."

"I risultati suggeriscono che i livelli di BCAA possono rivelarsi per riflettere la sensibilità all'insulina del cervello," il Dott Shin aggiunto. Dr. Shin ha anche sottolineato che di recente scoperta percorso della squadra si trova anche in organismi che vanno da uomo a roditori di vermi. Meccanismi "conservati" attraverso l'evoluzione sono spesso di importanza biologica fondamentale.

La scoperta iniziale che ha iniziato questa linea di indagine è stata presa dopo studi di proteomica e metabolomica di fegato e di plasma da ratti che erano stati infusi con insulina nel cervello puntato verso un ruolo di segnalazione dell'insulina cervello in BCAA catabolismo. "Il nostro studio fornisce un esempio di come proteomica e metabolomica, tecniche di indagine proteine ​​e metaboliti permettono ai ricercatori di venire con una ipotesi. Essi sono anche grandi strumenti di scoperta", ha detto il dottor Buettner.

Il team ha poi continuato a testare il concetto in una varietà di modelli animali, come topi, ratti e vermi tondi. Essi sono stati anche in grado di confermare in scimmie prediabetici e gli esseri umani obesi e diabetici, che le elevate BCAA sono associati con ripartizione BCAA diminuito nel fegato.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha