Smettere di fumare può essere più difficile se la mamma Affumicato durante la gravidanza

Aprile 10, 2016 Admin Salute 0 6
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Smettere di fumare può essere più difficile per le persone le cui madri hanno fumato durante la gravidanza, secondo la ricerca animale condotto da ricercatori della Duke University Medical Center.

L'esposizione prenatale alla nicotina è noto per alterare aree del cervello fondamentale per l'apprendimento, la memoria e la ricompensa. Gli scienziati del Centro di Duke per la nicotina e smettere di fumare ricerca hanno scoperto che queste alterazioni possono programmare il cervello per ricaduta di dipendenza da nicotina. I roditori esposti alla nicotina prima della nascita di sé amministrare più del farmaco, dopo periodi di astinenza rispetto a quelli che non erano stati esposti.

Lo studio suggerisce che le donne incinte dovrebbero smettere di fumare per evitare di esporre i loro bambini non ancora nati alla nicotina, e che dovrebbero farlo senza l'uso di prodotti di nicotina, come cerotti o le gomme che presentano anche un rischio per il bambino, i ricercatori hanno detto.




"Fumare durante la gravidanza può danneggiare il bambino in modi che vanno ben al di là di parto prematuro o basso peso alla nascita,", ha detto il piombo studio investigatore Edward Levin, Ph.D., professore di psichiatria biologica. "Essa provoca cambiamenti nello sviluppo del cervello del bambino che può durare tutta la vita."

I risultati dello studio appaiono questa settimana nel numero online della rivista Pharmacology, Biochemistry and Behavior. Il lavoro è stato sostenuto dal National Institute on Drug Abuse e Philip Morris USA.

La squadra di Levin esposto topi in gravidanza di nicotina. Una volta che la prole cresce all'adolescenza, sono stati autorizzati a sé somministrarsi nicotina come spesso come volevano. Per sé somministrare il farmaco, i ratti premuto una leva che ha causato una dose di nicotina da consegnare via endovenosa. Ciascuna pressione della leva era approssimativamente equivalente a un colpo da una sigaretta.

I ricercatori hanno studiato due gruppi di ratti: quelli che erano stati esposti alla nicotina prenatale e quelli che non avevano. Inizialmente, entrambi i gruppi di ratti consumati nicotina alle stesse tariffe - una decina di colpi per sessione. Dopo quattro settimane, i ricercatori hanno costretto i ratti ad andare "tacchino freddo" per una settimana, durante la quale hanno avuto accesso alla nicotina.

Una volta che gli scienziati ripristinato l'accesso alla nicotina di nuovo, hanno assistito a una drammatica differenza nei tassi a cui i due gruppi ripresero l'abitudine. I ratti che erano stati esposti prima della nascita ha preso quasi il doppio i colpi di nicotina rispetto a quelli che non avevano.

Mentre i tassi di fumare negli Stati Uniti sono in declino, circa un quarto degli americani hanno madri che hanno fumato durante la gravidanza, Levin ha detto. Precedenti studi hanno dimostrato che questi individui hanno una maggiore probabilità di sindrome della morte improvvisa del lattante, disturbo da deficit di attenzione-iperattività, l'obesità e persino di diventare un fumatore abituale stessi, Levin ha detto.

"E 'facile smettere di fumare - chiunque può farlo, per un breve periodo", ha detto Levin. "Ma non prendere di nuovo - questa è la parte che si è dimostrato così difficile per la maggior parte delle persone, specialmente coloro che sono stati esposti alla nicotina prima della nascita."

Levin ei suoi colleghi dicono che diversi approcci per smettere di fumare dovrebbero essere prese in individui che sono stati esposti alla nicotina prenatale. Se o non una persona è stata esposta alla nicotina mentre nel grembo materno diventa un'altra parte del loro profilo medica che aiuta medici trattamento sarto alle specifiche esigenze del paziente, detto Levin. Alcuni altri fattori indicati di influenzare la capacità di una persona di smettere comprendono sesso, età, stato di salute mentale e della genetica, ha aggiunto.

Altri ricercatori partecipanti allo studio sono stati Susan Lawrence, Ann Petro, Kofi Horton, Frederic J. Seidler e Theodore A. Slotkin.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha