Stroke Recovery: Research recupera il potere della parola

Aprile 13, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un ricercatore UQ ha rivelato un nuovo trattamento per un disturbo del linguaggio che comunemente colpisce coloro che hanno subito una lesione cerebrale o ictus.

PhD laureato Dr Rachel Wenke ha dimostrato in un recente studio che la Lee Silverman Voice Treatment® può essere un'opzione efficace per i pazienti affetti da ictus disartria e traumi cerebrali (TBI).

Disartria è un disturbo del linguaggio che colpisce negativamente la capacità di una persona di comunicare in quanto possono essere difficili da comprendere e può sembrare che hanno slurred o discorso chiaro.




La malattia colpisce il 75% dei soggetti con malattia di Parkinson, fino al 30% di coloro che hanno sperimentato un ictus e circa il 60% degli individui con TBI.

Il programma è stato originariamente progettato per aiutare i malati di Parkinson, e il dottor Wenke è il primo a giudizio l'efficacia del metodo in un gruppo di studio che coinvolge altre condizioni neurologiche.

"Questa ricerca aiuterà anche a fornire logopedisti prova per i trattamenti per il disturbo, che può anche incoraggiare ulteriori ricerche nella zona", ha detto.

Nello studio, l'efficacia del trattamento è stato confrontato con la terapia disartria tradizionale per 26 partecipanti da 18 e 88 anni che avevano ictus esperto e TBI.

I risultati hanno rivelato che i partecipanti che hanno ricevuto il trattamento hanno dimostrato gli effetti positivi di una voce forte e chiara e il tasso di parola più lento.

Molti partecipanti hanno inoltre riferito una maggiore fiducia nella loro capacità di comunicare che ha migliorato in modo significativo la qualità della vita e il benessere.

"Ad esempio, dopo aver ricevuto il trattamento, un partecipante ha riferito che la qualità del suo rapporto con la moglie era migliorata in realtà perché la moglie potrebbe ora capirlo, mentre prima del trattamento, avrebbero difficilmente comunicare", ha detto il dottor Wenke.

"I miei risultati hanno anche dimostrato che le persone che hanno vissuto con disartria fino a 21 anni sono stati in grado di apportare miglioramenti dopo il trattamento, quindi la mentalità di non trattare pazienti che non hanno migliorato in uno o due anni dovrebbero essere messi in discussione."

Il programma LSVT® è una terapia intensiva somministrato un'ora al giorno, quattro giorni a settimana per 4 settimane. I pazienti sono addestrati a usare la voce forte in compiti discorso sempre più difficili.

La ricerca del dottor Wenke sarà pubblicato in Brain Injury e l'International Journal di Lingue e Comunicazione Disorders.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha