Sperimentazione clinica studia vaccino mira le cellule staminali tumorali nei tumori cerebrali

Aprile 10, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un trial clinico precoce fase di un vaccino sperimentale che ha come bersaglio le cellule staminali del cancro in pazienti con recidiva di glioblastoma multiforme, il tumore cerebrale maligno più comune e aggressivo, è stato lanciato dai ricercatori presso il Dipartimento di Cedars-Sinai di Neurochirurgia, Johnnie L. Cochran, Jr . Brain Tumor Center e Dipartimento di Neurologia.

Come le cellule staminali normali, le cellule staminali tumorali hanno la capacità di auto-rinnovarsi e di generare nuove cellule, ma invece di produrre cellule sane, creano le cellule tumorali. In teoria, se le cellule staminali del cancro possono essere distrutti, un tumore può non essere in grado di sostenere se stessa, ma se i creatori di cancro non vengono rimossi o distrutti, un tumore continuerà a tornare nonostante l'uso di terapie del cancro-uccisione esistenti.

La studio di fase I, che si iscriveranno circa 45 pazienti e negli ultimi due anni, valuta la sicurezza e il dosaggio di un vaccino creato individualmente per ogni partecipante e progettato per aumentare la capacità naturale del sistema immunitario per proteggere il corpo contro gli invasori stranieri chiamati antigeni. Il farmaco come bersaglio una proteina, CD133, che si trova sulle cellule staminali tumorali di alcuni tumori cerebrali ed altri tumori.




Cellule del sistema immunitario chiamate cellule dendritiche saranno derivati ​​dal sangue di ciascun paziente, in combinazione con le proteine ​​del glioblastoma preparati commercialmente e coltivate in laboratorio prima di essere iniettato sotto la pelle come un settimanale vaccino per quattro settimane e poi una volta ogni due mesi, secondo Jeremy Rudnick, MD, neuro-oncologo nel Cedars-Sinai Dipartimento di Neurochirurgia e del Dipartimento di Neurologia, ricercatore principale dello studio.

Le cellule dendritiche sono più potenti che presentano antigeni delle cellule del sistema immunitario - i responsabili per aiutare il sistema immunitario riconosce gli invasori. Essendo caricato con specifici frammenti proteici di CD133, le cellule dendritiche diventano "addestrati" per riconoscere l'antigene come target e stimolare una risposta immunitaria quando vengono in contatto.

Lo studio delle cellule staminali del cancro è l'ultima evoluzione nella storia del Cedars-Sinai di ricerca sul vaccino cellule dendritiche, che è stato introdotto in via sperimentale in studi di pazienti nel 1998.

Cancro al cervello lo studio sulle cellule staminali del Cedars-Sinai è aperto a pazienti la cui glioblastoma multiforme è tornato dopo la rimozione chirurgica. I potenziali partecipanti saranno proiettati per i requisiti di ammissibilità e sottoposti a valutazioni e test medici a intervalli regolari. Il vaccino e prove di studio relativi e la cura di follow-up saranno forniti senza alcun costo per i pazienti. Per ulteriori informazioni, chiamare 1-800-Cedars-1 oppure contattare Cherry Sanchez per telefono al 310-423-8100 o e-mail [email protected].

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha