Stent rivestiti superiore a nudo stent di metallo nella riduzione della restenosi, secondo uno studio

Giugno 8, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Una revisione sistematica di prove mediche ha determinato stent a rilascio di farmaco (DES) superano gli stent di metallo nudo (BMS) per la rivascolarizzazione delle occlusioni totali croniche. I ricercatori hanno trovato stent rivestiti ridurre la ristenosi e di destinazione rivascolarizzazione, che offre un approccio sicuro con eventi avversi simili a quelli di BMS.

I risultati completi sono disponibili nel numero di febbraio di cateterizzazione e cardiovascolari interventi, un giornale pubblicato da Wiley-Blackwell a nome di The Society for Cardiovascular angiografia e interventi.

Certificato medico sostiene che occlusioni croniche totali (CTO) - con routine bassa successo procedurale e l'alta incidenza di fallimento del vaso target - rappresentano il tipo più impegnativo di lesione coronarica in cardiologia interventistica. Mentre fili guida specializzate e tecniche avanzate hanno migliorato CTO angioplastica, alti tassi di ristenosi e di riocclusione rimangono una sfida.




Per determinare le prestazioni di impianto di DES in CTO, Emmanouil Brilakis, MD, PhD, FSCAI - di VA North Texas Healthcare System e l'Università del Texas Southwestern Medical Center a Dallas - e colleghi hanno eseguito una revisione sistematica della letteratura medica pubblicata in online database (PubMed, EMBASE, Cochrane Library) e siti web società di cardiologia ». I ricercatori hanno trovato 17 studi pubblicati che hanno riportato i risultati di sirolimus o stent a eluizione di paclitaxel e BMS l'impianto per occlusioni coronariche.

"I nostri risultati confermano che il trattamento del totale delle occlusioni coronariche con DES è associato ad una significativa riduzione restenosi angiografica e clinica, rispetto ai BMS," ha detto il dottor Brilakis. Analisi dei risultati angiografici negli studi ha rivelato meno restenosi con impianto di DES rispetto ai BMS (odds ratio - 0,15). A 6 a 12 mesi, lesione e rivascolarizzazione del vaso erano costantemente inferiori tra DES trattati pazienti (odds ratio di 0,13 e 0,18, rispettivamente). In un periodo di follow-up di 19 mesi l'incidenza cumulativa di mortalità, infarto, o trombosi dello stent è risultata simile tra DES e BMS in tutti gli studi.

Dr. Brilakis concluso, "La consistenza e la grandezza dell'effetto del trattamento nei singoli studi e meta-analisi stabiliscono DES come la terapia standard per i CTO rivascolarizzazione. Grandi, studi prospettici che offrono ulteriori informazioni sul ruolo di DES in CTO, e determinare se seconda generazione DES potrebbe fornire anche occorrono risultati più favorevoli. " Attualmente, tre di questi studi sono in corso in Olanda, Spagna, e Stati Uniti che fornirà ulteriori prove mediche sull'uso del DES nel trattamento di occlusioni totali.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha