Sopravvissuti dell'uragano Katrina lottano con anni di salute mentale più tardi

Aprile 3, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I sopravvissuti dell'uragano Katrina hanno lottato con problemi di salute mentale per anni dopo la tempesta, secondo un nuovo studio di madri a basso reddito nella zona di New Orleans.

Autore principale dello studio, Christina Paxson della Princeton University, ha detto che i risultati sono stati una partenza da altre indagini, sia nella progettazione e dei risultati. I ricercatori sono stati in grado di raccogliere dati sui partecipanti prima Katrina e quasi cinque anni dopo la tempesta del 2005, trovando una persistenza di cattiva salute mentale e guadagnando intuizioni come i diversi tipi di stress legati agli uragani colpiscono la salute mentale.

"In media, le persone non sono sulla linea di base di salute mentale e che stavano mostrando piuttosto alti livelli di sintomi da stress post-traumatico. Non ci sono molti studi che ripercorrono la gente per questo lungo, ma i pochi che ci sono suggeriscono recupero più veloce di quello che stiamo trovando qui ", ha detto Paxson, che è di Princeton Hughes-Rogers Professore di Economia e Affari Pubblici e decano della Wilson School of Public Affairs e Internazionali Woodrow. "Penso che la lezione per il trattamento di condizioni di salute mentale è non credo che sia finita dopo un anno. Non è."




Oltre ad aiutare i sopravvissuti mentale di aiuto degli operatori sanitari dell'uragano Katrina e altri disastri, la ricerca può guidare i responsabili politici per affrontare le aree che hanno avuto un impatto significativo sulle donne nello studio, come i danni di casa e la ricostruzione.

Il documento appare nel numero di gennaio della rivista Social Science and Medicine. Co-autori di Paxson erano Elizabeth Fussell, professore associato di sociologia alla Washington State University; Jean Rhodes, professore di psicologia presso l'Università del Massachusetts di Boston; e Mary Waters, il professore mi Zukerman di Sociologia all'Università di Harvard.

Il progetto è iniziato nel 2003 come studio di adulti a basso reddito iscrisse community college in tutto il paese, tra cui tre siti in New Orleans. Il questionario iniziale conteneva domande su istruzione, reddito, le famiglie e la salute. Dopo l'uragano Katrina, alcuni dei ricercatori ha deciso di cercare di continuare a monitorare i partecipanti di New Orleans.

"Ho capito subito che il tipo di informazioni che abbiamo avuto sulla salute mentale e fisica erano molto rare negli studi disastro", ha detto Waters. "I ricercatori non sanno mai se le persone stanno soffrendo a causa del disastro o se avessero sottostante condizioni che hanno portato alla depressione o cattive condizioni di salute anche prima il colpo disastro."

La dimensione del campione dello studio era costituito da 532 madri a basso reddito, la maggior parte dei quali erano afro-americani e la cui età media era di 26 Sono stati intervistati in due indagini di follow-up - rintracciato in gran parte attraverso i loro numeri di cellulare invariati, anche se sono stati distribuiti in 23 stati - circa 11 mesi e quasi cinque anni dopo la tempesta.

A causa della composizione del campione, Paxson ha avvertito che i risultati dello studio non si può presumere che applica alla popolazione nel suo complesso, ma a far luce sugli effetti di disastri naturali "su un gruppo particolarmente vulnerabile.

Le indagini hanno aiutato classificare le donne in due sintomi di cattiva salute mentale: stress psicologico e sintomi di stress post-traumatico (PTS). I ricercatori hanno misurato disagio psicologico con una serie di domande (anche nel questionario iniziale) tipicamente utilizzati per lo screening per i disturbi d'ansia e dell'umore, chiedendo di sentimenti come la tristezza, disperazione e nervosismo sperimentato nel corso degli ultimi 30 giorni. Hanno misurato SPP utilizzando un test utilizzato per identificare gli individui ad alto rischio di soddisfare i criteri per il disturbo da stress post-traumatico; per esempio, le donne e lo studio è stato chiesto quanto spesso pensato l'uragano negli ultimi sette giorni e se avevano pensieri sul tempesta che non potevano sopprimere.

I ricercatori hanno scoperto che, anche dopo quattro anni, circa il 33 per cento dei partecipanti aveva ancora SPP, e il 30 per cento aveva disagio psicologico. Anche se i livelli per entrambe le condizioni erano diminuiti rispetto al primo follow-up 11 mesi dopo l'uragano, non erano all'epoca pre-uragano livelli.

I ricercatori avevano anche intervistato i partecipanti allo studio sui tipi di stress che avevano vissuto durante la tempesta: danno casa, esperienze traumatiche nella settimana dell'uragano (come essere in pericolo o privi di cibo, acqua e cure mediche necessarie), o la morte di un amico o un parente.

Paxson ei suoi collaboratori hanno scoperto che questi fattori di stress hanno giocato un ruolo nel fatto che i partecipanti hanno sofferto di stress psicologico o SPP, o entrambi. Per la maggior parte, i fattori di stress uragano, in particolare danni a casa, sono stati associati con il rischio di SPP cronica, a lungo termine da solo o in combinazione con lo stress psicologico.

"Penso che Katrina potrebbe essere diverso da un sacco di disastri naturali nel senso che completamente capovolto la vita di molte persone", ha detto Paxson. "Circa due terzi del campione è tornato nella zona di New Orleans, ma quasi nessuno vive nella loro vecchia casa. Così stanno vivendo in nuove comunità. Sono stati interrotti dai loro amici e le loro famiglie. L'intero tessuto la loro vita è stata davvero cambiato. "

Demografo Narayan Sastry, un professore di ricerca nella popolazione Studies Center e Survey Research Center presso l'Università del Michigan, ha detto che lo studio fornisce un contributo importante verso la comprensione del effetti a medio e lungo termine di Katrina sulla salute mentale.

"L'aspetto più significativo è stato il suo studio di risultati a lungo termine che sono stati valutati in più punti nel tempo, tra cui prima l'uragano - una caratteristica unica di questo studio", ha detto Sastry, che ha familiarità con lo studio, ma non è stato coinvolto in esso. "I risultati sono importanti non solo per la progettazione di politiche e programmi per contribuire ad affrontare tutti i problemi di salute mentale in corso di essere sperimentato dai sopravvissuti dell'uragano Katrina, ma anche nella definizione la risposta migliore per aiutare le persone che sono colpite da calamità naturali in futuro."

Sastry aggiunto che lo studio ha trovato livelli molto simili di disagio psicologico come il suo lavoro su un campione rappresentativo più ampia della popolazione pre-uragano di New Orleans.

Paxson ei suoi collaboratori intendono esaminare ulteriormente i dati dalle loro indagini, e di continuare il monitoraggio delle donne nel campione. Alcune piste di approfondimento comprendono guardando a come la genetica può avere un giocato un ruolo nelle risposte di salute mentale, esaminando gli effetti dell'uragano sulla salute fisica, e il monitoraggio dei risultati scolastici e salute mentale dei figli delle donne del campione. Essi hanno inoltre in programma di pubblicare un libro che unisce i risultati del sondaggio con interviste in profondità con alcune delle donne.

Questa ricerca è stata sostenuta dal National Institutes of Health, la National Science Foundation, la Fondazione MacArthur e Griswold Centro di Princeton per gli studi di politica economica.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha