Stanford paziente è primo a testare nuovo trattamento per malattia arteriosa periferica

Giugno 8, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

STANFORD, California -. Da diversi anni, dolore alle gambe paralizzante ha impedito Joan Erickson di camminare più di un isolato. Se si fermò a riposare, poteva camminare un po 'di più, ma non abbastanza per continuare a giocare a golf, il suo passatempo preferito.

L'ecografia e la TC all'inizio di quest'anno ha dimostrato che un'arteria coscia di Erickson era quasi completamente bloccato, confermando che i suoi problemi sono stati causati da malattia arteriosa periferica, o PAD, una condizione in cui le arterie alle braccia, gambe o organi interni sono temprati e ridotto o ostruito.

Questa settimana alla Stanford University Medical Center, Erickson è diventato il primo paziente negli Stati Uniti per ricevere un nuovo trattamento per PAD come parte di uno studio clinico. Il 21 marzo, i ricercatori di Stanford impiantato un flessibile, tubo metallico maglia rivestito di farmaco chiamato stent a rilascio di farmaco in arteria femorale superficiale nella coscia di Erickson. Ricercatori speranza il rivestimento droga renderà più probabile per impedire il blocco di ricorrere, rispetto a stent non rivestiti, che non riescono a farlo in circa un quarto dei casi.




"Sappiamo già i benefici della droga rivestite con stent per il trattamento della malattia coronarica", ha detto Michael Dake, MD, un ex membro della facoltà di Stanford che è recentemente diventato presidente della radiologia presso l'Università della Virginia ed è il ricercatore principale del multi studio -Center. "Speriamo di tradurre quel successo alla circolazione periferica, soprattutto nelle gambe, dove blocchi possono essere invalidanti."

Arteriopatia periferica colpisce 8.000.000-12.000.000 americani, molti dei quali non sono stati diagnosticati, secondo l'American Heart Association. I sintomi più comuni sono dolore alle gambe o glutei mentre si cammina o salire le scale. I fattori di rischio per PAD sono le stesse per le malattie cardiache: il fumo, il diabete, pressione alta e un livello di colesterolo alto. Le persone con PAD sono ad alto rischio di attacchi di cuore e ictus. La malattia può essere trattata con la dieta, esercizio fisico e alcuni farmaci, ma un angioplastica o stent può essere richiesto al pop aprire un'arteria bloccata.

Quando gli stent non rivestiti vengono utilizzati per aprire le arterie bloccate nelle gambe, circa il 20 al 30 per cento delle navi dei pazienti si bloccano di nuovo entro un anno, ha detto Daniel Sze, MD, PhD, professore associato di radiologia e ricercatore principale per la parte di Stanford del multi processo -Center. "Idealmente con stent a rilascio di farmaco, speriamo per quel tasso a scendere a zero, ma realisticamente dobbiamo semplicemente sperare di vedere un miglioramento significativo per i pazienti."

Il successo nell'uso stent a rilascio di farmaco per la malattia coronarica suggerisce che dovrebbero lavorare per PAD. Eppure, ha detto Sze, le sfide sono maggiori quando si posiziona stent nelle arterie delle gambe, che sono molto più a lungo e più largo di arterie coronarie. Un tipico stent coronarico è non più grande di un pezzo di maccheroni a secco e circa rigida. Lo stent gamba posta in Joan Erickson, invece, era circa la dimensione di un pastello ed estremamente flessibile.

"Per la gamba", ha detto Sze, "uno stent deve essere più grassi, più lungo, più flessibile e più resistente. Deve essere progettato per essere schiacciato, piegato, a telescopio e contorto ancora in grado di popping aperto e raddrizzare di nuovo senza rompere. Non è necessaria per il cuore. Inoltre, il dosaggio totale del rivestimento farmaco deve essere superiore sullo stent gamba lunga che in una piccola stent nel cuore. "

Lo stent utilizzato in gamba di Erickson è stata fatta da Cook, Inc., un grande produttore medico-dispositivo che sponsorizza la sperimentazione clinica. Si è rivestito con un agente anti-cancro chiamato paclitaxel, che è stato utilizzato su stent a rilascio di farmaco per il trattamento della malattia coronarica. "Naturalmente, non stiamo trattando il cancro qui", ha detto Sze, "ma il cancro e ri-restringimento dei vasi sanguigni hanno in comune la crescita incontrollata dei tessuti. Speriamo di controllare la crescita di tessuto che avrebbe ri-block che l'arteria. "

Erickson è il primo di 60 pazienti di iscriversi alla sperimentazione clinica, che si terrà presso 10 centri in tutto il paese. Stanford è attualmente reclutando pazienti per lo studio. Partecipanti ammissibili che hanno dolore al polpaccio crampi dopo aver camminato, alleviato dal riposo, saranno testati per vedere se hanno un blocco nel superficiale femorale-la causa più comune di tale dolore e l'obiettivo di questo studio clinico. Coloro che sono interessati a partecipare possono contattare i coordinatori di ricerca della Divisione di Radiologia Interventistica presso (650) 725-9810.

Questa è la prima fase di studi clinici per lo stent a rilascio di farmaco. Se dimostrato sicuro ed efficace in questa fase dovrebbe essere completata in poco più di un anno dopo i 60 pazienti sono stati trattati, un secondo, più grande studio esaminerà più da vicino il successo a lungo termine dello stent in una popolazione più ampia .

Sarà sei mesi a un anno prima di Joan Erickson sa se il blocco nella sua arteria gamba è ricorrente, ma il giorno dopo lo stent era a posto, era già camminava con maggiore facilità. "Voglio tornare a giocare a golf nel più breve tempo possibile", ha detto.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha