Stomaco 'orologio' ci dice quanto mangiare

Marzo 26, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

La scoperta, pubblicata oggi su The Journal of Neuroscience, potrebbe portare a nuove informazioni su come i segnali di budello per il nostro cervello su quando siamo pieni, e quando continuare a mangiare.

Nel dell'Università Nerve-Gut Research Laboratory, il dottor Stephen Kentish studiato come i nervi rispondono stomaco per allungare, che si verifica a seguito di assunzione di cibo, a intervalli di tre ore tra un giorno.




"Questi nervi sono responsabili per lasciare il cervello sa quanto cibo che abbiamo mangiato e quando smettere di mangiare", spiega Kentish, che è l'autore principale dello studio.

"Quello che abbiamo scoperto è che i nervi nell'intestino sono al loro meno sensibile in periodi di tempo associati con l'essere svegli. Ciò significa più cibo può essere consumato prima ci sentiamo pieno in periodi di alta attività, quando è richiesta più energia.

"Tuttavia, con una variazione del ciclo giorno-notte per un periodo associato con il sonno, i nervi nello stomaco diventano più sensibile per allungare, segnalando pienezza al cervello più rapidamente e limitando l'assunzione di cibo. Questa variazione ripete ogni 24 ore in un modo circadiano, con i nervi agisce come un orologio per coordinare l'assunzione di cibo con il fabbisogno energetico, "dice.

Finora questa scoperta è stata fatta in studi di laboratorio, non nell'uomo.

"La nostra teoria è che esistono le stesse variazioni di risposte nervose stomaco umano, con i nervi dell'intestino essere meno sensibili alla pienezza durante il giorno e più sensibile di notte", spiega Kent.

Leader di studio Professore Associato Amanda pagina dice questa ricerca potrebbe portare a ulteriori scoperte su come i cambiamenti in orologi circadiani delle persone influenzano le loro abitudini alimentari.

"Sappiamo che i lavoratori a turni, per esempio, sono più inclini a interruzioni del sonno e del comportamento alimentare, portando a problemi di obesità e di altri per la salute. Ora stiamo conducendo ulteriori ricerche per vedere che tipo di impatto tali cambiamenti al ritmo circadiano avrà sul comportamento alimentare, e come i nervi nello stomaco reagiscono a tali cambiamenti ", dice professore associato pagina.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha