Sintomi Imperial ricercatori Mostra Novel Flu trattamento elimina nei topi

Marzo 25, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori dell'Imperial College di Londra riportano oggi nel Journal of Experimental Medicine, che hanno sviluppato una nuova strategia per trattare efficacemente i sintomi del tipo più letale di influenza.

Lavorare con virus influenzale A, mostrano nei topi che il loro nuovo trattamento elimina i sintomi, riducendo la risposta delle cellule bianche del sangue attivi T di un terzo.

Influenza A è il tipo di influenza responsabile di pandemie quali 1919 scoppio della 'influenza spagnola', che ha ucciso a livello mondiale più di 20 milioni di persone.




A differenza di tentativi attuali per prevenire o curare l'influenza, che si basano su entrambi vaccinazioni annuali che cercano di prevedere come il virus possa mutare, o farmaci anti virali che devono essere somministrati non appena si verifica un contatto con il virus, questo nuovo trattamento può essere dato dopo sintomi presenti.

Dr Tracy Hussell del Centro di Imperial per Molecular Microbiology and Infection e senior autore della carta, dice:

"Tre volte nella storia recente del virus dell'influenza si è evoluto da una malattia caratterizzata da tosse e starnuti di un killer mondo. I recenti epidemia di SARS evidenzia quanto rapidamente un virus mortale può diffondere nella società moderna e siamo da lungo tempo per la prossima pandemia influenzale. La realtà che fa riflettere è che l'influenza è una delle grandi maestri a eludere la risposta immunitaria umana.

"Durante l'infezione influenzale il sistema immunitario ha un atteggiamento 'tutte le mani sul ponte' per l'assalto virale. Ma è questo che causa la maggior parte dei danni. La risposta immunitaria esagerata produce molecole infiammatorie che portano a ciò che è noto come 'tempesta di citochine'. Essenzialmente troppe cellule intasare le vie aeree e prevenire il trasferimento efficiente di ossigeno nel sangue.

"Riducendo selettivamente questo carico cellulare abbiamo dimostrato che è possibile eliminare i sintomi clinici, mentre efficacemente affrontare e eliminare l'infezione."

Il corpo ha due grandi classi di globuli bianchi, i linfociti T e B. Mentre le cellule B producono anticorpi su misura che aiutano l'organismo ricordare e rispondere agli invasori rapidamente, le cellule T pattugliano il corpo, cercano e distruggono le cellule malate. Ma la risposta delle cellule T produce anche mediatori infiammatori che portano alla 'tempesta di citochine'.

Fino ad ora, i trattamenti per eliminare la tempesta di citochine sono concentrati su inibendo tutte le cellule T. Ma questo lascia il paziente in grado di eliminare il virus e suscettibile di altre infezioni. Squadra del dottor Hussell hanno sviluppato un modo di regolazione giù una molecola nota come OX40 che colpisce solo le cellule T che sono stati recentemente avvertito la presenza del virus dell'influenza.

"OX40 invia un 'segnale di sopravvivenza' istruire le cellule T attivate a rimanere nei polmoni più a lungo per aiutare a combattere l'infezione. Tuttavia, poiché le nuove cellule sono in arrivo per tutto il tempo questa presenza prolungata non è necessaria", spiega il capo ricercatore Ian Humphreys di Centro di Imperial per Molecular Microbiology and Infection.

"Inibendo questo segnale consente quindi le cellule T di liberare i polmoni in precedenza pur lasciando dietro una presenza immunitaria sufficiente."

Utilizzando una proteina di fusione OX40: Ig fornita dalla società farmaceutica Xenova Research, gli scienziati sono stati in grado di dimostrare che OX40: blocca Ig cellule T attivi.

I risultati mostrano sei giorni dopo l'infezione con l'influenza, i topi trattati con OX40: Ig erano indistinguibili da topi di controllo non infetti. Ma i topi infettati che non erano stati trattati perso il 25 per cento del loro peso corporeo, sembrava curvo, ritirato e ha perso il loro appetito - tutti i sintomi caratteristici di influenza.

Quando il trattamento con OX40: Ig è stata ritardata per diversi giorni dopo l'infezione, fino a quando il topo aveva perso il 20 per cento del loro peso corporeo e OX40: Ig è stato somministrato, i sintomi sono stati invertiti.

Re-infezione anche indicato che la capacità dei topi di rispondere ad una seconda infezione non è stata influenzata dalla ridotta immunità delle cellule T durante l'infezione iniziale.

Dr Hussell aggiunto: "C'è tremenda possibilità di questo trattamento Fondamentalmente ogni malattia che è caratterizzata da una risposta infiammatoria eccessiva T cellule, sia nei polmoni, nel caso di bronchite, asma e polmonite, o nelle articolazioni, come reumatoide. artrite, potrebbe essere un candidato per questo tipo di trattamento. Se i sintomi clinici della SARS sono causati da un eccessivo risposte immunitarie troppo potrebbe essere trattato efficacemente ".

###

Fatti su influenza

Ci sono tre tipi principali di virus dell'influenza A, B e C. Di questi, A e B sono di maggiore preoccupazione per il modo in cui i loro genomi evolvono.

L'organizzazione e il tipo di materiale genetico virus dell'influenza è fatto da aiuta nascondere dal sistema immunitario. Virus RNA, come l'influenza hanno un alto tasso di mutazione perché non prova controllare il loro materiale genetico quando fanno nuove particelle virali. Di conseguenza, c'è una quantità enorme di variabilità genetica all'interno di una nuova generazione di particelle virali. Sebbene molti della mutazione sarà dannosa ci sarà sufficiente che siano in grado di sfruttare una debolezza nel sistema immunitario.

Influenza A è particolarmente pericolosa perché subisce prontamente 'scambio gene' o riassortimento. Questo significa due ceppi del virus possono infettare la stessa cellula e scambiare informazioni genetiche. Aggiungi questo alla capacità di influenza di infettare alcuni animali e uccelli, e si ha una situazione in cui due ceppi molto diversi possono infettare una cellula e ibridare per creare un nuovo ceppo, che è molto diverso da tutto ciò che il sistema immunitario ha incontrato prima. E 'questo processo di scambio gene che è stato collegato con l'emergere di maggior pandemie.

A proposito di Imperial College di Londra

Costantemente valutato tra i primi tre istituzioni universitarie del Regno Unito, l'Imperial College di Londra è un leader mondiale basata sulla scienza universitario la cui reputazione per l'eccellenza nell'insegnamento e nella ricerca attira studenti (10.000) e il personale (5.000) di altissima qualità internazionale.

Una ricerca innovativa presso il College esplora l'interfaccia tra la scienza, la medicina, l'ingegneria e la gestione e fornisce soluzioni pratiche che migliorano la qualità della vita e dell'ambiente - sostenuti da una cultura dinamica impresa.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha