Sostanze da piante medicinali africani potrebbero aiutare a fermare la crescita tumorale

Aprile 7, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

"I principi attivi presenti nelle piante medicinali africane possono essere in grado di uccidere le cellule tumorali che sono resistenti a più farmaci. Rappresentano pertanto un punto di partenza per lo sviluppo di nuovi trattamenti terapeutici per i tumori che non rispondono alla chemioterapia convenzionale , "ha spiegato il professor Thomas Efferth dell'Istituto di Scienze Farmaceutiche e Biochimica - terapeutici Life Sciences a Mainz University. Negli ultimi quattro anni, Efferth e biochimico Dr. Victor Keute dell'Università di Dschang in Camerun hanno studiato i principi attivi di piante africane, come il gigante globo cardo, pepe selvaggio, Speargrass, e pepe etiope.

Resistenza multi-farmaco è uno dei problemi più temuti nella terapia del cancro perché in questi casi, la maggior parte dei farmaci contro il cancro chimica standard utilizzati nella terapia fallire e possibilità di sopravvivenza del paziente viene così drasticamente ridotto. Il problema non può generalmente essere risolto semplicemente aumentando il dosaggio come questo comporta anche l'esacerbazione di effetti collaterali indesiderati. "Ora stiamo cercando per le sostanze che possono sia abbattere la resistenza del tumore e non produrre effetti collaterali", ha continuato Efferth, che lavora anche con le piante medicinali usate nella medicina tradizionale cinese.




Molte piante contengono sostanze tossiche che usano per proteggersi dai predatori e malattie microbiche. Nel corso di milioni di anni in cui la vita si è evoluta su impianti di terra sono riusciti ad appropriarsi alcune molecole per aiutarli a compensare il loro svantaggio principale di fronte alle loro nemici, cioè, il loro immobilismo e la mancanza di un sistema immunitario. La sfida per i farmacologi è ora di determinare quali sostanze sono pianta medicinale e che sono semplicemente velenoso e pericoloso.

Nel corso del progetto congiunto con Mainz, lo scienziato camerunense Victor Kuete ha esaminato più di 100 spezie e piante dalla sua patria per i loro effetti citotossici sulle cellule tumorali. Premiato a Humboldt Research Fellowship, ora può continuare ed estendere le sue indagini come membro del gruppo di lavoro di Thomas Efferth a Magonza. "Abbiamo già trovato tutta una serie di benzofenoni e altre sostanze fitochimiche che sono in grado di eludere i meccanismi di resistenza e di offrire molte nuove opportunità per continuare la ricerca in tal modo", ha detto Efferth.

I ricercatori si stanno concentrando su tre meccanismi di resistenza differenti. Transporter-mediata resistenza impedisce farmaci con effetto perché una sostanza chiamata P-glicoproteina promuove la loro efflusso dalle cellule tumorali. Nel caso di resistenza-soppressore del tumore-gene mediato, una mutazione nella proteina p53 significa che le cellule tumorali non muoiono, ma sono resistenti e diventa sempre più aggressivo. Infine, nella resistenza oncogene-mediata, il recettore del fattore di crescita epidermico (EGFR) invia segnali nell'interno delle cellule che causano tumori di crescere più velocemente. I ricercatori hanno Mainz modelli cellulari di tutti e tre i meccanismi di resistenza che consentano loro di testare adeguatamente l'efficacia delle sostanze ottenute da piante.

Nel loro ultimo di un totale di otto pubblicazioni prodotte fino ad oggi, il gruppo di ricerca riferisce che quattro benzofenoni naturali possono impedire la proliferazione delle linee cellulari di cancro testate, compresi i ceppi resistenti a più farmaci. "I benzofenoni indagate sono potenzialmente sostanze citotossiche che devono essere più ampiamente studiato con l'obiettivo di sviluppare nuovi farmaci contro il cancro che sono efficaci contro i tumori sensibili e resistenti", sostiene l'articolo recentemente pubblicato sulla rivista scientifica Phytomedicine.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha