Spingere per capire base dei tumori cerebrali infantili porta ad un nuovo target di trattamento

Giugno 16, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

L'analisi più completa ancora degli squilibri genetici alla base di tumori cerebrali infantili conosciute come gliomi ad alto grado (HGGs) identificato un gene del cancro che è insolitamente attiva in alcuni tumori ed è ora al centro di ricerca un ospedale pediatrico St. Jude clinica processo.

La ricerca, pubblicata sulla 17 maggio edizione on line del Journal of Clinical Oncology, i dettagli anche importanti differenze tra i difetti alla base di questi tumori nei bambini e negli adulti, ha detto Suzanne Baker, Ph.D., autore senior dello studio. Lei è un membro associato del Dipartimento di St Jude Developmental Neurobiology.

"I risultati ci dicono che se vogliamo progettare efficacemente nuove terapie innovative, abbiamo bisogno di capire la genetica dei tumori infantili nella stessa profondità che stiamo imparando a conoscere i tumori degli adulti", ha detto Baker.




Gli investigatori controllati campioni di tumore da 78 giovani pazienti a 500.000 punti diversi del genoma per aggiunte o soppressioni di materiale genetico. I ricercatori hanno anche rintracciato l'attività dei geni in 53 dei campioni di tumore e hanno confrontato i risultati con i dati provenienti da tumori adulti.

I pazienti sono stati combattendo HGGs, che sono tumori aggressivi che nascono da cellule chiamate cellule gliali del cervello e della colonna vertebrale. Negli Stati Uniti, HGGs sono diagnosticati in 400-550 bambini e adolescenti ogni anno e rappresentano il 15 al 20 per cento di tutti i tumori cerebrali infantili. La sopravvivenza a lungo termine per questi pazienti rimane migliore del 30 per cento. I progressi tecnologici significa che è ora possibile studiare in dettaglio i passi falsi genetiche di guida di questa malattia, ha detto Baker.

Dodici per cento dei tumori in questo studio ha avuto copie extra del gene PDGFRA. I ricercatori hanno riferito pattern di espressione genica simili associati con alti livelli di PDGFRA sono stati trovati anche in tumori infantili senza copie extra del gene. Copie extra di PDGFRA erano ancora più comuni nei tumori di bambini che avevano ricevuto irradiazione cerebrale per il trattamento dei tumori precedenti. Lo studio ha incluso 10 questi pazienti, la metà dei quali portavano copie extra di PDGFRA. Baker ha detto che questi risultati suggeriscono il percorso PDGFR svolge un ruolo chiave in HGG infanzia. Il gene PDGFRA trasporta istruzioni per fare una proteina presente sulla superficie delle cellule che fa parte di un percorso che aiuta la crescita di cellule di controllo, la proliferazione e la sopravvivenza. Tali processi sono impropriamente regolati in cancro.

Un gene diverso, EGFR, è di scena in tumori adulti, Baker ha detto.

Baker ha detto che questa vasta indagine è stata necessaria per ottenere un confronto completo e imparziale degli squilibri genetici nell'infanzia e adulti HGG. Dallo studio è emerso che, sebbene l'infanzia e per adulti HGG sono malattie legate chiaramente, mostrando alcune forti somiglianze nel modello globale di attività di tutti i geni, esistono differenze significative in termini di cambiamenti genetici specifici che guidano la malattia. Questo ha importanti implicazioni per le terapie mirate che mirano a contrastare direttamente gli effetti delle mutazioni specifiche in tumori.

St. Jude ha aperto uno studio di fase I di sicurezza nel mese di ottobre 2009, che combina la radioterapia con farmaci mirati sia PDGFRA e EGFR. Il focus è pazienti con un tipo di HGG chiamati diffusa glioma pontino intrinseca (DIPG). Con il trattamento in corso, dal 50 al 75 per cento dei pazienti muore entro un anno dalla diagnosi. Dasatinib, che si rivolge PDGFRA, è uno dei farmaci in fase di studio. Dasatinib è già approvato per il trattamento della leucemia mieloide cronica negli adulti.

Campioni tumorali di questo studio sono stati raccolti prima del trattamento iniziato a St. Jude e in centri medici attraverso il Regno Unito Childhood Cancer and Leukemia Group.

Lo studio è stato il lavoro degli investigatori del St. Jude e ricercatori guidati da Chris Jones, Ph.D., presso l'Istituto per la Ricerca sul Cancro e la Royal Marsden NHS Foundation Trust, sia nel Surrey, e da Richard Grundy, MD, Ph. D., a dei bambini Cancro al cervello Centro di Ricerca presso l'Università di Nottingham. I primi autori sono stati Jones e Barbara Paugh, Ph.D., e Chunxu Qu, Ph.D., entrambi di San Giuda.

Insieme con quantità in eccesso di PDGFRA, ricercatori segnalati tumori da pazienti giovani HGG sono stati anche più probabilità di tumori degli adulti di effettuare una copia extra del braccio lungo del cromosoma 1. geni sono organizzati in 23 coppie di cromosomi, che si trovano in quasi tutte le cellule nel corpo.

Quasi il 30 per cento dei HGGs pediatrici effettuata l'aggiunta, rispetto al 9 per cento dei tumori degli adulti. Il pezzo in più del cromosoma 1 è stato trovato in sette dei 10 pazienti che avevano ricevuto precedentemente a radioterapia. "Si tratta di una mutazione che potrebbe essere importante in partenza la formazione di tumori nei bambini", ha detto Baker.

Altri autori dello studio sono Junyuan Zhang, Amar Gajjar, Wei Zhao, Alberto Broniscer e David Ellison, tutte di San Giuda; Zhaoli Liu, ex di St. Jude; Martyna Adamowicz-Brice, Beth Coyle, Jennifer Barrow, James Lowe e Richard Grundy, tutti dell'Università di Nottingham; Dorine Bax, Istituto per la Ricerca sul Cancro; e Darren Hargrave, Royal Marsden NHS Foundation Trust.

Il lavoro è stato sostenuto in parte da Brain Tumor Foundation dei bambini, il National Institutes of Health, il tumore cerebrale Società Nazionale, la McGee Fondazione Ryan, musicisti contro il cancro infantile, il Tumor Foundation Noyes Cervello e ALSAC. Il Centro di Ricerca Cancro al cervello presso l'Università di Nottingham è supportato da Samantha Dickson Cancro al cervello Trust, aria e terra, il Connie and Albert Taylor Trust e la Fondazione Foote Joe. L'Istituto per la Ricerca sul Cancro in Surrey è supportato da Cancer Research UK e il finanziamento NHS.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha