Stili di vita delle antiche e sane aspettative Defy

Maggio 27, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I loro risultati, pubblicati 3 agosto nell'edizione online del Journal of the American Geriatrics Society, suggerisce che "la natura" (sotto forma di geni della longevità di protezione) può essere più importante di "nutrire" (stili di vita), quando si tratta di vivere una eccezionalmente lunga vita. Nir Barzilai, MD, il Ingeborg e Ira Rennert Leon cattedra di Aging Research e direttore dell'Istituto per la ricerca di invecchiamento a Einstein, era l'autore senior dello studio.

Dr. Barzilai ed i suoi colleghi hanno intervistato 477 Einstein Ashkenazi ebrei che vivevano in modo indipendente e sono stati 95 e più anziani (95-112, 75 per cento dei quali donne). Sono stati arruolati in Longevity Genes di Einstein progetto, uno studio in corso che cerca di capire perché centenari vivono più a lungo fanno. (Discendente da un piccolo gruppo fondatore, Ashkenazi ebrei sono più geneticamente uniforme rispetto ad altre popolazioni, rendendo più facile individuare le differenze genetiche presenti.)




I partecipanti sono stati invitati anziani sui loro stili di vita a 70 anni, considerate rappresentative dello stile di vita che avevano seguito per gran parte della loro vita adulta. Hanno risposto alle domande sul loro peso e altezza in modo che il loro indice di massa corporea (BMI) può essere calcolato. Ci hanno anche fornito informazioni sul loro consumo di alcol, abitudine al fumo, l'attività fisica, e se hanno mangiato una dieta a basso contenuto calorico, basso contenuto di grassi o basso contenuto di sale.

Per confrontare questi individui longevi con la popolazione generale, i ricercatori hanno utilizzato i dati di 3.164 persone che erano nati intorno allo stesso tempo come i centenari e sono stati esaminati tra il 1971 e il 1975 durante la partecipazione Health and Nutrition Examination Survey (NHANES Nazionale I ).

In generale, le persone con una longevità eccezionale non hanno abitudini più sane rispetto al gruppo di confronto in termini di BMI, il fumo, l'attività fisica, o la dieta. Ad esempio, il 27 per cento delle donne anziane e una percentuale uguale di donne nella popolazione generale hanno tentato di mangiare una dieta a basso contenuto calorico. Tra gli uomini lungo-viventi, il 24 per cento ha consumato alcol al giorno, rispetto al 22 per cento della popolazione generale. E solo il 43 per cento dei centenari maschi riportato impegnarsi in regolare esercizio fisico di intensità moderata, rispetto al 57 per cento degli uomini nel gruppo di confronto.

"In studi precedenti dei nostri centenari, che abbiamo identificato le varianti genetiche che esercitano particolari effetti fisiologia, come ad esempio causando livelli significativamente elevati di HDL o colesterolo 'buono'," ha detto il dottor Barzilai, che è anche professore di medicina e della genetica a Einstein. "Questo studio suggerisce che i centenari potrebbero possedere geni della longevità aggiuntivi che aiutano a tamponare loro contro gli effetti nocivi di uno stile di vita non sano."

La ricerca ha trovato, però, che centenari sovrappeso tendevano ad avere tassi più bassi di obesità rispetto al gruppo di controllo. Sebbene centenari maschili e femminili erano le stesse probabilità di essere in sovrappeso, come le loro controparti nella popolazione generale, i centenari erano significativamente meno probabilità di diventare obesi: solo il 4,5 per cento dei centenari maschi erano obesi vs 12,1 per cento dei controlli; e per le donne, 9,6 per cento dei centenari erano obesi contro il 16,2 per cento dei controlli. Entrambe queste differenze sono statisticamente significative.

Mentre geni della longevità possono proteggere centenari da cattive abitudini, scelte di vita sane rimangono fondamentali per la stragrande maggioranza della popolazione. L'US Census Bureau stima che ci sono stati quasi 425.000 persone il 95 e vivere più anziani di età compresa negli Stati Uniti nel 2010 - una frazione (.01) dei 40 milioni di americani adulti di 65 e oltre.

"Anche se questo studio dimostra che centenari possono essere obesi, fumo ed evitare l'esercizio, quelle abitudini di vita non sono buone scelte per la maggior parte di noi che non hanno una storia familiare di longevità", ha detto il dottor Barzilai. "Dobbiamo guardare il nostro peso, evitare di fumare ed essere sicuri di esercitare, in quanto queste attività hanno dimostrato di avere grandi benefici per la salute per la popolazione generale, tra cui una maggiore durata."

I ricercatori hanno anche chiesto ai partecipanti di studio perché credevano di aver vissuto così a lungo. La maggior parte non attribuiva loro età avanzata a fattori di stile di vita. Un terzo ha riportato una storia di longevità famiglia, mentre il 20 per cento ritiene che l'attività fisica ha avuto un ruolo nella loro vita. Altri fattori inclusi atteggiamento positivo (19 per cento), occupato o vita attiva (12 per cento), meno di fumare e bere (15 per cento), buona fortuna (8 per cento), e la religione o la spiritualità (6 per cento).

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha