Sindrome da stanchezza cronica non legata a sospettare virus; Studio mette a nozione riposo che XMRV o pMLV causano la malattia misteriosa

Maggio 31, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Le cause della sindrome da stanchezza cronica (CFS) hanno a lungo eluso gli scienziati. Nel 2009, un articolo sulla rivista Science legata alla sindrome - a volte chiamata encefalomielite mialgica (ME) - per l'infezione con un mouse retrovirus chiamato XMRV (xenotropico virus della leucemia murina (MLV) virus -related). Dato che i pazienti affetti hanno spesso sintomi compatibili con un'infezione cronica, questa connessione virale sembrava plausibile, ei risultati sono stati celebrati come un risultato importante per una malattia complessa che colpisce quasi 1 milioni negli Stati Uniti

Un altro studio all'inizio del 2010 pubblicato nel Proceedings of National Academy of Sciences ha rilevato murini retrovirus come sequenze (designato pMLV: politropico MLV) in CFS/ME pazienti, che hanno fornito un ulteriore sostegno per una teoria virale.

Indagini di follow-up di diversi laboratori sono stati in grado di rilevare XMRV o pMLV nei pazienti con CFS. Tuttavia, nessuno di loro ha esaminato un numero sufficientemente elevato di ben caratterizzati CFS/ME pazienti per testare rigorosamente la validità di tali constatazioni. In assenza di uno studio definitivo, molti nel pubblico in generale possono aver mantenuto il parere che XMRV e/o pMLV sono responsabili della malattia, e alcuni clinici continuare la prescrizione "off-label" di farmaci antiretrovirali.




Per risolvere definitivamente il problema, l'Istituto Nazionale di allergie e malattie infettive, parte del National Institutes of Health (NIH), ha commissionato uno studio sotto gli auspici del Centro per l'infezione e immunità alla Mailman School of Public Health della Columbia University, in collaborazione con i Centri per il Controllo delle Malattie e la Prevenzione, la Food and Drug Administration, e National Cancer Institute del NIH e Warren G. Magnuson centro clinico.

La ricerca è pubblicata in mBio.

Un totale di 293 soggetti, 147 con CFS/ME e 146 controlli appaiati, sono stati reclutati da sei siti di tutti gli Stati membri, a seguito di approfondite valutazioni cliniche e di screening di laboratorio. Siti clinici hanno incluso Brigham and Women Hospital (Boston, MA), l'Istituto di ricerca Simmaron (Incline Village, NV), Miami Veterans Affairs Medical Center (Miami, FL), la Clinica Malattie Infettive all'Università di Stanford (Palo Alto, CA), il Levine Clinic (New York, NY), e la Fatica consultazione Clinic (Salt Lake City, UT).

Tutti CFS/ME pazienti scelti per lo studio: 1) sono stati tra i 18 ei 70 anni; 2) non aveva mai sofferto di un'altra neurologiche o malattia psichiatrica; 3) ha incontrato sia i criteri "Fukuda" e "Canadian Consensus" per la CFS/ME; 4) sono stati affetti da sintomi di una infezione virale prima dell'inizio CFS; 5) avevano un punteggio ridotto sul sondaggio RAND36 qualità della vita (vitalità sottoscala <35, il funzionamento sottoscala sociale <62,5, ruolo-fisico sottoscala <50) e il Performance Scale Karnofsky (<70%); 6) non erano in stato di gravidanza, allattamento, o meno di 3 mesi dopo il parto per evitare l'affaticamento di maternità legati da essere confuso per la CFS/ME.

I soggetti di controllo sono stati reclutati per abbinare l'età, il sesso/distribuzione di genere, razza/etnia, e la posizione geografica. Controlli avuto precedenti contatti con le persone con CFS/ME. Tutti i potenziali soggetti sono stati poi testati per la prova di qualsiasi metaboliche, endocrine, o malattie infettive che potrebbero causare l'affaticamento. Il sangue da soggetti CFS/ME e controllo che hanno incontrato questo criterio di selezione è stato raccolto per XMRV accecato e/o l'analisi pMLV utilizzando molecolare, cultura e metodi sierologici, precedentemente stabilito nei singoli laboratori in cui le prove di XMRV o pMLV era stato segnalato o governato out.

Nessuno dei laboratori trovato prove di XMRV o pMLV nei campioni delle reclutati CFS/ME o soggetti di controllo. A garanzia della qualità dei test molecolari, controlli positivi separati (campioni di sangue intenzionalmente diluiti con XMRV/pMLV) e controlli negativi (campioni di sangue preselezionati e priva i retrovirus) sono stati utilizzati e ha confermato che i test diagnostici sono stati funzionino correttamente.

Nove controllo e nove CFS/ME campioni di sangue sono risultati positivi agli anticorpi XMRV/pMLV-reattivi. La precisione di questo test non può essere determinato perché non ci sono controlli positivi nella popolazione generale con XMRV sierologia. Tuttavia, non vi era alcuna correlazione tra anticorpi reattività nel sangue da CFS/ME e controlli.

Dichiarazione del Dr. Mikovits, l'autore della carta Science in cui XMRV è stato legato alla CFS:. "Ho molto apprezzato l'opportunità di partecipare pienamente a questo studio senza precedenti senza precedenti a causa del livello di collaborazione, l'integrità dei ricercatori, e la impegno del NIH di fornire le sue considerevoli risorse alla comunità CFS per questo importante studio. Anche se sono deluso dal fatto che non abbiamo trovato alcuna associazione tra XMRV/pMLV al CFS, il rivestimento d'argento è che il nostro rapporto Scienza 2009 ha portato la consapevolezza globale di questo paralizzante malattia e ha suscitato nuovo interesse per la ricerca di CFS. Sono dedicati a continuare a lavorare con i leader nel settore della scoperta patogeno nello sforzo di determinare l'agente eziologico per la CFS. "

"Anche se sono stati esclusi gli volta promettenti XMRV e pMLV ipotesi, le conseguenze dei primi rapporti che collegano questi virus a malattia sono che nuove risorse e gli investigatori sono stati reclutati per affrontare la sfida del CFS/ME," ha affermato W. Ian Lipkin, MD, direttore dello studio multi-site e John Snow Professore di Epidemiologia della Mailman School of Public Health della Columbia University. "Siamo certi che questi investimenti produrranno intuizioni sulle cause, la prevenzione e il trattamento di CFS/ME."

Questo studio è stato finanziato dal National Institutes of award Salute AI1057158 (NBC-Lipkin).

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha