Sollecitazioni famiglia può influenzare il sistema immunitario del bambino

Aprile 25, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Il nostro sistema immunitario ha il compito di proteggerci contro batteri e virus. I nostri corpi sono anche in grado di gestire lo stress che ogni giorno è, lo stress che dura solo per breve tempo. D'altra parte, un difficile, stressante situazione oa lungo termine aumento dello stress può influenzare negativamente il sistema immunitario. Questo tipo di stress a lungo termine può svilupparsi quando un membro della famiglia muore o quando gli adulti sono catturati in situazioni ingestibili difficili.

La ricerca indica che i bambini in famiglie altamente sollecitate avevano un elevato livello di cortisolo, che è un indicatore biologico di stress. Questo supporta l'idea che i bambini sono stati stressati. La ricerca suggerisce inoltre che il fatto che un elevato livello di stress influisce negativamente sul sistema immunitario che è, non è resistente quando il corpo è esposto a un elevato livello di stress. Invece, il sistema immunitario reagisce alle sostanze nel corpo che deve essere lasciato solo, che forse è legata ad una reazione autoimmune.




Lo studio ha incluso le famiglie con bambini di cinque anni (derivati ​​dal ABIS [Tutti Bambini nel sud est della Svezia] di studio). I genitori hanno risposto alla domanda relativa allo stress e potenziali difficoltà che avevano influenzato la famiglia, come il divorzio o disoccupazione. Le risposte hanno portato i ricercatori a identificare un gruppo di bambini che probabilmente sperimentato alti livelli di stress nelle loro famiglie, e un gruppo di bambini che presumibilmente erano cresciuti con normali livelli di stress.

Il gruppo di ricerca presso la Facoltà di Scienze della Salute in Jцnkцping lavorerà ulteriormente sul progetto per capire di più su come un alto livello di stress può influenzare il corpo. Questa volta, i ricercatori si trasformerà per i giovani nel gruppo di età 18-22.

"Questi giovani potranno segnalare le esperienze negative nella loro vita quotidiana e anche esperienze negative durante l'infanzia", ​​dice Maria Faresjц, professore presso la Scuola di Scienze della Salute, che sarà anche guidare il progetto di ricerca continua.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha