Sperimentale elettrodi impianto di trattamento mostra la promessa per aiutare gravemente depressi

Aprile 20, 2016 Admin Salute 0 9
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Toronto, CANADA - Un team di ricercatori di Toronto ha detto di aver ottenuto promettenti i primi risultati di uno studio chirurgico punto di riferimento l'uso di stimolazione cerebrale profonda (DBS) in pazienti gravemente depressi che erano altrimenti resistente ai tipi standard di trattamento.

Risposta clinica significativa è stata osservata in quattro dei sei pazienti dello studio con stimolazione cronica della regione cingolata subgenual, con un miglioramento costante per sei mesi alla fine dello studio. Mentre DBS in altre aree cerebrali è stato utilizzato per il trattamento di disturbi come l'epilessia e il morbo di Parkinson, questo è il primo rapporto della DBS nella regione subgenual per la depressione maggiore. La tecnica comporta la stimolazione elettrica ad alta frequenza in una zona mirata del cervello ai fini di modulare l'attività di quella regione. L'area cingolata subgenual è specificamente mirato sulla base di prove crescenti del suo ruolo fondamentale nella depressione.

Lo studio, una collaborazione di scienziati del Rotman Research Institute a Baycrest Centre for Geriatric Care, la Divisione di Neurochirurgia a Toronto Western Hospital (University Health Network), ei dipartimenti di Psichiatria (UHN e il Centro per la dipendenza e salute mentale), tutte affiliato con l'Università di Toronto, è pubblicato nel 3 marzo numero di Neuron.




"Si tratta di una strategia del cervello a base di ipotesi-driven per il trattamento dei pazienti più gravemente malati depressi", spiega portare investigatore dottoressa Helen Mayberg, ora alla Emory University School of Medicine di Atlanta.

Dr. Mayberg, un neurologo che è internazionalmente noto per i suoi studi di fisiopatologia e il trattamento della depressione, ha collaborato con Toronto Western Hospital chirurgo Dr. Andres Lozano, una delle maggiori autorità mondiali sulla stimolazione cerebrale profonda. Dr. Sidney Kennedy di UHN e un'autorità sulla diagnosi e il trattamento di disturbi dell'umore, è stato il collaboratore psichiatrico di piombo.

La strategia

La regione subgenual cingolata (CG25) - situato in una fascia che corre in profondità all'interno dei lobi frontali, lungo la linea mediana - è una zona precedentemente identificato come giocare un ruolo fondamentale nel modulare tristezza e umore negativo stati in individui sani e depressi.

"Guidati da risultati di precedenti ricerche del Dr. Mayberg sul ruolo critico della CG25 nella regolazione dell'umore e risposta ai farmaci antidepressivi, abbiamo ipotizzato che se potessimo risintonizzare questo circuito anomalo funzionamento per mezzo di un intervento chirurgico che utilizza la stimolazione elettrica, potremmo produrre beneficio clinico in pazienti con depressione refrattaria ", dice il Dott Lozano.

I pazienti

Sei pazienti con diagnosi di depressione refrattaria, con un'età media di 46, sono stati reclutati da tutto l'Ontario per lo studio. Questi erano i pazienti che non hanno risposto ad un minimo di quattro diversi trattamenti anti-depressivi, compresi i farmaci, la psicoterapia evidence-based o terapia elettroconvulsiva. Mentre non ci sono stati gravi effetti negativi dal trattamento sperimentale DBS, due pazienti sono stati rimossi dallo studio al punto di sei mesi dopo aver fallito a dimostrare un beneficio clinico sostenuto.

L'intervento

La procedura coinvolto Dr. Lozano foratura due fori circa il diametro di un pezzo 5 centesimi nel cranio con il paziente sveglio e in anestesia locale. Guidati da risonanza magnetica per confermare la posizione anatomica precisa della sostanza grigia e bianca della zona 25, inserì due fili sottili con contatti elettrodi fino ai tratti di sostanza bianca adiacenti all'area CG25. Le altre estremità dei fili sono stati tunneling attraverso la zona del collo inferiore e collegati a un generatore di impulsi di impianto che dirige una corrente elettrica. L'intero sistema, paragonato ad un "pacemaker del cervello", è sotto la pelle. I ricercatori hanno determinato la tensione, larghezza di impulso più efficace e frequenza per ogni paziente e monitorati loro risposta clinica utilizzando la tomografia ad emissione di positroni (brain imaging cerebrale di attività del flusso di sangue) insieme a una serie completa di test neuropsicologici. Questo monitoraggio è stato fatto al basale (pre-chirurgia) e ad intervalli mensili per 6 mesi.

DRS. Mayberg e Lozano notato un "condono notevole e costante di depressione" in quattro dei sei pazienti che hanno completato lo studio. Inoltre, come documentato dagli studi di scansione PET, non solo era eccessiva attività del CG25 invertito, ma ci sono stati cambiamenti diffusi nella corteccia frontale, ipotalamo e tronco encefalico, in linea con i risultati osservati con risposta positiva ai farmaci o psicoterapia nei pazienti meno malati gravi .

Tutti e quattro i pazienti continuano a ricevere una stimolazione cronica e continuare a soddisfare i criteri per la remissione clinica.

Implicazioni per il futuro

Dr. Mayberg avverte che lo studio CG25 DBS è solo una "prova di principio". E 'il culmine di 15 anni di ricerca utilizzando la tecnologia di imaging cerebrale che ha lavorato a caratterizzare le anomalie funzionali del cervello in depressione maggiore e meccanismi di vari trattamenti antidepressivi.

"Abbiamo testato gli effetti della stimolazione cerebrale mirata sulla base dei nostri risultati di ricerca del passato. Vediamo la depressione come un complesso disturbo di circuiti specifici nel cervello responsabile della regolazione dell'umore e delle emozioni," dice il Dott Mayberg. "Questo approccio è simile a quello adottato nella malattia di Parkinson, per cui un'attenta ricerca dei circuiti motori rilevanti, DBS è stato sviluppato per modulare questi circuiti disfunzionali e ora è usato per trattare i pazienti più gravemente malati. Abbiamo ipotizzato che se DBS potesse localmente modulare un nodo critico all'interno di questo circuito d'animo, tale modulazione determinerebbe un miglioramento clinico - e sembra che ha fatto ".

"Il nostro studio mostra che le aree del cervello che sono in overdrive in pazienti con depressione grave possono essere individuati, abbassato e portato ad un livello più normale di attività utilizzando la stimolazione elettrica", aggiunge il dottor Lozano. "Questo a sua volta può portare a un sollevamento della depressione in alcuni pazienti."

I risultati dello studio pongono le basi per un più ampio studio di replicare spera, perfezionare ed estendere questi primi risultati. "Se la sicurezza e le prestazioni che abbiamo osservato sono mantenuti su altri studi futuri, abbiamo potuto vedere questo approccio applicato negli anni a venire come terapia clinica per i pazienti che non riescono attuali trattamenti e continuano a soffrire con la depressione grave," dice il Dott Lozano .

###

Lo studio è stato sostenuto da un distinto Investigator Award al dottor Helen Mayberg da Alleanza Nazionale per la Ricerca in schizofrenia e depressione.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha