Sindrome di Sly: Delivering Medicine per la lotta contro rara malattia genetica

Marzo 25, 2016 Admin Salute 0 10
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Lo scienziato che ha scoperto "Sindrome Sly" quasi quattro decenni fa, e un team di colleghi a Saint Louis University sono un passo più vicini a trovare un approccio per curare la malattia genetica rara. Sindrome di Sly causa difetti ossei, ritardo mentale, problemi di visione e udito, malattie cardiache e morte prematura.

Essi hanno scoperto che un enzima potenzialmente salva-vita può essere indotto ad attraversare la barriera emato-encefalica, una struttura che protegge il cervello da sostanze estranee, se è dato con l'adrenalina ormone.

Da quando William S. Sly, MD, presidente del dipartimento di biochimica e biologia molecolare a Saint Louis University, ha scoperto la malattia genetica rara nel 1969, lui ei suoi colleghi hanno condotto una ricerca per saperne di più su come trattarla.




Dice loro risultati recenti hanno un significato al di là trattamento della malattia estremamente rara che porta il suo nome.

"Ci sono al massimo 100 casi di vita della sindrome di Sly. Tuttavia, questa malattia è un modello per tutte le malattie di questo gruppo, alcuni dei quali sono molto più comuni", dice Sly.

"Malattie lisosomiali interessare 1 in 7.000 nati vivi, e il 90 per cento di quelli con le malattie hanno coinvolgimento cervello. Ciò che troviamo con Sindrome di Sly ha una certa importanza per tutte quelle malattie così. E 'potenzialmente un grande risultato e un primo passo importante . "

La scoperta potenzialmente punta a un nuovo modo di ottenere grandi molecole, come alcuni farmaci, attraverso la barriera emato-encefalica. È stato riferito negli Atti della National Academy of Sciences in linea prima edizione della settimana del 16 luglio.

I ricercatori hanno scoperto che SLU la giusta quantità di adrenalina probabilmente agisce stimolando il trasporto da vescicole - wrapper blister simili che trasportano sostanze attraverso la barriera emato-encefalica - in modo che l'enzima mancante nei pazienti che hanno la sindrome di Sly può entrare nel cervello.

Coloro che hanno la sindrome di Sly manca l'enzima chiamato beta-glucuronidasi. Senza questo enzima, molecole di proteina-zucchero accumulano nel cervello e altri organi del corpo. Sostituendo l'enzima mancante, i medici credono di poter curare la malattia genetica.

Il problema, però, è stato scivolando l'enzima passato la barriera emato-encefalica per dove deve fare il suo lavoro.

"Questa è una malattia che è fatto semplicemente per i veicoli di consegna della droga test. Se si può ottenere l'enzima nel cervello, il veicolo che ha trasportato potrebbe funzionare per offrire altri prodotti chimici, anche," dice William A. Banks, MD, professore di geriatria e scienze farmacologiche e fisiologiche a Saint Louis University, e ricercatore principale sulla barriera emato-encefalica.

Sindrome di Sly, che si verifica in meno di uno su 100.000 nati, è una malattia progressiva che varia in gravità da lieve a mortale. Si tratta di un gruppo di malattie genetiche chiamano mucopolisaccaridosi.

"Alcuni bambini che hanno questo gruppo di malattie sono condannati ad una morte precoce, perché non fanno un certo enzima", spiega Banks.

La terapia enzimatica sostitutiva - o mettere l'enzima mancante nei corpi di coloro che hanno la sindrome di Sly - promette nel trattamento dei problemi fisici della malattia.

"Nel caso della sindrome Sly, l'enzima mancante è più di 1000 grande di una molecola di zucchero e così enorme non può attraversare la barriera emato-encefalica, che le impedisce di raggiungere il cervello."

Gli scienziati hanno usato un modello di topo per capire come ottenere l'enzima nel cervello. Sapevano che le iniezioni di l'enzima mancante nel cervello di topolini hanno raggiunto il loro obiettivo, ma le iniezioni simili in topi maturo no. Poiché i topi crescevano, il trasportatore che ha portato l'enzima oltre la protezione barriera emato-encefalica è stato perso.

"Abbiamo scoperto che la giusta quantità di adrenalina ha permesso l'enzima di passare nel cervello di topi anziani, il che significa che reinduced il modo per ottenere l'enzima dove è necessario", spiega Banks.

L'adrenalina è un farmaco che tratta l'arresto cardiaco ed è dato per aprire le vie aeree dei pazienti asmatici che hanno difficoltà a respirare. Alla scoperta adrenalina come la chiave di trasporto per sbloccare la barriera emato-encefalica per l'enzima mancante è stato "un salto nel buio", spiega Banks.

"Alte dosi di adrenalina possono distruggere la barriera emato-encefalica e lasciare tutto nel cervello, che è tossico", spiega Banks. "Abbiamo testato tre cose. Uno non ha funzionato affatto. Uno lavorato parzialmente e adrenalina lavorato incredibilmente bene."

La scoperta cambia come gli scienziati guardano ottenere farmaci attraverso la barriera emato-encefalica, dice, e potrebbe avere implicazioni per il trattamento di altre malattie come il morbo di Alzheimer e l'obesità.

Invece di vedere la barriera emato-encefalica come un ostacolo per la lotta, i ricercatori dovrebbero prendere in considerazione qualcosa di finezza, con le sue caratteristiche speciali per aiutare nella somministrazione di farmaci, Banks aggiunge.

"Il campo ha affrontato il problema come se si dispone di una Volkswagen che può attraversare la strada e si mette il carico su di esso in modo che il carico può arrivare anche lì. Abbiamo scoperto che il tentativo di trasportare il carico cambia la Volkswagen e la Volkswagen non può più trasmettere. "

La ricerca è stata finanziata dal National Institutes of Health, la sindrome di Sanfilippo Fondazione Ricerca Medica e VA Review Merit.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha