Snooze si vince? E 'vero per realizzare i sogni cerchio, dice nuovo studio

Marzo 14, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

In uno studio che appare nel numero di luglio del Sonno, Cheri Mah, un ricercatore nel Disorders Stanford sonno Clinica e Laboratorio di Ricerca, ha dimostrato che i giocatori di basket a livello di college d'elite sono stati in grado di migliorare le loro prestazioni on-the-court aumentando la loro quantità di tempo di sonno totale.

Lo studio suggerisce che "il sonno è un fattore importante in alta prestazione atletica", ha detto il primo autore Mah. Nel documento, che lei ei suoi colleghi ha scritto che "gli atleti sono in grado di ottimizzare i risultati di formazione e di concorrenza, individuando le strategie per massimizzare i benefici del sonno."




Non è un segreto che la mancanza di sonno può avere conseguenze negative. Numerose ricerche hanno dimostrato l'impatto che il debito di sonno ha sulla funzione cognitiva, l'umore e le prestazioni fisiche. Ma, come Mah ei suoi colleghi sottolineano nel documento, pochi studi hanno esaminato il contrario: l'effetto che dormire estensione può avere sulle prestazioni. E pochi altri gruppi hanno esaminato in particolare l'effetto di sonno sugli atleti.

Mentre le cose come l'alimentazione e la formazione fisica sono parte del regime quotidiano di un atleta, Mah detto atleti competitivi a tutti i livelli in genere non si concentrano su come ottimizzare il loro sonno e il recupero. Di solito sono solo detto di avere una "buona notte di sonno" prima di una gara.

"Intuitivamente molti giocatori e allenatori sanno che il riposo e il sonno sono importanti, ma è spesso il primo ad essere sacrificato", ha aggiunto. "Sano e un sonno adeguato, non ha avuto la stessa attenzione di altri settori di formazione per le massime prestazioni."

Nel 2002, Mah condotto uno studio sull'estensione del sonno e la funzione cognitiva in Stanford studenti universitari. Per caso, alcuni partecipanti erano nuotatori collegiali e detto che avevano battuto i record di nuoto personali durante la parte dello studio in cui dormivano più del normale. Una lampadina si accese nella testa di Mah. "Ci era stato lo studio degli effetti di estensione sonno sulla performance cognitiva e l'umore, ma ora era curioso di sapere se l'estensione del sonno può anche influire sulle prestazioni fisiche", ha detto.

Mah ha iniziato a lavorare con l'esperto di sonno William Dement, MD, PhD, professore di psichiatria e scienze comportamentali, e hanno rivolto la loro attenzione alla squadra di basket maschile. Nel corso di due stagioni di basket, Mah e colleghi hanno lavorato con 11 giocatori sani con l'obiettivo di indagare gli effetti di estensione sonno sulle misure specifiche di prestazione atletica, così come il tempo di reazione, l'umore e sonnolenza diurna.

I ricercatori hanno chiesto ai giocatori di mantenere il loro programma notturno normale (dormire per sei a nove ore) da due a quattro settimane e poi puntare a dormire 10 ore ogni notte per i prossimi 5-7 settimane. Durante il periodo di studio, i giocatori si sono astenuti dal bere caffè e alcol, e sono stati invitati a prendere sonnellini diurni quando viaggio li vietato di raggiungere le 10 ore di sonno notturno.

Alla fine del periodo di estensione di sonno, i giocatori correvano più veloci sprint 282 piedi (16,2 secondi contro 15,5 secondi) di quello che avevano al basale. Shooting precisione durante la pratica anche migliorato: percentuali tiro libero è aumentato del 9 per cento e 3 punti percentuali obiettivo del campo è aumentato del 9,2 per cento. I livelli di fatica diminuite dopo l'estensione del sonno, e gli atleti hanno riportato le pratiche migliori e giochi.

Utilizzando una scala sonnolenza basata su un questionario all'inizio dello studio, Mah ei suoi colleghi anche scoperto che molti degli atleti avevano un livello base da moderato a elevato di sonnolenza diurna - indicando che stavano portando il debito di sonno accumulato dal sonno cronica perdita. Ha chiamato questo uno degli aspetti più sorprendenti dello studio.

"Gli atleti sono stati in allenamento o competizione durante la stagione regolare con livelli moderati-to-high di sonnolenza diurna e non erano a conoscenza che potrebbe essere negativamente impatto le loro prestazioni," ha detto. "Ma come la stagione ha portato sopra e hanno ridotto il loro debito di sonno, molti atleti hanno testimoniato che un focus sul sonno è stato benefico per la loro formazione e le prestazioni."

I risultati suggeriscono, Mah ha detto, che è importante per il sonno per essere la priorità per un lungo periodo di tempo, e non solo la notte prima "Giornata del gioco." Ha chiamato il sonno ottimale un "fattore sconosciuto, ma probabilmente fondamentale per raggiungere le massime prestazioni." Ha detto che i risultati potrebbero essere applicabili per atleti amatoriali e quelli al liceo, di livello semi-pro o professionale.

Mah ei suoi co-autori hanno notato diverse limitazioni al loro studio. La dimensione del campione era piccolo e programma di viaggio dei giocatori ha fatto il mantenimento di un programma di sonno-veglia rigoroso difficile. (Mah notato, però, che questa è stata una insolita opportunità di studiare attivamente in competizione gli atleti d'elite.) E 'importante notare, inoltre, che lo studio non si è concentrato sulle prestazioni in-game: L'aspetto team di basket lo rende difficile da fare così, ha detto, ma gli studi futuri potrebbe concentrarsi su nuoto, atletica, o altri sport più favorevoli ad esaminare le prestazioni individuali.

Mah ha già gettato le basi per questa ricerca. Negli ultimi anni ha indagato estensione sonno in altre squadre sportive Stanford tra cui il calcio, il tennis e il nuoto. Ha presentato abstracts con risultati preliminari su questi sport che suggeriscono un andamento simile: più sonno ha portato a una migliore performance.

Mah ora lavora con molte delle squadre e allenatori per integrare il sonno ottimale e la programmazione di viaggi in loro stagioni sportive Stanford e si consulta anche con hockey professionale, squadre di calcio e basket, oltre a continuare la sua ricerca. Lei spera di trasformare la sua successiva attenzione alla qualità, contro la quantità, di sonno atleti.

Dement è stato l'autore senior dello studio. Kenneth Mah, MD, un pediatra hospitalist ICU cardiovascolare all'ospedale Lucile Packard Children di, è stato anche coinvolto nella ricerca. Il lavoro è stato finanziato dalla Stanford disturbi del sonno Clinica e Laboratorio di Ricerca.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha