Strain lavoro dopo l'attacco di cuore collegato al rischio per un altro attacco di cuore

Giugno 15, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Le persone che hanno riferito di stress lavorativo cronico dopo un primo attacco di cuore (infarto del miocardio) avevano circa il doppio il rischio di subire un altro evento di malattia coronarica, come infarto o angina instabile rispetto a quelli senza stress lavorativo cronica, secondo uno studio della questione del 10 ottobre di JAMA.

Diversi studi hanno dimostrato che la tensione lavorativa aumenta il rischio di un primo evento di malattia coronarica (CHD). Tuttavia, poco si sa circa l'associazione tra stress lavorativo sul rischio di eventi coronarici ricorrenti, in base alle informazioni in questo articolo.

Corine Aboa-Йboulй, MD, Ph.D., del Universitй Laval, Quйbec, Canada, e colleghi hanno condotto uno studio per determinare se la tensione di lavoro aumenta il rischio di eventi coronarici ricorrenti dopo un primo attacco di cuore. Lo studio ha incluso 972 uomini e donne, di età 35-59 anni, che tornato al lavoro dopo un primo attacco di cuore e sono stati poi seguiti tra il febbraio 1996 e il giugno 2005. I pazienti sono stati intervistati al basale (in media, 6 settimane dopo il loro ritorno a lavoro), poi dopo 2 e 6 anni successivamente. Ceppo lavoro è stato definito e determinato dal grado di elevate esigenze psicologiche e di controllo decisione basso.




Durante il follow-up medio di 5,9 anni, 206 pazienti hanno avuto un evento di CHD ricorrente confermato (111 attacco di cuore fatale, 82 angina instabile, e 13 CHD fatale). Stress lavorativo cronica è stata associata con un aumento di 2 volte del rischio di eventi coronarici ricorrenti anche dopo aggiustamento per fattori di confondimento potenzialmente 26 CHD rischio e socio-demografiche, stili di vita, e le caratteristiche cliniche, prognostici e di lavoro-ambiente. Non ci sono state significative interazioni statistiche tra tensione cronica lavoro e entrambi i sessi, età, stato civile, istruzione, percepito la situazione economica e il sostegno sociale cronico sul lavoro.

"Questi risultati suggeriscono che gli interventi di prevenzione volte a ridurre stress lavorativo potrebbero avere un impatto significativo sugli eventi coronarici ricorrenti. Anche se sono necessari ulteriori studi per stabilire gli interventi ottimali, le informazioni sui risultati di questo studio dovrebbero essere diffuse in pratica cardiaca e nei servizi di medicina del lavoro con l'obiettivo di ridurre stress lavorativo delle lavoratrici che rientrano al lavoro dopo [un attacco di cuore], "scrivono gli autori.

Articolo di riferimento: JAMA. 2007; 298 (14): 1652-1660.

Editoriale: Strain lavoro e rischio di eventi coronarici ricorrenti

Ci deve essere una maggiore enfasi sulla valutazione stress lavorativo, scrive Kristina Orth-Gomйr, MD, del Karolinska Institutet di Stoccolma, in Svezia, in un editoriale di accompagnamento.

"Strain Job e altri fattori di rischio correlati psicosociali sono associati ad una prognosi peggiore nei pazienti con malattia coronarica. Queste influenze sono indipendenti di fattori di rischio standard e devono essere affrontati nella pratica clinica. Tuttavia, la conoscenza manca su come prevenire e gestire lavoro ceppo in particolare e psicosociale del rischio in generale. Pertanto, vi è un grande bisogno di ricerca sui metodi e interventi per affrontare questi fattori di rischio in ambito clinico ".

"I pazienti ei medici possono beneficiare di ampliare il quadro medico di includere la valutazione stress lavorativo. Se i medici hanno difficoltà a trovare il tempo sufficiente per discutere esperienze di lavoro con i pazienti, questo ruolo può essere adottata da altri operatori sanitari, come ad esempio gli infermieri di riabilitazione cardiaca esperti. Pazienti sono spesso sollevati e possono spontaneamente segnalare il miglioramento della qualità della vita e una maggiore capacità di affrontare una volta che hanno le loro preoccupazioni valutati ".

Riferimento Editoriale: JAMA. 2007; 298 (14): 1693-1694.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha