Sistema visivo può mantenere una notevole plasticità dopo cecità estesa

Marzo 13, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Le loro scoperte sono state recentemente pubblicate negli Atti del Progresso Nazionale della Scienza (PNAS) Early Edition.

"Il nostro gruppo di ricerca ha studiato lo sviluppo della visione nei bambini che erano cieche dalla nascita a causa della cataratta congenita. Siamo stati misurare se e come la loro visione si sviluppa dopo l'intervento chirurgico nella tarda infanzia e l'adolescenza di rimuovere la cataratta, che consente la vista per la prima tempo. I nostri risultati mostrano notevole plasticità e la visione continua a migliorare in molti bambini lungo dopo l'intervento chirurgico ", ha detto senior autore Peter J. Bex, Ph.D., Senior Scientist, Schepens Eye Research Institute/Mass. Occhio e orecchio e Professore Associato, Dipartimento di Oftalmologia HMS.




Gli autori spiegano ricerca: Progetto Prakash è uno sforzo scientifico e umanitario congiunto condotto da Pawan Sinha, Ph.D., professore al MIT. La parte umanitaria si propone di affrontare i problemi di cecità curabile in India, fornendo interventi chirurgici gratuitamente ai bambini con cataratta. Nel mondo occidentale, i bambini nati con la cataratta tipicamente vengono trattati nel primo anno di vita, ma i bambini con questa condizione in India rurale vanno spesso non trattati perché le loro famiglie non hanno le risorse finanziarie necessarie. Il progetto mira anche a rispondere alle domande: possono i bambini che soffrono di prolungata cecità congenita sviluppare visione dopo l'intervento di cataratta e, se sì, in che modo questo processo accadere?

Il "periodo critico" o la "finestra critica" è un concetto tradizionale nel campo delle neuroscienze che suggeriscono che non c'è "plasticità", o potenzialità di sviluppo, primi anni di vita. Ma come si invecchia - e, nel caso della visione, passa all'età di 7 o 8 - c'è la plasticità sempre meno nel sistema visivo.

Il concetto di periodo critico si interseca con cura clinica nei modelli di pratica per i bambini affetti da ambliopia: si è pensato una volta che se non si trattano ambliopia prima 8 anni, quindi la finestra di opportunità per salvare la vista è stato perso. Per questi pazienti, una potenziale giustificazione per non rimuoverli durante la loro adolescenza è stata che "faranno solo essere ciechi in ogni caso." Tuttavia, questo mantra una volta accettato ha cominciato a cambiare negli ultimi 10 anni con nuove intuizioni plasticità e l'impatto potenziale di cervello o di formazione sensoriale dopo l'intervento chirurgico.

Il Schepens/Messa. Eye and Ear contributo al Progetto Prakash è una valutazione basata su iPad della funzione sensibilità al contrasto sviluppato nel Laboratorio Bex. E 'più preciso e più facile da applicare rispetto valutazioni precedenti sensibilità al contrasto.

"In questa situazione e ricerca del passato, l'ipotesi più conservativa per il nostro studio sarebbe stato che i bambini tra gli 8 e 18 avrebbero mostrato alcun cambiamento nella visione di basso livello, e non modificando le proprie funzioni sensibilità al contrasto, quando sono stati testati dopo la loro cataratta intervento chirurgico ", ha detto il dottor Bex. "Con il nostro test (che di solito richiede attrezzature di laboratorio specializzato) e alcune analisi che abbiamo sviluppato, abbiamo dimostrato che alcuni pazienti hanno sviluppato una visione sostanziale dopo 15 anni di cecità. Questo cambiamento visivo non poteva essere rappresentato da semplici fattori ottici, sia."

Questa ricerca ha importanti implicazioni per potenziali trattamenti di cataratta congenita, oltre alle questioni fondamentali dello sviluppo e plasticità nelle neuroscienze, concludono i ricercatori.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha