Stem fuoco delle cellule per IBD Wound Healing

Giugno 12, 2016 Admin Salute 0 7
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Gli scienziati dell'Università di Nottingham stanno studiando se marcatori di cellule staminali potrebbe avere un ruolo da svolgere per accelerare la guarigione delle ferite nei pazienti affetti da malattia infiammatoria intestinale (IBD).

Lo studio potrebbe portare allo sviluppo di nuovi farmaci che utilizzano molecole naturali per innescare il recupero dei pazienti affetti da colite ulcerosa e il morbo di Crohn, riducendo il rischio di complicazioni associate come cicatrici, ostruzioni intestinali e la crescita tumorale.

Finanziato con un Ј118,500 sovvenzione dalla Associazione Nazionale per colite e morbo di Crohn (NACC), il progetto biennale è guidato dal professor Mohammad Ilyas nella divisione dell'Università di Patologia.




Egli ha detto: "Lo studio si concentrerà sul CD24 molecola che è un marcatore di cellule staminali e che svolge un ruolo chiave nella proliferazione cellulare e la migrazione delle cellule sane in una zona danneggiata per ripristinare tessuto normale.

"CD24 è una piccola molecola attaccato alla membrana cellulare, che è stato recentemente segnalato come un marcatore di cellule staminali nel colon. E 'accaduto a noi che CD24 potrebbe avere un ruolo da svolgere in IBD e durante altri studi abbiamo scoperto che si trattava effettivamente presentare in sezioni di intestino malato. "

IBD colpisce circa uno su 400 persone nel Regno Unito. I sintomi più comuni includono infiammazione e ulcerazione dell'intestino e del colon, dolore, diarrea grave, stanchezza e perdita di peso. La causa della malattia è ancora essere identificata definitivamente, anche se gli scienziati ritengono che potrebbe essere dovuto a una combinazione di predisposizione genetica e fattori ambientali. Attualmente, non esiste una cura e pazienti a gestire la loro condizione con una miscela di cambiamenti nello stile di vita, farmaci anti-infiammatori e, nei casi più gravi, l'intervento chirurgico.

Professor Ilyas ha aggiunto: "Il potere del budello per guarire i danni causati da episodi acuti di infiammazione è notevole e spesso il rivestimento intestinale torna alla normalità farmaci anti-infiammatori aiutano questo processo lungo e permettono la guarigione delle ferite per iniziare prima di quanto sarebbe. naturalmente.

"In futuro, potrebbe essere possibile utilizzare una varietà di terapie (eventualmente inclusi terapia genica) per manipolare l'espressione delle molecole CD24 sulle cellule per promuovere la guarigione ancora più rapido. Questo può significare meno cicatrici, occlusione intestinale e fistulation e meno possibilità di sviluppare tumori derivanti da infiammazione persistente. In conseguenza di ciò, può anche ridurre la possibilità di interventi chirurgici a valle della linea. "

Nelle prime fasi del progetto, i patologi saranno utilizzando linee cellulari in laboratorio per studiare CD24 a livello cellulare e molecolare per scoprire i meccanismi con cui opera e incoraggia la migrazione delle cellule e di altre molecole associate che vengono co-espressi.

Saranno quindi esaminare malati tessuto IBD per stabilire se ciò che hanno osservato in laboratorio sta avvenendo in realtà.

Si spera che i risultati possano portare ad un ulteriore lavoro clinico a guardare i possibili benefici di CD24 nel permettere pazienti IBD di gestire in modo più efficace la loro malattia.

Il CEO di NACC, Richard Driscoll, spiega: "Dal 1984, i membri NACC hanno raccolto oltre Ј4.5 milioni e più di 100 premi per la ricerca sono stati fatti per ospedali e università in tutto il Regno Unito. Quest'anno il nostro comitato per la ricerca medica ha selezionato tre studi a ricevere premi di ricerca NACC che speriamo contribuirà a trovare trattamenti migliori e, in definitiva una cura per IBD. Diamo il benvenuto a lavoro Professor Ilyas 'su CD24 nella ricerca di una migliore comprensione del processo di guarigione dell'intestino e come possono essere migliorate in malattia infiammatoria intestinale. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha