Stress post traumatico è triplicato tra combattimento esposti personale militare

Maggio 19, 2016 Admin Salute 0 11
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

C'è stato un triplice aumento di nuovi casi di auto riferito post-traumatico sintomi del disturbo di stress tra il personale militare di combattimento esposti dal 2001, secondo uno studio pubblicato sul sito del British Medical Journal.

Sono state sollevate preoccupazioni circa l'impatto sulla salute di dispiegamento militare. Gli studi hanno stimato ben il 30% dei veterani della guerra del Vietnam ha sviluppato il disturbo da stress post-traumatico a un certo punto dopo la guerra e, tra i veterani della Guerra del Golfo del 1991, ben il 10% sono stati segnalati per avere post-traumatico da stress sintomi anni dopo il ritorno dalla distribuzione.

Così i ricercatori di San Diego hanno analizzato l'effetto della distribuzione su oltre 50.000 militari che stavano prendendo parte al Millennium Cohort Study (un ampio studio di 22 anni della salute del personale militare statunitense).




I dati di base sono stati ottenuti tra il luglio 2001 e il giugno 2003 (prima delle guerre in Iraq e in Afghanistan), ei partecipanti sono stati intervistati circa la loro salute, tre anni dopo (da giugno 2004 a febbraio 2006).

L'esposizione di combattimento è stata valutata e nuove insorgenza post-traumatico sintomi del disturbo di stress sono stati misurati sulla base di criteri riconosciuti. Altre informazioni, come il fumo di sigaretta e alcol problema con l'alcol, è stato anche registrato.

Oltre il 40% dei partecipanti sono stati distribuiti tra il 2001 e il 2006; 24% schierato per la prima volta a sostegno delle guerre in Iraq e Afghanistan tra basale e follow-up.

Nuovi sintomi del disturbo insorgenza di stress post-traumatico o la diagnosi sono stati segnalati fino a 87 per 1000 persone-combattimento schierato e fino a 21 per 1000 personale non-combattimento schierate.

Nuovi sintomi di esordio sono proporzionalmente più elevata tra i partecipanti che erano di sesso femminile, divorziate, arruolati, e in coloro che hanno riferito di essere un fumatore o bevitore di problema attuale al basale.

Sintomi persistenti sono stati trovati in 40-50% dei partecipanti che hanno avuto i sintomi post-traumatico da stress al basale, il che suggerisce che la risoluzione del disturbo da stress post-traumatico, non ci si può aspettare per diversi anni.

Questi dati mostrano complessivamente nuovi tassi di incidenza di 10 a 13 casi per 1000 anni e suggeriscono una triplice aumento nuova auto insorgenza riportato sintomi post-traumatico da stress o la diagnosi tra il personale militare recentemente schierato con esposizioni di combattimento, affermano gli autori.

Mentre la prevalenza di disturbi da stress post-traumatico nelle forze armate non è elevato, un numero consistente di nuovi casi si può aspettare in base al numero di personale di servizio schierato e esposti a combattere nelle guerre in Iraq e in Afganistan.

Identificare il personale con sintomi precoce può comportare un onere minore di disturbo negli anni a venire, se sono previsti trattamenti appropriati e tempestivi. Nel frattempo, la ricerca futura dovrebbe includere gli sforzi per capire meglio la resilienza e la vulnerabilità di post-traumatico sintomi del disturbo di stress tra installatori di combattimento, ma concludere.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha