Singola dose di radiazioni al momento della chirurgia aiuta le donne con carcinoma della mammella in fase rinunciano regime radiazioni 6-7 settimane

Aprile 5, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

NewYork-Presbyterian Hospital/Weill Cornell Medical Center è il primo e unico ospedale nei cinque distretti di New York City per offrire alle donne con stadio precoce del cancro al seno INTRABEAM radioterapia, un trattamento con radiazioni innovativo consegnato in una singola dose al momento della chirurgia.

Le donne con carcinoma della mammella in stadio precoce spesso la chirurgia conservativa del seno, altrimenti noto come un lumpectomy, per rimuovere un tumore canceroso. Lumpectomy è seguito da un regime di dosi giornaliere di radioterapia per tutta la mammella, generalmente dura sei o sette settimane consecutive.

"INTRABEAM radioterapia può essere una valida alternativa ad un regime di sei a sette settimana dopo l'intervento chirurgico per pazienti selezionati perché ci permette di indirizzare con precisione eventuali cellule tumorali residue proprio all'interno del letto tumorale, in cui il tumore è più probabile che si ripetano", afferma Dr Mary Katherine Hayes, direttore della clinica di Radioterapia a NewYork-Presbyterian Hospital/Weill Cornell Medical Center e professore associato di Clinica Radiologia e Radioterapia presso Weill Cornell Medical College.




Immediatamente dopo la rimozione del tumore, mentre il paziente è ancora sul tavolo operatorio, piccolo, punta cilindrica dell'applicatore INTRABEAM è collocato all'interno della cavità del tumore per fornire una dose di radiazione superficiale per 20-30 minuti, limitando l'esposizione al tessuto sano circostante e organi. Dopo l'applicatore è stato rimosso, l'incisione chirurgica viene chiusa.

"La nostra capacità di utilizzare questa tecnica di radiazione in modo così tempestivo può aggiungere alla sua efficacia in quanto la zona ha bisogno di trattamento può essere visualizzato direttamente al momento il tumore è stato rimosso," dice il dottor Alexander J. Swistel, frequentando chirurgo seno al le donne di Cantor Iris Health Center a NewYork-Presbyterian/Weill Cornell Medical Center e professore associato di chirurgia clinica al Weill Cornell Medical College.

Questa alternativa alla terapia convenzionale radiazioni full-seno è in linea con la pratica di lunga data dell'ospedale di sartoria trattamenti contro il cancro al seno parziale a un numero crescente di pazienti con un piccolo, tumore in fase iniziale. Eliminare un ulteriore 6-7 settimane di radioterapia è particolarmente conveniente per i pazienti che non vivono in prossimità di un ospedale o di un centro di radioterapia stabilito.

Uno studio randomizzato di fase 3 studio clinico di 10 anni di terapia intraoperatoria per il cancro al seno ha rilevato che per i pazienti selezionati, la radioterapia a dose singola erogata al momento della chirurgia ha dato gli stessi risultati di radiazioni pieno seno convenzionale consegnato nell'arco di diverse settimane. Il TARGIT-A Trial, pubblicato su The Lancet nel luglio 2010, ha studiato solo il sistema INTRABEAM ed era il più grande studio clinico randomizzato condotto in questo campo, più di duemila donne in diversi paesi sono stati arruolati.

Mentre INTRABEAM è limitato a un gruppo selezionato di pazienti con un piccolo tumore, se i campioni di tessuto prelevati durante l'intervento chirurgico si dimostrano più aggressivi di test preliminari hanno rivelato, il paziente sarà ancora in grado di sottoporsi a radiazioni tradizionale full-seno. Tuttavia, il paziente non avrebbe bisogno di sottoporsi alla fase finale di cinque giorni di trattamento convenzionale, noto come terapia di spinta, che si rivolge il letto tumore con radiazioni esterne.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha