Sistema immunitario 'Atlas' Will Rilevamento velocità di trapianto di rene


Gli scienziati della Scuola di Medicina e l'ospedale Lucile Packard Children di Stanford University hanno messo a punto un nuovo modo di decodificare i segnali immunitari che causano lento, rigetto cronico di tutti i reni trapiantati. Hanno creato un sistema immunitario "Atlas" in grado di migliorare la capacità dei medici di monitorare organi trapiantati e far luce sui meccanismi di graduale, disfunzione renale cumulativa dopo il trapianto.

"La ragione per infortunio cronico si verifica in organi trapiantati è davvero un mistero", ha detto l'autore dello studio anziano Minnie Sarwal, MD, PhD, professore di pediatria presso la Scuola di Medicina e un nefrologo all'ospedale Packard bambini. "Anche i pazienti che hanno ricevuto un organo da un gemello identico sviluppano rigetto cronico."

I risultati saranno pubblicati on-line 23 febbraio negli Atti della National Academy of Sciences.




Prima di un trapianto d'organo, medici verificare la compatibilità tra il sistema immunitario del destinatario donatore e, Sarwal detto. Esaminano i geni che codificano piccole proteine, chiamate antigeni leucociti umani, che etichettano l'esterno di ogni cellula. Queste proteine ​​sono il meccanismo principale del sistema immunitario per distinguere "sé" da tessuti "non-self". Solo i gemelli identici sono perfettamente abbinati antigeni leucociti umani; per altri destinatari di organi, i medici usano un donatore con la corrispondenza più vicina che possono trovare. Dopo il trapianto, un destinatario organo riceve farmaci forti che riducono la capacità del corpo di sfornare anticorpi - immunitarie marcatori "cerca-e-distruggi" - contro il rene donato.

Ma il fatto che il rigetto d'organo cronico si verifica anche tra gemelli suggerisce il sistema immunitario sta facendo più di tenere sotto controllo gli antigeni leucociti umani.

Il team di Stanford ha precisato per trovare ciò che è stato. I ricercatori hanno messo a punto un primo nel suo genere, metodo per catalogare ogni uno degli anticorpi che attaccano i reni donati dopo il trapianto. Essi tracciati prova di tutti i tipi di attacco del sistema immunitario completo confrontando i livelli di anticorpi in 18 destinatari rene prima e dopo il trapianto. Per fare questo, si fuse due sistemi deduttive biologici, prima si confrontano tutte le proteine ​​nel sangue dei soggetti a una serie di oltre 5.000 proteine ​​umane, quindi eseguire i risultati di tale analisi attraverso un database genetico che hanno dimostrato che le proteine ​​del sangue sono stati progettati per gli anticorpi attaccare il rene donato.

"Questo è abbastanza rivoluzionario" Sarwal detto. "Si apre la porta a un sacco di lavoro entusiasmante per personalizzare il modo monitoriamo questi pazienti." I nuovi risultati consentiranno economici, analisi del sangue non invasivi che mostrano se un rene donato è infetto, in fase di rigetto acuto o maturato lesioni croniche che potrebbero causare malfunzionamenti a lungo termine, ha detto.

"Profilo di anticorpi di un individuo è un nuovo aspetto della fisiologia umana che può ora essere esaminato in modo imparziale, gli stessi geni modo possibile", ha detto l'autore co-maggiore Atul Butte, MD, PhD, assistente professore di informatica medica e pediatria. "E 'molto eccitante." Butte è anche membro della Stanford Cancer Center. Diversamente geni, anticorpi del corpo cambiano nel tempo, un fattore che potrebbe migliorare l'efficacia della medicina personalizzata, Butte detto.

Dati grezzi del team sui profili anticorpali è ora disponibile al pubblico ad altri scienziati attraverso la banca dati Omnibus Gene Expression gestito dal National Center for Biotechnology Information, una divisione della National Library of Medicine.

Oltre a migliorare il monitoraggio dei pazienti, elenco completo del team di anticorpi anti-rene spronerà ricerca sui meccanismi di rigetto renale cronica. Ad esempio, lo studio stabilisce per la prima volta che parte del rene provoca la grande risposta immunitaria dopo il trapianto.

"Con nostra grande sorpresa, la regione più immunogenico del rene è pelvi renale", ha detto Sarwal. Il bacino renale è la cavità nel profondo l'organo che raccoglie l'urina e imbuti verso la vescica. I prossimi grandi-risposte immunitarie sono stati osservati nella corteccia e glomerulo, regioni del rene con grandi scorte di sangue e una forte esposizione a sistema immunitario del ricevente. Il prossimo passo nella comprensione del rigetto cronico sarà quello di individuare quali gli anticorpi anti-rene specifici sono i messaggeri più affidabili di malfunzionamento renale, Sarwal detto.

"Se siamo in grado di correlare questi anticorpi con eventi clinici in organo, avremo gli strumenti per estendere la vita dei trapianti di rene," Sarwal concluso.

Altri Stanford co-autori includono Li Li, biostatistician anziano in nefrologia pediatrica; Persis Wadia, PhD, studioso di postdottorato; Rong Chen, PhD, ingegnere del software di ricerca; Neeraja Kambham, MD, professore associato di patologia; Maarten Naesens, PhD, visiting scholar ricerca in nefrologia pediatrica; Tara Sigdel, PhD, studioso di postdottorato in pediatria; e David Miklos, MD, PhD, assistente professore di sangue e midollo trapianto e un membro della Stanford Cancer Center. La ricerca è stata finanziata da sovvenzioni dal National Institute of Allergy e Malattie Infettive e la National Library of Medicine.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha